Utente 526XXX
Gentile dottore,

dopo un periodo di forte stress durato più o meno un anno (ho perso il mio papà e contemporaneamente abbiamo scoperto con mia moglie di aspettare una bambina, con una gravidanza un po "travagliata") a seguito di un evidente dimagrimento, il medico generico ha suggerito le analisi di routine.
Da queste ultime si è riscontrato tutto nella norma ad eccezione di:
Colesterolo totale 224 mg/dl
Colesterolo non-HDL 165 mg/dl
e problematiche legate alla tiroide, nello specifico un ipertiroidismo dovuto ad una infiammazione della tiroide con valori di TSH bassi e FT3 e FT4 alti, per cui sono in cura con tapazole 2cps/die.
Per completezza riporto gli altri dati del profilo lipidico:
Colesterolo HDL 59 mg/dl
Trigliceridi 118 mg/dl.
Premetto che fino a 3 anni fa, prima del matrimonio, praticavo pallavolo a livello agonistico, con visita medico-sportiva annuale. Da 3 anni ho smesso con l'agonismo e conseguentemente diminuito l'attività fisica. Faccio un lavoro sedentario ma pratico saltuariamente sport (calcetto e pallavolo) una volta a settimana. Mi sono completamente fermato dopo la nascita della bambina (gennaio) e sotto consiglio dell'endocrinologo per la questione dell'ipertiroidismo.
Il medico curante non ha dato peso ai valori lipidici, io invece sono preoccupato in quanto mio padre ha avuto un infarto del miocardio a 48 anni tamponato con 2 bypass ed è purtroppo andato via a 66 anni per problemi cardiaci.
Ho effettuato un ECG per il certificato di sana e robusta costituzione subito prima delle analisi, risultato nella norma.
Ho sempre avuto valori pressori nella norma, intorno ai 120-70 55bpm, gli stati d'ansia dovuti alla situazione e l'ipertiroidismo avevano fatto salire i valori medi sui 135-85 70bpm (tengo traccia dei valori di pressione dopo l'accaduto al mio papà), situazione ritornata alla normalità dopo l'inizio della cura con il tapazole.
Seguo la tipica dieta mediterranea e mangio moltissima frutta.
Le mie domande sono:
- possibile che i valori riscontrati e il background sono tali da non far minimamente preoccupare il medico curante?
- stress, tiroide e sedentarietà possono aver influito sui valori lipidici?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Guardi non mi pare che abbia dei valori preoccupanti. Mangi di meno e cammini un ora al di a passo,svelto

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza