Utente
Ormai e' da quando avevo 36 anni che soffro di fastidi all'addome lato sx (colon discendente) ora ne ho 45. Infatti dopo innumerevoli visite fra specialisti generici e del colon tutti concordi nel dirmi che e' sindrome del colon irritabile dovuta molto probabilmente dal fatto che soffro d'ansia generallizzata che sto curando da circa un anno (infatti quando iniziato 10 anni fa mi ritenevo ansioso ma mai ad immaginare questo). Non soffro ne di diarrea e ne di costipamento, vado in bagno regolarmente tutte le mattine, non ho dolori di pancia ecc......solo un leggero fastidio che arriva senza un plausibile motivo per circa 10 gg scopare quando dormo e si ripresenta a meta' giornata lavorativa, per poi scomparire per 1/2/3 mesi. Ultima visita da un noto colonproctologo di Napoli 2 mesi fa mi ha riconfermato quando sopra dovuto appunto ad un fattore ansioso. Mi ha dato il lexil 15 mg da prendere 2 al di per 2/3 gg a scomparsa del fastidio. Funziona pero' poi ritorna come detto dopo un po. Scrivo per avere un-dea forse per aver conforto e diciamocela ho paura del tumore al colon......Lo specialista dopo l'ennesima telefonata e l'ennesima conferma della sua diagnosi capendo il soggetto mi ha detto che se volevo mi prenotava colonnoscopia ma solo per un fatto mio mentale e per tranquillizzarmi perche' apppunto i sintomi a suo avviso e come quelli degli altri specialisti non necessita appunto di tale visita. Mi sveglio con quel pensiero e mi addormento con quello. Amici che hanno fatto colonnoscopia per motivi piu' seri mi hanno riferito che e' fastidiosa la preparazione e fastidiosissima l'accertamento ma non doloroso........insomma non ho coraggio a farla, pero' l'idea mi assilla. Cosa mi consigliate di continuare a combattere l'ansia e che quindi mi fara' smettere di pensare a cose brutte o fare sta benedetta colonnoscopia? Anche perche' mi "fissai tempo fa per la testa" nonostante sconsigliato da neurologi importanti mi feci una tac e risonanza magnetica la cervello. Insomma maledetta ansia ed ipocondria e maledetti tg. Scusate sfogo ed attendo un consiglio utile. Grazie

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Caro signore,
sinceramente confermerei il colon irritabile e non vedo l'utilità di un esame colonscopico.

Se davvero non riesce a superare il problema può optare per una procedura meno laboriosa quale la Colonscopia Virtuale.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Cos'e'in cosa consiste?

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
[#4] dopo  
Utente
Possibile che il "mio colon irritabile" oltre che a darmi fastidi al lato basso sx dell'addome porta alcune voltepicclo dolore testicolo sx o alla parte retrostante dell'addome (schiena sx basssa)??. Possibile che da quando ho iniziato a correre un po tutto questo scompare?La cintola stretta in vita e 4 ore di macchina in media al gg puo' aggravare la situazione? Grazie e scusate la mia maledetta ansia che mi porta sempre a scrivere e domandare. Saluti

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Mi sa che deve farsi visitare da un urologo,
... il dolore testicolare non ha nulla a che vedere con il colon irritabile!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it