Utente 477XXX
Buongiorno,
In questo periodo ho bisogno di tener monitorata la pressione e ho alcuni dubbi sulla corretta misurazione.
Ho letto che si devono fare 2 misurazioni e se queste differiscono di molto una terza. Tra queste 3 quale sarebbe la più attendibile? L'ultima? O comunque una media delle 3?
Inoltre vorrei sapere se, per chi ha un ipertensione "vera" e non derivante dall'ansia come nel mio caso, è possibile avere una misurazione alta ( 150-95) nella prima rilevazione, nella seconda 130-85 È nella terza 115-75? Più in generale, è possibile che un iperteso rilevi una pressione normale alla terza misurazione consecutiva? Oppure potrebbe si abbassarsi ma non di troppi punti?
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
L' esame che le permettera' di apire se lei sia veramente ipertesa o meno e necessiti di terapia o meno e' l' ABPM, chiamato holter pressorio.

Al suo cuore non interessa se lei sia ansiosa o se si agiti nella banale misurazione. Il suo cuore batte circa 110-120.000 volte al giorno: se i valori pressori mediamente sono normali invecchiera' normalemente, se i valori pressori fossero spesso elevati invecchierebbe prima.

Cordialita'

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 477XXX

Grazie mille per la veloce risposta. Ovviamente i dati che sto rilevando verranno controllati dal mio medico che deciderà il da farsi. Speravo di riuscire a trovare una risposta a questi quesiti dato che ho notato quest'importante flessione alla terza misurazione.