Utente 476XXX
Buongiorno,

premetto che sono un soggetto estremamente ansioso attualmente in cura per attacchi di panico.

Circa un mese fa ho avvertito una tachicardia che mi ha spinto a recarmi in PS per sicurezza. Qui, dopo ECG, mi veniva detto che avevo una tachicardia sinusale e un ST lievemente sottolivellato. Mi viene effettuata una visita cardiologica e vengo dimesso con ecocardiogramma negativo e ECG con "alterazioni aspecifiche del recupero". Mi vengono effettuate anche analisi nel sangue con valori tutti nella norma inclusa la troponina. I giorni seguenti eseguo analisi del sangue dettagliate, anche della tiroide, e i valori sono praticamente tutti nella norma.

Da questo momento però per me iniziano giorni molto complicati perchè, dopo questo episodio, l'ansia aumenta e quindi per tranquillizzarmi decido di fare una visita cardiologica privata con ECG che riporta "anomalie aspecifiche del recupero ventricolare" e Ecocolor doppler che il cardiologo mi dice essere "perfetto".

Effettuo Holter 24 h con i seguenti risultati:

BATTITI VE O
BATTITI SVE 69 (tutti durante il sonno o a letto prima di addormentarmi). Coppie 0
BATTITI STIMOLATI 3
Frequenza massima 140
Frequenza Minima 56 (durante il sonno)
Frequenza Media 86
Classe Lown 0

Tra le conclusioni del cardiologo trovo:
ST tendente al sottolivellamento in occasione di aumenti della frequenza cardiaca

Da annotare che durante la giornata in cui ho portato l'holter sono stato con l'ansia alle stelle e si è verificato un episodio di vero e proprio attacco di panico (in concomitanza al picco della FC)

Il cardiologo per maggior sicurezza mi consiglia di effettuare ECG da sforzo per verificare la natura dei sottolivellamenti dell'ST e i risultati della prova eseguita su tapis roulant sono i seguenti (segnalo che non sono affatto allenato lavorando al PC e facendo una vita molto sedentaria):

Base FC 126 PA 130/80 (ero molto agitato)
MASSIMO CARICO FC 190 PA 185/100
Recupero FC 160 PA 120/75

In fase direcupero mi viene effettuato ecocardio che risulta negativo

Le conclusioni del cardiologo sono state le seguenti:

MASSIMA DEVIAZIONE ST: 0
ANGINA SCORE 0
Assenza di modificazioni ischemiche del tratto ST
Al massimo carico 4 extrasisoli ventricolari monomorfe, non ripetitive
Normale riscontro dei valori della PA
Test massimale eseguito in Wash out, negativo in paziente asintomatico.

Mi sono tranquillizzato per quanto riguarda l'ischemia, ma un po' mi sono preoccupato riguardo le extrasistoli ventricolari sotto sforzo. Come mai questi non sono state registrate dall'holter, non ci sono nella fase di recupero, ma compaiono solo al massimo sforzo? E' preoccupante? Io non le ho avvertite. Il cardiologo mi ha detto che è tutto ok e che anzi dovrei fare attività sportiva per ridurre i tempi di recupero.

Normalmente avverto le extrasistole prima di addormentarmi.

Gradirei un vostro parere che sarebbe senz'altro utile per la mia ansia.

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Mi pare che lei abbia degli esami normali e che pertanto possa tramquillizzarsi

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 476XXX

La ringrazio Dottor Cecchini. Quindi anche lei mi conferma che il fatto che le extrasistole compaiano solo all'apice dello sforzo non è indicativo di patologie?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Si, non vedo motivo di preoccupazione

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza