Utente 484XXX
Gentili dottori, sono un ragazzo sportivo di 23 anni (pratico calcio,nuoto e faccio un Po di palestra). Vi scrivo in quanto nel 2015, periodo che per me è stato moltonstressante per vari motivi ho iniziato ad avvertire tachicardia mentre giocavo a pallone. Quindi decido di sottopormi a tutti gli esami del caso qui di ecg,ecg da sforzo holter24 ore e ecocuore, tutti negativi. Ma dato che la tachicardia che percepiva mentre e SOLO quando giocavo a calcio non spariva ( i sintomi erano inizio improvviso con sensazione di cuore in gola e fine improvvisa durata di pochi minuti e assenza di sensazioni di svenimento o fiato corto ma solo la percezione di un ritmo cardiaco improvvisamente e fortemente elevato durata di pochi minuti quindi non facevo neanche un tempo a recarmi al ps ) decido dirivolgermi a un centro specializzato e mi viene consigliato il Miulli di Acquaviva delle fonti.Dove mi consigliano di indossare un holter dinamico da indossare quando gioco a pallone per cercare di registrare l evento e così faccio. Registro l evento dal tracciato mi viene diagnosticata una tachicardia parossitica sopraventricolare da rientro, mi viene detto che é una tachicardia verosimilmente benigna e che poteva essere ablata in caso di alterazione della qualità della vita (personalmente questa tachicardia che avevo tre partite si e una nonon mi creava grossi fastidi e regredire in pochi minuti spontaneamente anche se mi hanno fatto vedere una manovrache consiste nel tappare i il naso e soffiare dentro per tapparsi le orecchie ). Comunque dopo settimanaa consultarli con varicardiologi e la mia famiglia decidiamo di non farla in quanto il cuore era strutturalmente sano e non presentava altre patologie . Comunque decido di smettere di giocare a pallone per sei e mi dedico al nuoto e alla palestracon una certa costanza dopo questi sei mesi torno a giocare a pallone e la tachicardia non si ripresenta piu (so distinguere molto bene la normalentachicardia sinusale da quella"patologica". Comunque passano 3 anni in cui faccio sport regolare vivo la mia vita e non siripresenta piu ne la tachicardia ne il terrore legata ad essa . Succede che a febbraio mi raccontano di un ragazzo che si é sentito male incampo ed è stato portavo via in ambulanza ea marzo succede il casoAstori, e io inizio ad avvertireforti giramenti di testa fiato corto e sensazione di battito forti(ma non quella tachicardia e neanche così violente ) dopo una sessione di palestra mi sento male chiamo l ambulanza mi viene fatto l ecg online che risulta perfetto. Inizia una disperata corsa agli esami e faccio analisi del sangue tiroide due ecocuore ecg holter e ecc da sforzo tutto negativo e colesterolo basso nelle analisi (sono molto magro).in più in questo periodo sento ogni tanto la sensazione di "cuore in gola" e sensazione di vuoto allo stomaco di quando partiva la tachicardia ma non parte (CREDO solo una volta per pochissimi secondi). Dovrei fare studio elettro? Potreiaverepatologie cardiache nascoste ?

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Mi pare che questo circuito da rientro inizi a influire sulla sua qualita di vita.
Le consiglio pertanto di provvedere ad uno studio elettrofisiologico per valutare la
pssibilita di una ablaaione

arrivederci


cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 484XXX

La ringrazio per la disponibilità. Quindi secondo lei anche se la tachicardia non si presenta da 3 anni conviene fare lo studio elettrofisiologico? Poi questa tachicardia può essere pericolosa per il cuore contando che pratico abbastanza sport? E queste sensazioni di "cuore in gola" che sento sopratutto a stomaco pieno possono essere extrasistole? Con tutti gli esami fatti posso stare tranquillo?

[#3] dopo  
Utente 484XXX

Io lo studio elettrofisiologico vorrei evitarlo in quanto mi fa molta paura e non vorrei sottoporre un cuore che i medici dopo tutti gli esami indicano come sano.... Poi mi hanno detto che queste tachicardie possono anche scomparire da sole il mio timore è che possa evolvere in qualcosa di più grave

[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Faccia come crede
Lei ha chiesto un parere
Io gliel ho dato

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#5] dopo  
Utente 484XXX

La ringrazio ulteriormente per la disponibilità . Ma per quanto riguarda la pericolosità di questa aritmia ? E più possibile che si evolva in altro tipo più pericoloso? E le sensazioni di cuore in gola che sento in questo periodo possono essere extrasistole?

[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non evolvono in qualcosa di pericoloso ma lemlimita la qualità di vita perché se le nenisse durante un viaggio aereo o in treno passerebbe dei brutti qurti d ora

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza