Utente 421XXX
Salve a tutti, scrivo per sapere un parere riguardo a un articolo in inglese che menziona fra le.complicanze cardiache della sindrome di roemheld (di cui soffro da anni ) persino la morte! Io ho avuto episodi devastanti con battiti accelleratissimi e difficoltà respiratorie che riuscivo a calmare eruttando e facendomi comprimere in maniera alternata lo stomaco dalla mia compagna, cosa che mi dava grande sollievo. In aggiunta a questo da un po di tempo soffro proprio di ansia generalizzata che peggiora il quadro...ma mi chiedo è possibile davvero come scritto in questo articolo arrivare addirittura alla.morte? E vorrei approfittsre per chiedervi un parere su un episodio capitatomi al pronto soccorso. Recatomi al.pronto soccorso per una crisi di ansia con tachicardia che mi durava da 2 giorni, dopo l elettrocardiogramma mi fecero gli enzimi ed ecocardiogramma, hanno detto che il.mio cuore stava benissimo, ma quando sono uscito dall pronto soccorso ho visto che il tracciato dell ecg non era sinusale ma cercando sul.web era praticamente simile a quello della fibrillazione atriale...ora mi.chiedo se avessi avuto una fibrillazione non dovevano dirmelo obbligatoriamente?? Il.foglio purtroppo l ho perso nell ultimo trasloco. Cpmunque diciamo che da li sono molto preoccupato per la salute del mio cuore, e l ansia piu la sindrome che mi tormentava gia da ben prima di soffrire di disturbo d ansia alimentano la fobia per la salute del cuore. Cosa mi potete dire in merito?

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Se lei avesse avuto una fibrillazione atriale i medici del PS l avrebbero diagnosticata.
Oppure lei è piu bravo dei medici ...

Lei ha un problema di ansia che dovrebbe affrontare don uno specialista

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza