Utente 488XXX
Buonasera, ho quasi 55 anni, non ho mai fumato. Bevo, al più, una birra con la pizza, mangio quasi senza sale e
faccio sport (a settimana 2 volte corsa: 20 minuti sul tapis-roulant a 14,5 Km/h; tre volte a settimana nuoto: 1500 m a stile libero in 30 minuti). Sapevo da anni di essere bradicardico ma a fine gennaio alla visita per attivita' sportiva non agonistica, dopo l'ecg a riposo, il medico mi ha consigliato un holter cardiaco per una bradicardia marcata (42 bpm), una BAV di I grado e una pressione "un po' alta" (se non ricordo male, 150 e 90). Ho fatto l'holter dopo qualche settimana ed e' risultata una F.C. min. 26, max 90 e media 51, assenza di battiti ectopici ventricolari, rari battici ectopici sopraventricolari generalmente isolati, in rare occasioni associati in coppia, presenza di pause patologiche dell'attivita' elettrica (una pausa di 3,14 sec. alle 2:40).
Il medico di famiglia sapendo che pratico corsa e nuoto mi ha prescritto il test sotto sforzo (test ergometrico). Il risultato e' stato: test submassimale interrotto per esaurimento muscolare ad alto carico (280W). Non segni ne sintomi di allarme, non aritmie. Normale andamento della FC con modesto incremento della PA (tendenzialmente alta a riposo). Non significative alterazioni della ripolarizzazione ventricolare.
La misurazione della pressione, che a riposo era tipo 170 e 100 ed a' arrivata a 180 e 110 al massimo delle sforzo (280W) con i battiti che non hanno superato 103 hanno spinto il medico a prescrivere anche un ecodoppler che ho fatto oggi (dopo 4 giorni). Nei giorni tra l'ecg sotto sforzo e l'ecodoppler ho misurato (come richiesto dal medico) la pressione che e' sempre stata intorno a 170 e 105. Il risultato dell'ecodoppler e': ventricolo sinistro di dimensioni aumentate con cinesi ventricolare conservata; non evidenti deficit della cinesi segmentaria (FE=55%). Atrio sinistro lievemente ingrandito. Valvola mitralica lievemente ispessita con regolari movimenti.
Ventricolo destro di normali dimensioni con cinesi ventricolare conservata. Atrio destro lievemente ingrandito, Setti apparentemente integri.
Valvola aortica tricuspide con semiunari lievemente ispessite e normomolbili che conservano una buona apertura. Ectasia della radice aortica e dell'aorta ascendente rispettivamente di 41 e 40 mm. Vena cava inferiore con conservata risposta inspiratoria. AI Doppler: insufficienza mitralica di grado moderato; rigurgito tricuspidale di lieve entità con normale pressione in arteria polmonare.
Il medico mi ha praticamente ordinato di ridurre l'attività fisica e di iniziare una terapia anti ipertensiva ma mi ha detto di rivolgermi ad un cardiologo. Concludo dicendo che analisi complete del sangue (pur non recentissime, agosto 2017) mostravano valori assolutamente nella norma. Solo l'HDL era più alto del massimo.
Possibile che corsa e nuoto abbiamo provocato il problema? Ci sono altri esami da fare per individuare una terapia che, spero, risolva il problema? Grazie!

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Tutti i dati che lei ha riportato spingono a suggerirle di iniziare una terapia antiipertensiva , con ACE inibitori per esempio.
Riduca o meglio modifichi la sua attivita fisica, cammimando a lungo.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 488XXX

Grazie Dottore. Spero di non abusare della sua gentilezza ma dovendo modificare l'attività' fisica a questo punto e' meglio ridurre la corsa sostituendola con la lunga camminata lasciando il nuoto? Lo dico perché' la corsa la faccio (diciamo a questo punto la facevo) ad un ritmo decisamente piu' sostenuto della nuotata (che e' continua ma molto tranquilla). E' meglio che vada comunque da uno specialista per la prescrizione oppure e' sufficiente il medico di famiglia? Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il nuoto ed il cammino faranno molto bene al suo cuore.
Per la prescruizione ne parli tranquillamnete con il suo Medico

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 488XXX

Buongiorno, il medico mi ha prescritto ZOPRANOL CPR RIV 30MG ZOFENOPRIL CALCIO che sto prendendo da 4 giorni.
Sembra che gia' ci sia un effetto anche se le misurazioni per adesso le ho fatto con la macchinetta da polso e quindi non so quanto siano affidabili. Pero' il fatto sul quale vorrei chiedere un consulto e' che ho fatto mercoledi (subito prima di iniziare la terapia) un'analisi sia del sangue sia dell'urine indicate da un centro per l'ipertensione che includevano esami della Renina, Cortisolo ed Aldosterone (questi ultimi due sia Ematici che Urinari). Visto che c'ero ho anche fatto un emocromo, trigliceridi e colestorolo. Questi ultimi tre sono a posto ma la Renina e' molto bassa (2,02 rispetto ad un minimo di 4,4) tanto e' vero che il laboratorio mi ha mandato il referto molto prima (e con l'indicazione che l'esame dalla Renina e' stato ripetuto). Il valore del Cortisolo Ematico e' 11,9 e quello del Aldosterone Ematico e' 13,4. Non ho ancora il risultato dell'esame delle urine (era quello sulle 24 ore).
Da quello che ho letto (senza pretendere di farmi una diagnosi ma solo per cercare di capire), il valore basso della Renina puo' essere un indicatore della Sindrome di Cushing che ha tra i sintomi l'ipertensione (che e' quella che risulta a me) anche se non ho nessuno degli altri sintomi. E' in effetti cosi'? Inoltre ho letto che l'esame della Renina dovrebbe essere di tipo "ortostatico" che, se ho ben capito, significa che andrebbe fatto dopo che la persona e' stata in posizione eretta per almeno un'ora. Io prima dell'esame (dato che c'era fila...) sono stato praticamente un'ora seduto e prima di allora ero a dormire. Questo puo' avere alterato il valore in modo da spiegare l'abbassamento? Grazie ancora!

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Tali esami non hanno senso se fatti come le sono stati fatti fare
Inoltre è importante la raccolta delle urine delle 24 ore eseguite con uno speciale reattivo
Quindi ha solo perso tempo
Esegua ha ecografia reni e surreni da un buo ecografista

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza