tia  
Utente 400XXX
Mio padre che ha 73 anni, secondo l'ultimo Eco Color Doppler, ha una placca a destra iperecogena a superficie irregolare alla biforcazione carotidea del 40% ed a sinistra del 30%. Pochi giorni fa ha avuto un senso di vertigine e visione offuscata con difficoltà a mettere a fuoco solo all'occhio destro, durato pochi minuti. Il dottore parla di un possibile attacco ischemico (TIA) e gli ha prescritto analisi del sangue per controllare coagulazione, ripetere prima possibile l'Eco color doppler dei TSO e dopo una TAC Cranica. Non potrebbe trattarsi invece di un sintomo legato alla cervicale di cui soffre? Tra l'altro lui prende il Sinvacor che a volte gli provoca dolori e tensioni muscolari, non potrebbe essersi trattato di un fenomeno transitorio dovuto alla cervicale? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
E' possibile tutto o il contrario di tutto...la medicina non si basa sulle supposizioni, ma sulle diagnosi. Nel caso di suo padre, l'età e i riscontri carotidei mi fanno pensare che possa essere iperteso. Se lo è andrebbe valutata anche la possibilità di una fibrillazione atriale parossistica, anche senza sintomi, perchè è una delle principali cause di ischemia cerebrale.
Cordialmente
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Per prima cosa in un paziente anziano si pensa ad altre cose.
Suo padre ha una fibrillazione atriale'?
Gli e'e stata prescritta terapia con aspirina?

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#3] dopo  
Utente 400XXX

Mio padre non soffre di fibrillazione atriale e gli è stato prescritto solo una terapia di prevenzione con Tiklid e Sinvacor. Purtroppo riesce a prendere solo il Sinvacor poichè il Tiklid gli procurava frequenti sanguinamenti. Non soffre neanche di pressione alta infatti durante questo episodio la sua pressione arteriosa era 150 su 75

[#4] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
La fibrillazione atriale è completamente asintomatica in una larga fetta dei soggetti e poichè all'inizio è di tipo parossistico (cioè va e viene) quasi sempre in questi casi non viene diagnosticata se non quando è tardi (ad esempio quando viene fatta diagnosi di ictus cerebrale). Anche l'ipertensione spesso non viene diagnosticata se non quando compaiono i danni d'organo (molti pazienti ipertesi non sanno di esserlo). Questo significa che determinati problemi vanno ricercati e non bisogna aspettare che siano loro a "farsi diagnosticare" tardivamente.....è come chiudere il cancello dopo che i buoi sono scappati. Oggi suo padre potrebbe aver avuto un TIA (cioè un ictus senza reliquati), domani potrebbe essere uno stroke.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#5] dopo  
Utente 400XXX

Come ci consiglia di intervenire? Quali esami dovrebbe effettuare?

[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Ovviamente una terapia anti aggreganti favorisce sanguinamenti
Ma rispetto al rischio di ictus questi sono insignificanti

Esegua in Holter cardiaco per escludere aritmie ed un ecocolordoppler cardiaco

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#7] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Personalmente consiglio di eseguire un Holter pressorio, meglio se durante le attuali temperature climatiche e di misurare a domicilio la PA al mattino appena sveglio, prima di colazione, dopo 15 m' di relax e la sera analogamente prima di cena con un misuratore di pressione che abbia l'algoritmo di riconoscimento della fibrillazione atriale (sul dable educational trust sono elencati gli apparecchi scientificamente validati). Anche l'Holter pressorio è preferibile che sia fatto con apparecchiatura dotata di algoritmo di riconoscimento della FA. Poi sarebbe opportuno che suo padre imparasse a valutare il proprio polso per verificare, solo per pochi secondi, più volte al giorno se il battito è veloce e irregolare senza motivo alcuno (si chiama strategia del take your pulse).
Cordialmente
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica