Utente 483XXX
salve dottori ( mi scuso per la lungaggine !)
premessa:
>soggetto spesso marcatamente ansioso
>periodo lavorativo non buono
>alcuni giorni frequente e urgente stimolo di urinare ( al volte anche a distanza di 30-40 minuti per 2-3 volte consecutive poi anche nello
stesso giorno passano pure 3-4-5 ore
>pregressa fibrillazione atriale isolata (12 anni fa) a cuore sano
>in passato (anni fa a cavallo della laurea) diverse extrasistole al giorno e anche tachicardie che duravano +/- 20- min (+/- 110-130 bm) ritengo da ansia improvvisa

Un mese fa dopo aver avuto un'altra ennesima urgenza di urinare ( mentre guidavo) ed essermi fermato ad urinare nell'alzarmi -ma anche dopo- ho avvisato lievi giramenti di testa,poi passati. Vado dal dottore e durante l'attesa avverto salirmi tensione e ansia , arriva il mio turno e mi sale la tensione, comincia a misurare la pressione che stava alle stelle 175 /105 +/- mi ha dato qualcosa per abbassarla e in piu il medico generico diceva che avevo anche un ritmo non sempre regolare (il medico generico sospettava FA)
Dopo 30 minuti vado dal cardiologo sempre con lievi vertigini e con tanta ansia !
>ECG tachicardia sinusale fc 118. basso voltaggio periferico ( quindi disse nessuna fibrillazione)
>Ecocardio... dove riportava sempre la parole...normale, normale eccetto a " Mitrale":PA a 150-80 ( ma ero ancora molto teso con piccoli capogiri)
concludendo con:
Compenso emodinamico. Recente crisi ipertensiva.
mi prescrive >
-1 Triatec 5 alle ore 8
-dieta iposodica
-controllo periodico pressorio e visita fra 3 mesi
ESAMI DEL SANGUE
tutti nella norma eccetto ( come spesso accade il profilo lipido alto)
laboratorio/ dopo 15gg --- ospedale accreditato
Col.Tot. 235 /234 260
HDL 47 /57 58
LDL 152 /156 164
TRIGLIC. 192 /104 181

pressione arteriosa...GRANDE PROBLEMA !!! da quell'episodio non riesco piu a misurarla appena infilo il bracciale ( anche a casa da solo) parto il crisi di ansia quindi non la conosco !!! sicuramente mentre sto tranquillo mi sento bene e rilassato... ma appena PENSO che devo misurarla...perdo il controllo del mio sistema nervoso e rischio di andare in tachicardia...da ieri ho cominciato a prendere un ansiolitico 10g+10g per cercare di uscire da questo periodo

quindi dopo questo "romanzo"...le mie 2 domande....
1. secondo voi devo prendere le statine (totalip 10 prescritte dal medico generico) oppure continuare con la dieta per un po?

2. devo prendere lo stesso triatec anche se non conosco realmente i miei dati? ho iniziato e poi sospeso per i disagi che mi dava 1/2 pillola in quanto una sola volta il medico l'ha trovata (dopo 4 misurazioni) a 120-90 (per questo mi ha accordato 1/2 dose)
mi sale l'ansia anche solo a parlarne( Holter h24? al momento non me la sento proprio starei in tachicardia tutto il giorno)
RINGRAZIO DI " CUORE"

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Le rispondo con ordine

1- per le statine puo ' aspettare dopo un mese di dieta "uymana" i suoi nuovi risultati

2- lei ha valori che necessitano una terapia farmacologica. Se viene scelto il Triatec come ACE inibitore occorrono due dosi (una la mattina ed una alla sera di 5 mg ognuna).

Le ricordo che l'obiettivo sono valori pressori di circa 120/70 mmHg

Non usi sale ngeli alimenti
Beva almeno 2 litri di acqua al giorno
cammini almeno un'ora al giorno

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 483XXX

Grazie tante dottore per la sua celere risposta.
Una curiosità per quanto concerne la PA Ha valutato di prendere 2 pillole da 5 sulla base delle misurazione nonostante quelle rilevazioni siano state fatte sotto un eccesso emotivo oppure ha valutato anche altre cose...eventualmente cosa?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non capisco la sua domanda...
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 483XXX

Salve dottore mi spiego meglio.
Da quanto appare condiviso da esperti come lei la PA dovrà essere trattata quando i valori superano Stabilmente determinati limiti (lei ha indicato 120/70) a volte trovo riportato anche di più (ma non è questo il problema)...il mio problema è che la PA mi è stata trovato alta in situazioni di particolare alta agitazione, che ho cominciato a percepire poco prima di iniziare a misurarla con incremento rapido del battito cardiaco (questo,in questo periodo mi accade ogni volta che provo a misurarla al punto che ci rinuncio per evitare uno stato di abnorme agitazione e di misurazioni non reali.... Dico non reali in quanto quando sto al di fuori da questo contesto di misurazione mi sento palesemente molto piu tranquillo con battuti mediamente di 70 e meno (presi dal polso e non 100-110) tenendo anche conto che il medico una volta ha rilevato dopo piu misurazione anche un 120-90...la domanda è:
É giusto iniziare una terapia per la PA con 2 compresse di Triatec da 5 mg per valori ipoteticamente alti ma mai da poter dire Stabilmente alti...senza avere dati sufficientemente concreti?
Spero di essere stato piu esaudinte mi scuso se non lo sono stato prima

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
guardi al suo cuore non interessa se lei ha valori pressori perche è emotivo, perche è arrabbiato o perche ha vinto al totoaclcio.

il cuore è come una autoclave , nata per una casa monofamiliare...se la fa lavorare di piu e la mette in 7n condominio, per quanto perfetta possa essere , ovviamente dira di meno.

quindi esegua un ABPM, cioe un holter cardiaco e se i valori fossero confermati lei necessita di una terapia.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza