Utente
Gentili dottori, quattro anni fa, dopo un periodo di frequente tachicardia, feci una visita con ecocardio in libera professione in uno studio privato.
Non evidenti anomalie della cinetica ventricolare sx. Valvola mitrale caratterizzata da lieve ispessimento dei lembi, mobili, con atteggiamento a prolasso a carico del lembo anteriore, senza raggiungimento di significatività. Lieve estroflessione del setto interatriale, che appare continente. Sostanzialmente nella norma le restanti strutture esplorate. Insufficienza mitralica di grado minimo. Atrio sx: 28mm, Dtd ventricolo sx: 46 mm, Dts ventricolo sx: 26 mm. Il cardiologo mi consiglia di prendere: o il verapamil, o betabloccante, o biancospino. Io prima di iniziare un farmaco provai il biancospino, la tachicardia diminuì, battito più regolare. In merito al referto di insufficienza mitralica, lui non diede importanza, quindi tornai a casa tranquilla. L’anno scorso ritornai per un controllo: ecocardio invariato. Mi consigliò betabloccante o biancospino come la volta prima senza accenno al verapamil. Nel frattempo la tachicardia ricompare, battiti a 90/95, anche 115, alternando a momenti di pulsazioni intorno ai 75/80. (Non ho mai preso il betabloccante). Un mese fa, durante un picco di febbre a 38,5 a causa dell’influenza, mi andò il battito a 130 pulsazioni! Con l’effetto del paracetamolo, il battito scese.Il mio medico di base mi dice che devo prendere assolutamente il betabloccante se non voglio rischiare una fibrillazione. Faccio un ecocardio in libera professione nella rinomata cardiologia di un ospedale. Cavità Vsx di normali dimensioni, conservato spessore parietale, funzione sistolica globale conservata. Normali indici di funzione diastolica. Valvola aortica normoconfigurata, cuspidi sottili, mobili. Radice aortica e segmenti intratoracici di normali dimensioni. Atrio sinistro normali dimensioni (25ml), apparato mitralico di normale ecostruttura, sezioni destre nella norma, descrizione pericardio di normale ecostruttura. VENTRICOLO SINISTRO: Dtd 41 mm- Dts 31mm. Conclusioni: ventricolo sinistro di normali dimensioni e spessori, buona funzione sistolica globale in assenza di deficit della cinesi segmentaria. Normali indici di funzione diastolica. Atrio sinistro di normali dimensioni. Normale morfologia e movimento dei lembi valvolari mitralici. Sezioni destre nei limiti. Non alterazioni flussimetriche di rilievo a carico degli apparati valvolari. Normale patterns velocimetrici. Il cardiologo che mi dice che ho un cuore sanissimo, che non c’è prolasso ed insufficienza mitralica! Ma nemmeno atteggiamento a prolasso della mitrale. La cura che mi prescrive è calare di peso e camminare. E se avessi preso il betabloccante o il verapamil? Cosa sarebbe successo? Ho in mano due pareri discordanti e non so realmente la verità. Cosa mi consigliate di fare in base alla vostra esperienza? Premetto che ho la fibromialgia e non assumo farmaci.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
"o il verapamil, o betabloccante, o biancospino."

Non ho parole...

lei ha entrambi le ecografie normali....tutti i valori di frequenza sono normali :non deve assumere assolutamente alcunche'

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore, la ringrazio infinitamente per la sua immediata risposta! Quindi lei, oltre a non assumere farmaci, non farebbe un'altro ecocardio in un altro centro ospedaliero come prova definitiva che il mio cuore funziona in maniera regolare? grazie mille!

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La programmi pure , ma con tranquillità

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza