Utente
Mio padre di 77 anni ha eseguito una visita cardiologica, un elettrocardiogramma ed un ecocardiogramma. Nel referto conclusivo si legge: 'scompenso cardiaco con frazione di eiezione depressa (HFmrEF, fe 40-49)'. Inoltre si legge: 'ectasia del bulbo e dell'aorta toracica ascendente'.
L'ecocardiogramma dice: 'ventricolo sinistro lievemente ingrandito con ipertrofia eccentrica a carico delle sue pareti; indici di funzionalità sistolici, sia ad espressione radiale che longitudinale, inizialmente depressi. Alterata fase diastolica a tipo pattern di I con pressioni di riempimento del ventricolo sinistro stimate nella norma.
Sclerosi mitro-aortica non emodinamicamente significativa. Ectasia di bulbo e del tratto di aorta toracica esplorabile ma con valvola continente.'.
In effetti negli ultimi tempi vedevamo mio padre affaticato, col fiatone se deve camminare o fare le scale, sonnolente e meno attivo. Anche le caviglie presentano un po' di edema.
Al momento il cardiologo gli ha consigliato di dimagrire visto che è di 106 chili, ma fino ad un annetto fa era di 102. Mio padre non ha la pressione alta anzi a volte quando gliela misuro a casa è bassina. Ha invece a volte tachicardia. Dal cardiologo la pressione era buona.
Ha anche una insufficienza renale II stadio.
Il cardiologo gli ha confermato la terapia con farmaci per colesterolo e trigliceridi ma non ha dato altro, mi aspettavo un diuretico per gli edemi. Non so se li ha visti.
Non capisco però questo quadro cardiologico. Parlando di scompenso cardiaco e leggendo qua e là mi sono molto spaventata. Si parla su Internet di prognosi negativa e addirittura di sopravvivenza a meno di due anni dalla diagnosi!
Potete aiutarmi a capire?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La diagnosi di scompenso cardiaco è una diagnosi molto grave perché la prognosi è molto severa.
Al momento attuale la terapia medica tuttavia permette una qualita e quantità di vita estremamente più lunghe rispetto solo a 20 anni fa.

Sono tuttavia pazienti nei quali la terapia deve essere attentamente prescritta , come un sarto, addosso al .
paziente

La obesità non giova certo al cuore di questo paziente, cosi come la sedentarietà o peggio l abitudine al fumo assieme alla eta, dovrebbero farle prore alcune riflessioni.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Quello che mi dice mi spaventa molto. Quindi è in pericolo di vita?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi scusi ma lei legge le mie risposte?
...al momento attuale etc etc ...

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
Mi deve perdonare ma ho letto che la diagnosi è molto grave così come la prognosi.
E tra l'altro ho letto 1 o 2 anni di vita su qualche sito nel frattempo.
Mi può dare ulteriori informazioni per aiutarmi a capirne di più.
Lo so che per voi medici è difficile soprattutto da una postazione lontana.
Grazie

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Vede a parte l’amore frazione di eiezione che lei ha indicato non ho altri parametri fondamentali per darle un parere che abbia senso...manca infatti la funzione renale, la presenza di altre malattie come il diabete, la ipertensione,,il risultato di una coronarografia, la terapia in atto. .

Tra l altro la funzione ventricolare sinistra che lei indica non è malvagia per un uomo così anziano.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente
Ha ragione. Quello che le posso dire è che ha una insufficienza renale al 2 stadio, non è iperteso, non è diabetico. Soffre però di sindrome frontale con deperimento cognitivo, un linfoma cutaneo a cellule T però sotto controllo e Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva. Lieve anemia secondaria Hb 12,3 creatinina 1 e gfr 70 come da esami di dicembre.
La terapia che assume è:
Seroquel 25 mg (sindrome frontale)
Plavix
Torvast 10 mg (1/2 cp la sera)
Fulcro
Urorec 8 mg (prostata)
Avodart (prostata)
Adesso Torvast e Fulcro verranno sostituiti da GOLTOR come da indicazioni del cardiologo.
Grazie

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Quindi è un paziente molto impegnato su molti fronti .
Nessuno dei farmaci che assume ha effetto sul cuore se non l antiaggregante , quindi non mi pare che segua alcuna terapia antiscompenso al momento

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente
Esatto. Infatti non capisco come mai. Ripeto io non c'ero alla visita perché a casa con le febbre. Papà è stato accompagnato da mia madre, entrambi 77enni. Per questo sono turbata e non capisco nulla di ciò che sta succedendo.

[#9]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Si figuri io....

Saluti
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#10] dopo  
Utente
Quindi in questi casi si dà subito una terapia se capisco bene?

[#11]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Se ha sintomi come lei mi dice ovviamente si.
Lei scrive che ha dispnea m nel cammini andrà curato.
La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#12] dopo  
Utente
Sì capisco. Che mi consiglia di fare a questo punto? Ritornare dal medico? Rifare gli esami? Cambiare cardiologo?...