Utente 490XXX
salve, l'anno scorso mi reco dal medico di base chiedendogli se fosse normale che il cuore battesse a circa 47-48 bpm e vengo inviato al cardiologo. Questi, nonostante si dice sicuro che io non abbia nulla mi prescrive per sicurezza un eco e un holter dinamico 24h entrambi negativi. Tornato da lui con i risultati, mi dice praticamente che sono ipocondriaco solo per il fatto di essere in quella sala per la seconda volta a 23 anni ma che se voglio posso fare un ultimo esame per pignoleria, l'ecg da sforzo. Effettuo tale esame a distanza di 8 mesi dall'ultima visita (causa rinvio per rottura macchinario) con risultato: "Carico max 175 W di intervallo 5 dopo 10:53. F basale:51, max 157 in intervallo 5 dopo 10:53, 80% del teorico 196. ST max in Deriv V3: 0,24mV in recupero 1, max sottoslivellamento ST in deriv V6: -0,15mV in intervallo 4. Buona tolleranza all'esercizio fisico. Test condotto in assenza di sintomi. Non si sono manifestati eventi aritmici. Dai 100 W progressivo difasismo della T nelle derivazioni inferolaterali che all'apice dello sforzo trascina un sotto ST che raggiunge i criteri di significatività. Il test va considerato negativo per sintomi e positivo per alterazioni ecg. Interruzione per rimento muscolare".
Fatto vedere tale risultato al mdb vengo spedito di nuovo con l'urgenza dal cardiologo (non quello di prima) che mi propone il seguente iter: holter72h (forse a seguito dell'informazione che un mio parente è deceduto a 40 anni di morte cardiaca improvvisa una ventina di anni fa), ecocardiogramma colordoppler da sforzo, risonanza magnetica del cuore con e senza mdc. Se tutto dovesse risultare negativo, dovrò procedere ad una tac delle coronarie (tornando quindi prima da lui a far visionare i risultati dato che non mi ha dato l'impegnativa della tac? O prescritta da mdb? Sembra una domanda banale ma a livello di tempistiche c'è una differenza enorme). Se anche questa fosse negativa, vuol dire che non ho nulla a suo parere. A livello di terapia non mi ha prescritto nulla.
Partendo dal presupposto che non metto assolutamente in discussione il parere e il piano diagnostico deciso da tale cardiologo (peraltro appartenente ad un centro estremamente rinomato di Milano per la sua area), vorrei sapere se è veramente normale, nell'attesa di sapere se soffro realmente di qualche seria patologia cardiaca, non assumere alcuna terapia preventiva come ad esempio aspirina o simili dato che peraltro l'attesa si profila abbastanza lunga non avendo alcuna priorità (per ora sono solo riuscito a fissare la rmn tra 2 mesi circa). Vorrei inoltre sapere se a vostro parere è possibile aspettare serenamente e pazientemente i risultati che seguiranno o se sono a serio rischio al punto che mi conviene farli privatamente nonostante gli altissimi costi o fare altro oltre ad interrompere lo sport e non fumare (che non ho mai fatto). Ringrazio di cuore chiunque voglia darmi un parere, buona giornata

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Ritengo che data la sua eta il fatto che abbia problemi coronarici sia estremamente improbabile.
se tuttavia il suo cardiologo fosse insospettito dal suo quadro clinico e strumentale tali esami dovrebbero essere eseguiti in tempi breci.
arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 490XXX

quindi in sostanza ritiene sia un falso positivo?

[#3] dopo  
Utente 490XXX

salve dottore, ho fatto la TAC al cuore alla fine su indicazione del cardiologo che mi ha chiamato al telefono per dirmi che si era liberato un posto e potevo farla immediatamente. non ho ancora il referto in mano ma sembra che abbia un myocardial bridge ma non un'alterazione delle origini delle coronarie (ciò che iil suddetto cardiologo temeva). Adesso per completare l'iter sto prenotando risonanza e holter72h. E' possibile fare la risonanza magnetica con l'holter addosso ? Al centralino non hanno saputo darmi indicazioni

[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
certemante non puo' farla con l'holter.
Se vuole ci faccia sapere il risultato della TC coronarica
arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#5] dopo  
Utente 490XXX

perfetto, domani o dopodomani posterò. Grazie per la disponibilità,una buona giornata

[#6] dopo  
Utente 490XXX

dottore un'altra domanda super al volo: nell'attesa di sapere che ho esattamente tra ecoca stress,holter72 e mri (ci vorrà un mese e 20giorni da oggi) mi conviene assumere una bassa dose di aspirina al giorno? Il mio cardiologo non ne ha parlato ma ho letto di altre persone in una situazione simile alla mia a cui è stato raccomandato

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Certo non prescrivo farmaci via internet e per sentiro dire.
Chieda a chi le ha eseguito la TC coronarica

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente 490XXX

Pensavo che dato che l'aspirina fosse OTC fosse anche liberamente raccomandabile al pari di un qualsiasi integratore, la ringrazio in ogni caso

[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
L aspirina non è un integratore è un aniaggregante piastrinico
È un farmaco molto attivo

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#10] dopo  
Utente 490XXX

Salve, come annunciato riporto il referto della tac coro con mdc:

Coronaria sinistra. il tronco comune è regolarmente canalizzato. L'arteria discendente anteriore presenta buon calibro e regolare canalizzazione, superficiale decorso intramiocardico al tratto distale condizionante in fase diastolica riduzione di calibro di circa il 60%. primo e secondo ramo diagonale esenti da patologia. L'arteria circonflessa è regolarmente canalizzata così come il primo e il second ramo marginale.

Coronaria destra: il vaso, dominante per calibro e distribuzione, è regolarmente canalizzato. L'arteria interventricolare posteriore e il ramo posterolaterale sono esenti da patologia.

A livello del parinchema polmonare compreso nel volume di studio,non si apprezzano alterazioni focali con caretteristiche densitometriche di evolutività bilateralmente.

Conclusioni. decorso intramiocardico di IV A distale.

Secondo lei tale riscontro giustifica un'occasionale lieve sensazione di dispnea e di leggero dolore toracico? E' curabile o almeno affrontabile in qualche modo?

[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Con farmaci calcio antagonisti che il suo cardiologo sicuramente le prescriverà

Cordialità

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#12] dopo  
Utente 490XXX

Perfetto dottore allora farò l'ecocardiogramma da sforzo (che il cardiologo, risentito oggi, ritiene indispensabile prima di mettermi sotto cura in modo da avere un termine d paragone a cui confrontarmi quando sarò sotto farmaci -mi pare di aver capito betabloccanti più che calcio-ant, ma non sono sicuro) e poi inizierò. Un'ultima cosa che non sono riuscito a chiedere a lui, se posso: questo referto della tac è abbastanza serio da giustificare la reale presenza di lievi sintomi cardiaci (leggera dispnea,leggero senso d costrizione)? Spero sia così in modo che questi possano scomparire o ridursi una volta iniziata la cura. La ringrazio e le auguro una fantastica serata.

[#13] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
non concordo con il suo cardiologo, ma questo poco importa.
se è stato evidenzito un ponte intramiocardico questo va cirato subito.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#14] dopo  
Utente 490XXX

le do gli ultimi due aggiornamenti sperando in un Suo breve commento:
- ecostress da sforzo perfettamente normale
-il cardiologo, saputo dell'esito, mi ha detto telefonicamente di iniziare con 1,25 di bisoprololo in attesa di rmn e holter72. Ovviamente gli domanderò alla prossima visita se e come possa influire sulla mia bradicardia e anche sul fatto che la mia pressione è nel range basso della normalità

[#15] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Le ho hinespresso la mia opinione

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#16] dopo  
Utente 490XXX

Salve vorrei farle un'ultima domanda su un sintomo che ho notato da 2 mesi almeno ma a cui ora sto facendo più caso:
Quando sono seduto senza maglietta mi sembra come se la parte sinistra della mia pancia "vibrasse", si contraesse un in modo appena percettibile, ad ogni battito del cuore. E' un sintomo cardiaco? Oppure qualcosa di neurologico?? Sono certo che questo avvenga ad ogni battito del cuore quindi non mi sembrano fascicolazioni

[#17] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
queli sono tipici sintomi di ansia

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#18] dopo  
Utente 490XXX

Salve, ho effettuato la RM che ha dato dei risultati ambigui per il VD, le riporto il referto sperando in un Suo gradito commento dato che da quando ho letto il risultato sono rimasto terrorizzato dal terrore e dall'incertezza di sapere se soffro o meno di arvc:
Ventricolo sinistro: Normali dimensioni cavitarie e spessori parietali (SIV 7mm). Normale cinesi regionale e funzione sistolica globale
Ventricolo destro: Lieve aumento delle dimensioni endocavitarie;ectasia della regione subtricuspidale della parete libera. Normali spessori parietali e cinesi regionale. Funzione sistolica globale ai limiti inferiori di norma
Atrio sinistro/destro: Normali dimensioni delle camere atriali. Possibile pervietà del forame ovale con shunt sinistro-destro
Valvole: no evidenti significativi vizi valvolari
Aorta: Normale dimensione del bulbo aortico
Immagini post contrasto: Enhancement intramiocardico in corrispondenza dell'inserzione posteriore della parete ventricolare destra sul setto interventricolare (pattern non ischemico). modesto enhancement dei lembi tricuspidalici.

Indici Ventricolo sinistro:
Volume telediastolico sx: 179ml
indice volume telediastolico sx: 99ml/m2
volume telesistolico sx : 63ml
indice volume telesistolico: 35ml/m2
massa cardiaca sx: 123gr
indice massa cardiaca sx: 68gr/m2
frazione eiezione sx: 64%
stroke volume: 116ml

Indici Ventricolo destro:
Volume telediastolico sx: 218ml
indice volume telediastolico sx: 121ml/m2
volume telesistolico sx : 101ml
indice volume telesistolico: 56ml/m2
massa cardiaca sx: 0gr
indice massa cardiaca sx: 0gr/m2
frazione eiezione sx: 53%
stroke volume: 117cm

[#19] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non mi pare che lei abbia una ARVD.
Pare invece che lei abbia un forame ovale pervio.
Quindi c'e' indicazione per iniziare ad un test alle micro bolle e poi se necessario, ad un ecocolordoppler cardiaco transesofageo, per confermare o smentire la diagnosi

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#20] dopo  
Utente 490XXX

Purtroppo il mio medico di base non mi ha voluto prescrivere il test alle micro bolle e il cardiologo mi ha risposto che sostanzialmente la RMN va bene senza fare accenno al forame e dicendo che rivaluteremo se incrementare la terapia dopo l'holter. Io ho capito che c'è molta discordia tra gli stessi cardiologi sul tema dato che le ricerche sono ancora poche e ho pensato di seguire inizialmente i suoi consigli per poi magari chiedere un secondo parere a fine iter, ma nel frattempo vorrei essere il più possibile protetto contro eventi embolici. Quindi prenderò bassi dosi di aspirina. Ho pensato anche di fare le analisi del sangue per cardiolipina e omocisteina. 6 mesi fa ho fatto RMN encefalo negativa. C'è qualche altra cosa che posso fare a Suo parere per lasciare il meno possibile al caso? Le auguro una buona serata

[#21] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Una ecografia transesofagea.
Deve essere valutato attentamente ilò forame ovale pervio.
Eventualmente cambi cardiologo andando ad una dei centri cardiiologici di eccellenza della sua citta'

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza