Utente 437XXX
Salve gentili Medici,

quella che faccio è una domanda che da una parte vorrebbe essere una richiesta di delucidazioni su alcuni dubbi, e dall'altra un consiglio. Ultimamente sto avendo sempre più notizie dai media di giovani sotto i 30 anni che muoiono improvvisamente di complicazioni cardiache. Non so quanto fidarsi dei media, ma spesso si sente dire che un giovane è morto all'improvviso, con inutile intervento del 118, senza che egli abbia mai manifestato in precedenza complicanze dal punto di vista cardiaco. La mia domanda è: è possibile? Cioè, è possibile che un cuore assolutamente sano, ad un certo punto, smetta di funzionare, un giorno, ad un certo punto? Oppure solitamente dietro questi decessi ci sono cause più profonde, come una condizione patologica di base, genetica o non, però non diagnosticata? Che visite si possono fare per capire bene lo stato del proprio cuore?

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Per la,precisione negli ultimi sei anni in Italia sono morti 592 ragazzi sotto i 18 anni per morte improvvisa. Uno ogni quattro giorni.
Fanno parte dei 70.000 italiani che muoio o ogn8 anno per morte improvvisa.
Talora vi son9 patologie cardiache sottostanti( Brugada, cardiomiopatia ipertrofica, displasia aritmogena del VD, etc) ma nella stragrande maggioranaza dei casi non c’è apparente motivo.
Inoltre per definizione medica la Cardiac Sudden Death è inaspettata ed imprevista.
L unica cosa che aumenta la soppravvivenza è la diffusione dei defibrillatori pubblici .
Se le interssa dia una occhiata al mio sito che si occupa da dieci anni.

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza