Utente 488XXX
Buongiorno,
Sono una donna di 35 anni, non fumatrice, soffro di ansia nei periodi di stress, senza problemi rilevanti di salute.
Avverto extrasistole da quando ho 18 anni, età dalla quale ho smesso di praticare sport a livello cardio poichè ero spaventata e faticavo a considerare innoqui questi episodi.
Ho effettuato una visita cardiologica con elettrocardiogramma con esito negativo nel 2012. Nel 2016 ho effettuato un elettrocardiogramma sotto sforzo avendo il desiderio di tornare a praticare attività fisica più intensa e nella speranza di registrare le mie sensazioni di aritmia ma nulla è emerso, e la cardiologa le ha associate all'ansia. Ho effettuato ecg pre operatori in concomitanza di due parti cesarei, di cui l'ultimo a febbraio 2017. Nessuna problematica segnalata.
Ora ho iniziato a correre da 3 mesi per 3 volte la settimana con ritmi tranquilli e tempi brevi (meno di 30 minuti totali) con pause di camminata, insomma senza strafare e senza fretta assecondando il mio corpo.
Settimana scorsa durante una sessione di corsa a passo leggermente più veloce dopo qualche minuto ho avvertito dei colpi al cuore molto forti ed evidenti, ho rallentato ma si sono ripetuti altre 2 volte e ho dovuto fermarmi.
Vorrei chiederle:
Extrasistole più forti ed intensi devono destare preoccupazioni? In particolare durante uno sforzo.
Sarebbe opportuno ripetere dei controlli?
E' opportuno fermare l'allenamento quando mi capita?
Se durante elettrocardiogramma il battito risulta normale è sufficiente per presupporre che i battiti anomali che avverto siano benigni?
Grazie mille. Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non vedo sinceramente alcun motivo di preoccupazione.
Lei ha delle banali extrasistoli come tutti noi (io compreso) abbiamo.

LA saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 488XXX

Gent.le Dott. Cecchini,

La ringrazio molto per la risposta.
Cordiali saluti.