Ipertensione e nuoto agonistico

Salve,
un paio di mesi fa sono stato 'bocciato' alla visita medica per l' attività agonistica (nuoto) per una pressione rilevata sia in clino che da seduti di circa 150/105, con ECG normale.

Ho effettuato diversi esami: sangue e urine completi, ecocardio tutti nei limiti e cominciato a misurare la pressione giornalmente (3v al giorno tre misurazioni per volta)
Fatto un testo ergometrico, protocollo di Bruce, che ha dato come risultato: pressione a riposo 140/90 alla fine dello stadio 3 era 190/100.
Asintomatico, no aritmie, no alterazioni di tipo ischemico, buona capacità lavorativa, profilo pressorio di tipo ipertensivo.


Comincio terapia con 1/2 compressa di GIANT 20/5 al giorno.
Le rilevazioni giornaliere si abbassano di molto (mattina 114/69 - pomeriggio 118/61 - sera 115/69) eseguo un holter che non da problemi tranne che per un 154/97 mentre facevo colazione, 155/64 mentre facevo carburante e un 163/93 mentre facevo le scale per tornare a casa)

Eseguo nuovamente una prova sotto sforzo, in vista di una gara di nuoto e in considerazione delle 3 settimane di terapia con mezzo GIANT ed ottengo un risultato peggiore:
parto da 150/90 e arrivo allo stadio 4 a 240/100.
Ottima capacià lavorativa nessun segno di ischemie, aritmie e risposta cronotropa normale.


Il medico che fa il test mi suggerisce di incrementare il dosaggio e di integrare anche dei betabloccanti: che pero' sarebbero doping.

Mi chiedo: come mai la PA max è addirittura aumentata, sotto terapia?

E' preoccupante il valore di 240/100?
Se sul tapis roulant arrivo a questo valore, in piscina con allenamenti e gare molto piu' pesanti, sono a rischio infarto?

I betabloccanti mi aiuterebbero davvero?


grazie infinite per l' aiuto che potrete darmi
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,7k 2,9k 2
lei è un uomo di oltre mezza età con valori pressori NON controllati.
Il Giant ovviamente non la copre come lei stesso dice.
e il beta bloccante da solo od in associazione è il farmaco di scelta per evitare conseguenze disastrose della ipertensione.

ovviamente il beta bloccante è considerato doping e pertanto non potrà fare certificati agonistici, mentre il nuoto le farà solo del bene

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dr. Cecchini,
Vorrei cercare di argomentare qualcosa, ma oggettivamente, anche dalla perentorietà della Sua risposta, sono in difficoltà.
Solo una cosa: sono a rischio infarto ? Sotto sforzo intenso, qual è un valore sistolico che si possa dire fisiologico ?
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,7k 2,9k 2
Se ha valori cosi' elevati ovviamente e' a rischio elevato cardiovascolare.
Quindi lei deve essere curato bene, con farmaci che le portino i valori al di sotto dei 130/80 mmHg.

Gli sforzi intensi non fanno bene a nessun cuore, tanto e' vero che gli animali non li fanno se non per mangiare o non essere mangiati.

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dr. Cecchini,
attualmente sono in terapia con bassi dosaggi: 1/2 compressa Giant 20/5 e mezza di Congescor 2,5, i valori pressori sono ampiamente sotto 120/80, anzi, direi che gravitano nell' intorno dei 110/70, spesso arrivo a 60 di diastolica.
Nonostante siano passati quasi due mesi, accuso capogiri quasi ogni volta che mi alzo da una sedia o da un divano, anche se credo che ormai mi sia abituato all'introduzione di questi farmaci.

Volevo chiederle, visto anche che le temperature cominciano ad essere elevate dove vivo (22 C. in questi giorni ), potrei eliminare il betabloccante, magari aumentando il GIANT a una compressa intera ?
Ovviamente per essere assolutamente tranquillo, farei un altro test sotto sforzo per accertarmi che tutto sia a posto.

grazie sempre per la Sua disponibilità
[#5]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,7k 2,9k 2
Se mai puo dimezzare la dose di beta bloccante, ma non lo interromperei.
Il GIANT, contenendo un vasodilatatore (amlodipina) puo creare ipotensione specie nei mesi caldi, quindi magari converrebbe assumere solo il sartano senza amlodipina.

Ma certo non posso dirglielo io, ma il suo Medico
Cerchi di bere almeno due litri di acqua al di

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

L'ipertensione è lo stato costante di pressione arteriosa superiore ai valori normali, che riduce l'aspettativa di vita e aumenta il rischio di altre patologie.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test