Utente cancellato
Buon pomeriggio gentile dottore. Vorrei chiederle se la sola ansia (con problemi intestinali che non so se siano causa o effetto della stessa) sia sufficiente per giustificare il fatto che avverta dei battiti anticipati, che credo siano extrasistoli. Ho eseguito un anno tutti gli accertamenti compreso holter e prova da sforzo risultati bella norma con la presenza di pochissime extrasistoli sopraventricolari e ventricolari singole. Spesso mi capita di avvertirle anche una vicino l'altra. Un'ulteriore cosa: qualche anno il medico mi fece eseguire anche ecg dei potenziali tardivo, che rosultarono però positivi. Ho letto che aumentano il rischio di aritmie vebtricolare. A tal proposito, questi battiti prematuri che avverto, e che credo provengano dall'interno e da una situazione ansiogena, sono preoccupanti? Dovrei ripetere qualche accertamento? Come numero posso dirle che ne avverto una decina al giorno ma sono davvero molto fastidiose perché improvvise e premature. Grazie per la risposta

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Lei non puo' avvertire alcun battito prematuro, perche' nessun essere umano puo riconosce 10 millisecondi in meno.
Lei avverte extrasistoli banali, anche se noiose
arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
499342

dal 2018
Perdoni il frainteso dottore, per premature intendevo il tipo di battito che avverto tra i battiti normali, che spesso ho modo di apprezzare al polso e sono anche ravvicinati. Quello che volevo chiederle è se queste extrasistoli possano "partite" dall'intestino o stomaco che sia, miste a una dose di ansia avvertita in quel momento, che poi si ricollega ai problemi gastrici... E oltretutto se avvertite più di una in modo ravvicinato possano causare danni al cuore od anche un'aritmia proprio in quel momento.. La ringrazio per la risposta.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
La risposta
Assolutamente no

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
499342

dal 2018
Buongiorno dottore e buona Domenica. Innanzitutto la ringrazio per la risposta. Vorrei chiederle un'ultima cosa prima di lasciarla in pace. Come le ho già detto, soffro di una lieve quantità di ansia e ipocondria (ho la costante paura di essere vittima di aritmie, ecco perché mi preoccupavo di queste extrasistoli mai avvertite prima in un certo modo). Il medico mi ha prescritto Xanax al mattino ed es-citolapram 5 gocce, per poi salire a 10 dopo una settimana e continuare così fino alla risposta del disturbo. Ho letto che questa categoria di farmaci può causare problemi aritmici, soprattutto se assunta a dosi elevate. Il medico generico mi ha consigliato poi di correggere la terapia eliminando lo Xanax che a suo dire può causati problemi al mattino con il lavoro per quanto riguarda sonnolenza e altro, e mi ha consigliato di assumere solo 5 gocce di es-citolapram per un mese per poi vedere come va. Ciò che vorrei chiedere a lei è se esiste una dose limite entro la quale questo farmaco può causare problemi aritmici anche pericolosi o se questo rischio è correlato solo a pazienti che già soffrono di patologie sottostanti scoperte tramite eco o ecg.. a se nonostante ciò, in cardiologia è raccomandato assumerlo o meno. Glielo chiedo anche a fronte di queste scariche di extrasistoli che avverto, non vorrei che il farmaco andasse ad alimentate problemi al cuore. La ringrazio

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
a quei dosaggi consigliati non provocano assolutamente problemi di ritmo.
lo pr scrivo anche io a tantissimi pazienti cardiopatici

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
499342

dal 2018
La ringrazio infinitamente dottore. Il suo consulto mi ha dato tanta sicurezza e tanta fiducia in più nell'iniziare questo percorso terapeutico. Dunque sia a 5 che a 10 mg non dovrebbe causare problemi del ritmo? (parliamo nello specifico del farmaco Cipralex e dell'intervallo qtc che, come riportato dal bugiardino, allungandosi può provocare disturbi anche Seri del ritmo) .. Ovviamente aumentando la dose, il rischio aumenta.. Mi corregga se ho detto una qualche sciocchezza. Oltretutto dottore non comporta alcun che di significativo in relazione alle extrasistoli che avverto o a qualche lieve tachicardia dovuta ad ansia? È un disturbo che mi sta compromettendo gran parte delle mie giornate e sta diventando abbastanza difficile conviverci, ho bisogno di sicurezza nell'iniziare la terapia. Mi scusi per la ridondanza e grazie ancora per la risposta.

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
l allungamento del Qt con questo farmaco è segnalato per dosaggi elevati.

Ad ogni buon conto dopo 7-10 gg dall inizio, se si vuole sentire piu tranquillo, esegua un banale ECG

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
499342

dal 2018
La ringrazio dottore. Seguirò il suo consiglio e ripeterò un ecg dopo 10 giorni dall'inizio della terapia. Intanto ho ripreso appuntamento dal medico per valutare e confermare la terapia. Vorrei chiederle Un'ultima cosa dottore: le extrasistoli che avverto, se non si presentano in maniera isolata e cioè una decina di volte al giorno e lontane tra loro, possono avere pericolosità? Mi spiego meglio: se inveve di avvertire una extrasistole la mattina una la sera e una il pomeriggio, io ne avvertissi una decina o più solo di sera, e a distanza di pochi battiti l'una dall'altra, potrebbero essere pericolose? Sarebbe il caso di documentare con un ecg in PS se mi venisse questa "scarica" di extra? La ringrazio ancora

[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Nessun problema.
Eviti di intasare il pronto soccorso per sciocchezze come queste

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#10] dopo  
499342

dal 2018
La ringrazio dottore. Cercherò di controllare la mia ansia e non allarmarmi. Per quanto riguarda i potenziali tardivi (eseguiti in seguito a riscontro di bbdx incompleto) è vero che danno una stima del rischio di aritmie pericolose dottore? Il mio medico disse di sì ma che non c'era motivo di allarmarsi più di tanto.

[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Concordo con il suo dottore

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#12] dopo  
499342

dal 2018
Dunque dottore non rappresenta un fattore di rischio in più? Qualche extra vebtricolare in relazione a questi potenziali tardivi positivi non desta preoccupazione?

[#13] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile utente,

lei non mi ha inviato con copia ed incolla il risultato del risultato dei potenziali tardivi.
Se vuole che mi esprima me li mandi

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#14] dopo  
499342

dal 2018
Durata del qrs filtrato 129 ms
Rms 40 ms= 16 mv
Durata dei potenziali <40 = 42 ms
Conclusioni: positività per tre punti

Mi perdoni se ho scritto qualcosa di incomprensibile ma ho ricopiato il referto che è stato scritto a mano e a tratti poco leggibile. Tengo a precisare che il referto risale all'anno 2013
Cosa mi dice a riguardo dottore? La ringrazio per la sua risposta

[#15] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
E' opportuno che magari lo ripeta.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#16] dopo  
499342

dal 2018
La ringrazio dottore, farò come dice. Se mi permette, per quale motivo dovrei ripeterlo? È un esito preoccupante? Il resto degli accertamenti fa me svolti sono sempre risultati negativi, le ripeto solo il bbdx incompleto all'ecg. Grazie

[#17] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non e' preoccupante, ma val la pena ripeterlo dato che e' un esame non invasivo e del tutto innocuo.
Quando avra' il referto me lo invii scannerizzato in originale, grazie

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#18] dopo  
499342

dal 2018
Va bene dottore. Ma grazie a lei!! Buona giornata

[#19] dopo  
499342

dal 2018
Dottore mi perdoni se la riscrivo. Ho effettuato un ecg per valutare l'inizio della terapia ansiolitica. Il qt è di 330 ms a riposo con qtc di 390. Volevo chiederle: il valore veritiero di riferimento del qt e qtc è quello a riposo giusto? Poiché ho notato su altri tracciati in cui avevo il battito abbastanza accelerato (frequenze di 112 bpm e di 108 bpm) che il qtc è più alto. In questo caso, vale ugualmente come valore? La ringrazio per la risposta

[#20] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Mi ascolti bene.
Questo e' il ventesimo post.

Io non posso stare dietro alle sue patologie psicologiche.

HA valori NORMALI.

con questo la saluto e concludo il mio consulto.
Puo' chiedere altri pareri agli altri cardiologi dal sito.

cordialita'

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza