Utente 502XXX
Salve gentili Dottori, mi sono già rivolto altre volte a questo sito traendone enorme beneficio, pertanto eccomi di nuovo qui a richiedere un ulteriore consulto, spero nella sezione corretta. Premettendo che sono un ragazzo, di 25 anni, infermiere (e probabilmente non a caso), ipocondriaco e ansioso in cura con Zoloft 100mg e che in questi due mesi passati ho passato il periodo più brutto e stressante della mia vita avendo avuta una bruttissima ricaduta di ansia da malattie (dal quale sto piano uscendo solo da poco) che appunto mi ha portato a riniziare terapia con SSRI, riporto ciò che mi accade ultimamente. Da qualche giorno ho una quasi costante sensazione di peso sul petto ed una percezione di respiro "difficoltoso", poco efficace, fame d'aria, nonostante non emetta sibili o rantoli udibili senza ausilio di fonendoscopio durante l'atto respiratorio. Oltre a questi sintomi ogni tanto sento dei dolori in prossimità del cuore più o meno forti ma episodici ed un cardiopalmo spontaneo. La cosa strana è che quando dormo o sono distratto tutto ciò non lo percepisco ma anzi se pratico attività fisica al di fuori del semplice "fiatone" e tempo di recupero un pò più lungo, non essendo io allenato, non presento nessuno dei sintomi sopra citati. Spesso questi sintomi mi sfociano in principi o veri e propri attacchi di panico per la mia delicata situazione psichica, ma questi ultimi vengono sempre dopo la percezione del respiro "poco efficace", dell'oppressione o dei dolori toracici, non ne sono mai la causa diretta. Anzi talvolta per calmarmi faccio ricorso a 15-20 gocce di Lexotan traendone apparentemente beneficio. Aggiungo che 2 settimane fa circa ho effettuato analisi del sangue con elettroforesi proteica, VES, PCR, Calcemia ed elettroliti, emocromo, funzionalità epatica e renale tutti nella norma; inoltre circa 5 anni fa effettuai ecg da sforzo ed ecocuore tutti nella norma anch'essi. Alla luce di quanto da me scritto e nei limiti del consulto online chiedevo se tutto ciò potesse essere riconducibile al mio stato di ansia ed apprensione verso il mio corpo ed i suoi segnali o se alla base potesse esserci il sospetto qualcosa di organico (la mia ipocondria mi porta automaticamente a pensare a dispnea derivante da problemi cardiaci, insufficienza cardiaca, tumore polmonare, linfomi oppressivi del mediastino, bpco ecc...) anche alla luce degli esami da me effettuati e del fatto che se dormo o pratico esercizio non sento assolutamente nulla di particolare.
Grazie dell'attenzione e del servizio che offrite.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Assolutamente disturbi legati alla sua ansia.
Se possibile cambi lavoro

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 502XXX

Mi ha sinceramente strappato una grassa risata Dottore ed avrebbe pienamente ragione. La ringrazio per la risposta, gentilissimo.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Utente 502XXX

Buongiorno Dottore, mi scusi se la disturbo di nuovo ma vorrei cortesemente un ulteriore parere. Ieri sera sono andato a correre dopo mesi di quasi completa inattività fisica e dopo 10 minuti circa ho iniziato a sentire un lieve dolore al centro del petto (non si irradiava nè al braccio sx nè al giugulo) diventato via via sempre più forte, ma che si alleggeriva, fino a passare del tutto, quando dalla corsa passavo alla camminata. Inoltre a fine allenamento questo dolore sembrava essere decisamente più lieve e quasi sparito, anche durante la corsa. Preciso che la mattina di ieri ho effettuato esercizi di corpo libero e salti sul posto non percependo assolutamente nulla di simile ed anche ultime volte che ho praticato running, ovvero circa 3 mesi fa, non ho mai avuto questo tipo di dolore. Potrebbe essere dovuto al poco allenamento ed essere quindi natura muscolo articolare a livello dello sterno e dei muscoli respiratori o potrebbe trattarsi di un problema cardiaco?
La ringrazio ulteriormente per l'attenzione.
Cordiali saluti

[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Robabilmente al poco allenamento, ma non per cause cardiache

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza