Forti dolori al centro del petto dopo una semplice camminata, cosa può essere ?

Salve,
da qualche settimana ho uno strano disturbo che vorrei capire bene cosa può essere.
Dopo una camminata di circa 500 metri sento dei forti dolori al centro del mio petto, che si allargano verso l'alto, che mi impediscono letteralmente di continuarmi a muovere. (Ho 50 anni e sono da sempre un grande camminatore).
Mi devo fermare, preferibilmente sedermi, riposarmi, attendere che il dolore scompari, che effettivamente scompare dopo qualche minuto (e totalmente) e quindi riprendere a camminare.
Quindi riprendo a camminare, dopo 50 -100 metri il dolore ritorna ed io devo ripetere la cosa, cioè fermarmi ecc. ecc. . . . E questo anche negli altri 50 -100 metri successivi (di volta in volta) .
Ne avevo provate tante, ho eliminato totalmente il caffè dalla mia dieta, il fumo (poco) delle sigarette, ho fatto ginnastica ma il problema è rimasto...
Alla fine l'unica cosa che sembra mi stia facendo bene è il mangiare di meno e mettendomi a digiuno (neanche a dieta) , in quanto ho valutato che negli ultimi mesi mi sono un pò appesantito. . .
Mi sono messo a digiuno, bevendo solo una tisana al giorno e senza zucchero.
Mi sono rifatto la mia consueta passeggiata e non ho avuto più dolori.
Può essere che il semplice sovrappeso sia la causa?
Ho notato tra l'altro che se riprendo a mangiare (e pure in maniera normale! ) qualche piccolo fastidio al petto ritorna.
Cosa ne pensate? Quali altre cause o concause posso esserci? Che consigli potete darmi?
E' ovvio che al più presto andrò a farmi visitare per bene dal mio medico. . intanto se qualcosa potreste dirmi anche voi.
(Avevo anche pensato alla questione del Covid19, ma non ho tutti gli altri sintomi tipici di questa problematica).
Grazie.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 70k 2,6k 2
Lei e' un uomo di oltre mezza eta' sovrappeso e fumatore.
Lamenta dei dolori tipici per angina pectoris di recente insorgenza dei quali deve informare immediatamente il suo medico curante.
Al massimo lunedi mattina se non telefonicaemnbte anche stasera o domani.
Nel frattempo stia a riposo completo, evitando sforzi e freddo ed assumendo piccole dosi di aspirina e gettando immediatmente le sigarette
Dovre' eseguire urgentemente un visita cardiologica con ECG Ecoloordoppler cardiaco ed una prova da sforzo.
Se notasse che questi dolori si facessero piu fitti ricorra immediatamente al Pronto Soccorso

Se vuole ci tenga informati

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Molte grazie dr. Cecchini , seguirò sicuramente i suoi consigli .
Spero molto che si tratti di qualcosa di facilmente risolvibile.
Ho anche pensato a cibo cucinato male che mi mi ha messo in grande disordine l'apparato digestivo influendo poi su quello circolatorio ...
Per ora la saluto.
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 70k 2,6k 2
Guardi lei ha probabilmente un'angina instabile che necessita di immediata conferma dignostica e di terapia.

Non sottovaluti la cosa . E mi faccia sapere se vuole.

Devono essere fatti esami in tempi brevissimi, anche con un ricovero.

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottore tutto sotto controllo !
Sostanzialmente è stata colpa del sovrappeso.
Seguo e devo seguire per molto tempo RIGIDA dieta ( ho già perso molti kili e sto già molto meglio ) e inoltre devo fare sport COMPLETO e non solo camminare.
Grazie mille per il traghettamento ! : - )
Arrivederci !
[#5]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 70k 2,6k 2
mi pare,che lei sottovaluti la,cosa.

la saluto

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa