Utente 205XXX
Buongiorno
Circa due mesi fa mi è stato diagnosticato emorroidi interne di 2-3 grado con trombosi esterna.
Cura prescritta: Proctofhoam per 10gg dopo di che Mesaflor per 1 mese. Patsiglie Arvenum per 1 mese e fibre.
Sconsiglio altamente il Mesaflor creava liquidi all'interno dell'intestino e acutizzava il bisogno di evacuazione. Ho resistito finchè ho potuto.
Circa dopo 1 mese la situazione si era calmata ma con mio stupore si era irritata un altra parte del retto creando un'altra emorroide questa volta esterna. Purtroppo nella mia ignoranza pensando che fossero interne tentavo di rimetterle manualmente in sede ma facendo così ho creato solo problemi la zona ha perso circolazione, tant'è che mi era diventata quasi rosa chiaro. Questo due settimane fa.
In queste due settimane ho nuovamente iniziato la cura, utilizzando crema venolen (FA MIRACOLI), Bustine OKI dopo ogni evacuazione, fibre e arvenum.
L'emorroide finalmente ha ripreso un colore rosso scuro, è notevolmente diminuita e il dolore è scomparso.
L'unica cosa che è rimasta è una specie di "ciste" dura abbastanza evidente. Non fa male e penso che diminuirà. Intanto reduce dalle precedenti esperienze l'unica cosa che faccio è quella di massaggiare delicatamente con le dita la zona per la stimolare la circolazione.
Quanto ci vorrà secondo voi per far sì che la zona sia completamente ristabilita? Il 13 di luglio dovrei partire per il mare e non vorrei arrivare a quel giorno con il problema.
Settimana prossima ho l'appuntamento con il proctologo.
Grazie

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Innanzitutto la invito a non dare giudizi assoluti sui farmaci: chi legge potrebbe pensare che sia vero cio' che dice, mentre in realta' e' vero soltanto nel suo caso. Ogni paziente e' diverso da un altro, per cui cio' che va bene per uno puo' non andar bene per altri, e ovviamente viceversa. Lei puo' dire "questo farmaco a me ha dato benefici" oppure "quest'altro mi ha creato tanti problemi"; ma sapendo appunto che su altre persone gli effetti potrebbero essere anche completamente opposti non bisogna mai generalizzare, specie su un sito a grande diffusione come questo sul quale ci troviamo a scrivere.
Riguardo al suo problema credo che, se si tratta di una trombosi, per il 13 luglio dovrebbe essere ormai tutto a posto. Resta da verificare se non vi siano altre cose concomitanti, ma per questo sara' senz'altro dirimente la visita che fara' dal Proctologo la settimana prossima.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente 205XXX

Ringrazio per aver risposto. Il chirurgo che mi ha visitato la seconda volta per un accertamento riguardo ad una possibile operazione ha caldamente sconsigliato il Mesaflor.
Mia madre ha avuto lo stesso problema e con la stessa cura prevista, ha avuto problemi con il Mesaflor. Non sono a conoscenza delle reazioni che ha avuto il farmaco su altri pazienti ma la cosa abbastanza strana e che sia stato il chirurgo a sconsigliarmi quel farmaco.
Gli effetti di quel farmaco sono stati in entrambi i casi:
-Areofagia
-Liquidi nel tratto rettale
-Bisogno di evacuare (dopo aver evacuato)
-Crampi addominali
Settimana prossima alla visita successiva chiederò....grazie
AGLI UTENTI CHE LEGGONO: LO SCRIVENTE HA ESPRESSO UN OPINIONE PERSONALE. RIVOLGERSI AL PROPRIO MEDICO CURANTE o SPECIALISTA.

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
In effetti il Mesaflor e' un farmaco che normalmente non viene utilizzato per la cura delle emorroidi, ma nella terapia delle malattie infiammatorie del colon-retto.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente 205XXX

Buonasera dottore
scrivo per dare gli ultimi aggiornamenti sul problema spiegando anche le possibili cause.
Il problema molto probabilmente è stato causato da molteplici fattori:
1)utilizzo di una peretta per evaquare facilmente. Questo creava uno svuotamento improvviso e il retto non era preparato, soprattutto se le feci non erano molli.
2)Alimentazione: avevo cominciato ad assumere proteine del latte tutti i giorni. Scoperto che le proteine a contatto con gli acidi(aceto, limone ecc.) creano innumerevoli problemi e sostanze tossiche nell'intestino con il conseguente infiammazione.
3)Ginnastica. Sebbene gli esercizi che faccio siano normali questo ha causato una pressione sanguigna eccessiva nella parte bassa dell'addome.
4)Continuavo a toccare le emorroidi pensando che fossero interne invece ho crato solo macelli.
Sto usando la crema Venolen che a mio punto di vista fa parecchio perchè oltre ad essere un antinfiammatorio è anche un vasoprotettrice.
Per due settimane non mi sono seduto, o sdraiato o sulla punta della sedia.
Mi è rimasta solo la trombosi indolore che devo tenere sott'occhio perchè l'ho maltrattata. Si sta riducendo e spero che non abbia subito altri danni. Spero solo che per il 13 questo inferno finisca perchè devo andare in ferie. A settembre valuterò l'operazione per fare un bel lifting alla mucosa. Grazie

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Se si tratta solo di far riassorbire una trombosi per il 13 sicuramente non ci sara' piu' nulla...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente 205XXX

Do aggiornamenti: ho finito il ciclo della legatura elastica(3 legature, 1 al mese) e sto divinamente. Grazie mille per l'attenzione mostrata.

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Sono molto contento! Si tratta di un metodo molto valido quando adottato da un proctologo esperto, e i buoni risultati si vedono!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com