x

x

Indicazione studio elettrofisiologico transesofageo

👉Scopri come misurare la saturazione e come interpreare i valori

Buongiorno,
nel dicembre 2018 mi è stato impiantato un loop recorder per cercare di rilevare delle tachicardie di breve durata.
A giugno 2019 è stata individuata una forma di tachicardia sopra ventricolare, e a dicembre 2019 mi sono sottoposto allo studio elettrofisiologico con ablazione, e al termine del ricovero sono stato dimesso con la seguente diagnosi e senza nessuna terapia da seguire:
"
tachicardia reciprocante atrio-ventricolare nodale atipica (fast-slow) e tipica (slow-fast); ablazione TC con modulazione della via nodale "lenta" efficace.

"

Da allora nel 2020 non ho più avuto tachicardie come avvertivo prima (talmente veloci da non riuscire a contare i battiti, con durata di circa 4/5 minuti), ma delle brevi sequenze di battiti che il cardiologo, osservando il loop recorder, ha definito brevi "run" con ritmo sinusoidale; nel 2021 queste sequenze di battiti si sono fatte un po' più frequenti (finora da inizio anno ne ho avute 5), così il cardiologo mi ha messo in lista d'attesa per lo studio elettrofisiologico transesofageo per vedere se ci possa essere un recidiva dell'aritmia.


Devo ammettere che non me l'aspettavo perché pensavo la situazione fosse più tranquilla e vorrei chiedere se effettivamente conviene fare quest'esame (e perché non quello fatto attraverso le vene)?

Inoltre sapreste dirmi come si svolge l'esame, se è più o meno sopportabile rispetto all'altro, più o meno rischioso?
Inoltre comporta problemi di nausea, nel parlare (ad esempio per segnalare un problema al medico) o respirare?

Infine, quest'esame dura molto come l'altro?


Ringrazio anticipatamente per la disponibilità.


Andrea
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 91.5k 3.2k 2
A parte il fatto che dovrebbe essere il medico che glielo ha proposto a spiegarle come viene eseguito, l' esame si svolve con un piccolo tubicino che si inserisce in una narice e si spinge nell'esofago in modo da posizionarlo dietro l'atro. Dopo di che si somministrano degli stimoli elettrici attraverso quest piccola sonsa ( che si avverte come un solletico...)

Meglio una pizza ovviamente , ma niente di drammatico

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio dottore,
purtroppo a volte è difficile riuscire a parlare con calma un medico. Se posso chiederle un'ultima cosa, quanto dura all'incirca quest'esame (ricordo che quando ho fatto l'ablazione è durato quasi 3 ore, ma spero di cavarmela con meno tempo questa volta)?

Grazie ancora,
Andrea
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 91.5k 3.2k 2
10-15 minuti

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio.
Saluti,
Andrea