Utente 478XXX
Buonasera Dott.
volevo, gentilmente, chiederle un consulto per quanto riguarda il mio problema.
Ho 47 anni con peso corporeo di 90Kg e nonostante la mia struttura fisica, sono un tipo a cui piace praticare sport, dalla semplice passeggiata in mountain- bike, alla pratica di arti marziali, alla corsettina blanda con rilevazioni dei battiti che non superano i 150 battiti....................... e sono a favore della prevenzione.
Non ho mai fumato e non bevo alcolici (neanche il vino).
Presso l'ufficio dove presto servizio è ubicato un centro Polifunzionale dove il personale può fruire di alcune visite specialistiche.
Da un controllo ecografico (il primo risalente nell'anno 2010) mi è stato diagnosticato un'aorta da 3,9 cm ed una minima i.a.. Da questo momento il Cardiologo mi dice che le misurazioni dell' apparecchio ecografico risultano approssimate quindi mi suggerisce il controllo semestrale.
Lo stesso Cardiologo con l andar del tempo mi invita ad effettuare un controllo con ecocardiogramma ospedaliero per capire l'attendibilità delle misurazioni precedenti. Risultato pressoché similare.
Dal 2010 al 2016 l'aorta subisce una dilatazione di circa 0,2 cm
Nel 2017 con l'introduzione del nuovo macchinario ecocardiografico viene rilevata una aorta ascendente da 4,48 cm pertanto il Cardiologo mi suggerisce il monitoraggio della pressione arteriosa.
Da qui scopro (con valutazione del medico di famiglia) il valore della pressione diastolica che oscilla intorno ai 95 ( del tutto asintomatica).
La terapia per contrastare tale problema è 1 pillola di Plaunac - Olmesartan Medoxomil da 10mg.
A tal proposito, il Cardiologo, al fine di poter avere un quadro ancor più chiaro riguardante le misurazioni dell'aorta, mi suggerisce una TAC Torace senza e con contrasto.

Testo del referto:
Esame eseguito prima e dopo la somministrazione di mdc e.v. (90ml di lomeron 350) con tecnica Angio e completato da ricostruzioni MIP sul piano coronale e sagittale.
Angio-TC aorta toracica
Aorta ascendente ectasica con un diam.max 4,5 cm ca; in particolare:
- annulus aortico diametro massimo 2,4 cm;
- bulbo aortico diametro massimo 3,9 cm;
- giunzione sino-tubulare diametro massimo 3,7 cm;
- aorta ascendente prossimale diametro massimo 4,5 cm;
Arco aortico (diametro massimo 2,7 cm) ed aorta discendente (diametro massimo 2,2 cm circa) di calibro regolare..
Torace
Regolare aspetto di entrambi i parenchimi polmonari e degli organi mediastinici.
Non versamento pleuro-pericardico.
Non linfonodi aumentati di volume

Il Cardiologo preso visione del referto, mi tranquillizza sull'entità della situazione e mi chiede una visita Cardiochirurgica a scopo valutativo (ad oggi ancora non effettuata)

Le chiedo gentilmente una sua valutazione del mio stato di salute, eventuali evoluzioni e soluzioni della situazione cardiaca, la possibilità se posso riprendere l'attività fisica e come svolgerla.

Grazie per il tempo dovuto.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
la dilatazione della sua aorta non è al momento di pertinenza chirurgica e va monitorata periodicamente con la ecografia e con TC
I valori pressori debbono essere mantenuti attoro ai 120/70 mmHg.
l esercizio fisico le fa bene se inteso come camminare e non certo come gli sforzi che lei descrive, dal momento che aumwntano i valori pressori.

Cerchi di ridurre il peso corporeo

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 478XXX

Dott. CECCHINI la ringrazio per aver risposto.
Volevo, appunto evidenziare che, per quanto riguarda le attività fisiche, descritte nella mia precedente richiesta, sono cessate subito dopo la diagnosi della TAC.
I valori pressori orbitano attorno i 135/85.
Volevo chiederle, gentilmente, un ultima domanda e cioè se possibile continuare ad effettuare la donazione del sangue.

Grazie ancora, per il tempo dovuto.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Certo che si, ma occorre che lei porti i valori di rpessione attorno ai 120/70 mmHg, eventualmente con farmaci
Esegua un ABPM (Holter pressorio)
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza