Utente 506XXX
Buonasera gentili dottori,
Scrivo nella speranza che dei professionisti possano finalmente darmi una risposta è una soluzione.
Breve escurs, ho 28 anni, fino a 3 anni avevo la pressione alta, sono finito in pronto soccorso per delle crisi ipertensive (170-90, 200-100) le crisi si risolvevano senza farmaci. Il mio medico allora iniziò a farmi provare la pressione 3 volte al giorno, con risultati tendenzialmente alti (la media era 130-85) arrivava anche a 120-70 ma poteva arrivare anche a 140-90. Così come i battiti erano sempre alti 90-100. Allora il mio medico decise di farmi fare degli esami specifici, però prima ancora di farli, una notte ebbi un dolore intercostale che mi sveglio (fu un dolore che duro meno di 5 secondi) continuai a dormire poiché abituato ai dolori dell’ernia iatale(di cui soffro). La mattina dopo però mi sveglio un po’ stordito, nei giorni seguenti inizio a sentire il mio corpo cambiare battito a 60/70 (mai avuto) pressione tendenzialmente bassa, cali di pressione, freddo...l’estate di quell’anno inizio ad avere vertigini con il caldo e gonfiore addominale, al limite dello svenimento, pallore e tremori. Ecco da quel giorno tutto è cambiato, inizio a fare gli esami cardiologici ecg, ecg ciclometrico, holter ecg tutti nella norma, allora il medico non si spiega questo cambiamento e mi fa fare una Rmn cardiaca risultata nella norma, dice che a quel punto pensa ad un infarto subendocardico, non so esattamente cosa sia, però il mio medico ritiene che sia l’unica cosa plausibile perché non si vede nulla dagli esami. Ora vi chiedo, sono destinato a stare così? È una diagnosi condivisibile?
Conosco delle persone infartuate ma non stanno così male, cosa pensate possa fare? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non penso che un medico possa fornire una diagnosi così strampalata .
Anche perChe lei segnala valoro di frewquenA e di pressione normali, cosi come tutti i numerosi esami che ha eseguito

Mimpare che lei abbia una notevole componente ansiosa

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 506XXX

Inanzitutto la ringrazio per la risposta,
In secondo luogo, con tutto il dovuto rispetto, io non le ho indicato i valori attuali, che si aggirano sui 105/60 tutto il giorno e non mi fanno stare in piedi, sopratutto dal pomeriggio alla sera, è sempre con il dovuto rispetto, a 28 anni non riuscire a stare in piedi non è una cosa normale e la componente ansiosa c’entra poco. Oltretutto tutto cio è successo da un giorno con l’altro in seguito ad un dolore intercostale notturno.
La mia Rmn cardiaca è normale,così come gli esami ematici, non trovano la causa della mia ipotensione e della mia sporadica bradicardia oltretutto sintomatica. Secondo lei cosa può portare il cuore da un giorno con l’altro a cabiare così ed invalidarmi così tanto?
La ringrazio

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il suo cuore va benissimo ed i valori pressori sono normali per una persona giovane e con questi caldi
Beva almeno due litri di acqua al di e mangi più salato
Tutto qui

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza