Utente 463XXX
Buongiorno dottori,
Allora sabato sono andata al Ps perché dalla mattina avvertivo tachicardia e dolore e debolezza al petto e al braccio sx.
Appena arrivata in Ps mi hanno fatto un ecg e rilevato 154 battiti al minuto ma solo tachicardia sinusale, gli esami del sangue sono risultati a posto. Mi hanno prescritto holter 24 ore, che ho prenotato e farò a fine mese, e mi hanno detto che se si dovessero ripresentare i dolori di tornare in PS.
E da ieri che in realtà anche il minimo sforzo mi scaturisce un dolore, oppressione al petto e al braccio sinistro che si estende dalla spalla, scapola e alla mano. Il dolore al petto mi prende la parte centrale fino alla bocca dello stomaco e diciamo il lato sinistro. Il dolore non si calma a riposo. Ieri il dolore al braccio è spalla è rimasto finché non mi sono addormentata e oggi al mio risveglio non lo avevo ma è bastato un minimo sforzo per farlo ricomparire. Avverto anche un po' di nausea e sicuramente questa sensazione mi spaventa e mi agita.
Dice che è il caso di tornare in PS o posso aspettare il 31 luglio per fare l holter? Può essere angina pectoris? Grazie mille dottori.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Mi pare , da cio' che lei scrive, che il suo dolore sia da periartrite scapolo omerale.
Il suo Medico potra' confermare queasta ipotesi semplicemente vistandola e somministrandole dei banali antiinfiammatori

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 463XXX

Perfetto dottore, grazie mille per la celere risposta.
Buona giornata.