Bradicardia

Gentili dottori scrivo per mio Marito che ha 44 anni e ultimamente non sta benissimo, cioè dice sempre di sentirsi stanco e affaticato soprattutto dopo sforzi. Visto che continua ad allenarsi 4-5 volte a settimana con corse di 8-10 Km sono un po preoccupata e vorrei essere tranquillizzata o meno sul fatto che quando dice di sentirsi spossato e che ha paura di avere un attacca di panico (di qui da qualche anno soffre) ha una frequenza cardiaca anche di 45 battiti al minuto (ieri sera diceva di respirare poco e sentire senso di svenimento e aveva 44 bpm disteso a letto). Ovviamente ha già fatto tutto Ecg, Ecg da sforzo, Ecocardio, Holter cardiaco per due volte e addirittura la Tac ma non è stato rilevato nulla. Tuttavia lui dice di avvertire improvvisamente stati di malessere poi però è in grado di correre 5 volte a settimana facendo dagli 8 ai 10 Km, io sono convinta che si tratti di stati forti di ansia ma certo in quel caso dovrebbe avere tachicardia no? Ha una frequenza media di 60-65 battiti ma appunto in alcun casi scende anche a 55-45 bpm, secondo voi dottori si tratta di Bradicardia fisiologica da allenamento (si allena da 7-8 anni circa continuativamente) o è una Bradicardia spia di qualche altra cosa? (comunque non è mai svenuto) I Cardiologi che l'hanno visitato non hanno detto nulla in merito senza prevedere cure. Un ultima domanda... se a 44 anni le frequenze cardiache sono queste c'è pericolo di un impianto di peacemaker in futuro, a che frequenze cardiache si parla di peacemaker? Vi ringrazio perchè lo vedo troppo impaurito e secondo me non c'è motivo!
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,9k 2,9k 2
L' indicazione all'impianto di un PM non sono certo quelle alle quali pensa lei.
Suo marito semplicemente correndo e facendo quello sport ha ridotto la frequenza cardiaca.
Il che non comporta alcun rischio.

Arrievderci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio Prof. Cecchini,
Immaginavo di aver fatto una domanda fantasiosa... tuttavia volevo chiederle ancora, per esserci una reale
bradicardia quale frequenza bisogna avere deve essere costantemente
inferiore ai 60 bpm anche durante le normali attività quotidiane? 60 bpm medi vanno bene con pressione arteriosa 120-80? Infine vorrei gentilmente chiederle il fatto che mio marito continui a dire che da sdraiato o anche seduto avverta il proprio battito cardiaco senza tachicardia e lo avverta nel petto e nella schiena, tanto che a suo dire riesce a contare i battiti senza prendersi il polso può essere sintomo ansiogeno o è questione cardiologica? Dagli esami fatto qualche mese fa non è risultato come detto nulla. La ringrazio ancora.
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,9k 2,9k 2
I cuori sani ed allenati hanno un numero di battiti basso che si elevano in caso di esercizio fisico, fisologicamente.
Il fatto che suo marito avverta le pulsazioni e' legato che a frequenze basse aumenta il tempo di riempuimento del ventricolo sinistro il quale quindi ogni volta che si contrae pompa una maggiore quantita' di sangue. E' fisiologico

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test