Utente 459XXX
Carissimi dottori, vi chiedo gentilmente un consiglio.. Ho sofferto di attacchi di panico e ansia frequenta circa due anni fa, dal mio primo attacco di panico ho avuto una forte tachicardia, dopo essere stata seguita da una neurologa lei stessa mi ha prescritto dei controlli medici tra cui elettrocardiogramma e analisi per tiroide.
Appena faccio l elettrocardiogramma l ansia sale e i risultati del test confermano i miei battiti a 159 di cui però il cardiologo non si preoccupa dicendomi semplicemente che i miei battiti sono regolari e che si tratta tutta di ansia. Ad oggi posso dire di soffrire di una leggera ansia ma che ormai non curo più perché gestisco molto bene però in alcuni casi mi sento la tachicardia cosi ho deciso di misurare un battiti per una settimana in cui durante la giornata li porto spesso sui 100-110 ma quando sono a riposo arrivano fino a 70.. Sono una ragazza di 20 anni.
Volevo chiedervi perché dalla prima volta in cui mi è venuta la tachicardia non riesco più a far rilassare il mio cuore durante la giornata? Il mio medico mi dice sempre che se avevo un problema al cuore visto che questa cosa me la porto da ormai 2 anni già ne sarei a conoscenza e che essendo un fattore di stress il mio cuore non rischia nulla.
È davvero cosi? Avere tutti i giorni i battiti 100 e anche di più non potrà creare in futuro dei problemi al mio cuore? Posso stare tranquilla? Inoltre ho il terrore dei medici ma devo dire che quel cardiologo mi ha rassicurato molto dicendomi ' dove la prendi tutta quest ansia' perciò ho capito di non aver nulla al cuore.
A volte penso di volere una gravidanza ma ho paura che con la mia tachicardia potrei anche non portarla a termine, sara che ormai per me avere i battiti piu alti sia regolare per il mio cuore? Spero di essermi spiegata.. Un grazie a chi risponderà

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il suo giovane cuore non viene danneggiato dalla terapia, ma se lei non si rivolge ad uno specialista psichiatra la sua qualita di vita sara’ ridotta.

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 459XXX

In che senso sarà ridotta la mia qualità di vita?
Ho curato l ansia solo per pochi mesi perché la neurologa mi ha detto che si trattava di una cosa veramente leggera, e ad oggi quando mi sento più nervosa prendo le xanax ma sono abbastanza tranquilla.. A cosa si riferisce lei? Che con l andare del tempo potrei avere problemi?
Sono comunque sempre in contatto con la neurologa, non è uguale al psichiatra?

[#3] dopo  
Utente 459XXX

L unica cosa che mi fa venire l ansia è appunto la tachicardia, secondo lei è un problema di cuore oppure solo fissazione?
Ci sono periodi in cui non ci penso completamente e periodi in cui mi soffermò ad ascoltare il mio cuore, per me la cosa fondamentale è che in futuro questa tachicardia non mi porti dei problemi al cuore..

[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il neurologo è una cosa, lo psichiatra un altra.
e lei ha bisogno del sexondo
A me pare che abbia una notevole quota ansiosa

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#5] dopo  
Utente 459XXX

La ringrazio per le veloci risposte, seguirò il suo consiglio e ricominciero la cura. Una buona serata