Utente
Salve sono un ragazzo di 26 anni.Da qualche tempo noto muco nelle feci quando evacuo,nonché dei fastidi addominali lievi subito dopo l'atto,come se non avessi defecato completamente.Un giorno in corrispondenza di uno sforzo maggiore nella defecazione trovai tracce di sangue miste ai muchi così decisi di iniziare con vari accertamenti.Eseguii 3 mesi fa circa analisi del sangue con valori tutti nella norma,compresa sideremia;un'eco al basso addome che diede esito negativo,nonchè esame coprocolturale delle feci anch'esso con esito negativo.Ho aspettato qualche mese cercando di seguire un'alimentazione più ricca di fibre e povera di grassi,ma il problema del muco restava invariato,anche se di sangue visibile ad occhio nudo non c'è stata più traccia.Ho consultato un gastroenterologo,il quale visitandomi con ispezione rettale,vista la mia giovane età ha cercato di evitare la colonscopia,e di iniziare un mese di cura con ciproxin una volta al giorno,un nexium la mattina e 2 normix durante il giorno,visto che ho avuto un paio di episodi di diarrea per 2 3 giorni,per poi attaccare dopo 5 giorni così con 2 dicoflor per il resto del mese.Tuttavia dopo 2 settimane ,con alvo alternante tra feci dure tipo caprino,feci molle non formate e a volte nastriformi ho deciso di contattare il medico, il quale mi ha consigliato una colonscopia.L'ho eseguita oggi e questi sono i risultati:
"Introduzione facile dello strumento di dimensioni standard per esame pratico in sedazione.Congestione emorroidaria.La mucosa del retto appare intensamente iperemica e congesta con diffuse microerosioni come da proctite erosiva aspecifica.Si praticano biopsie.L'esame viene eseguito fino al cieco senza mettere in evidenza null'altro di patologico.
Conclusioni:
1) colopatia funzionale
2)prolasso emorroidario
3)proctite in attesa di definizione istologica"
La biopsia darà risultati fra 15 -20 gg.
Visto che il dott è stato poco chiaro perchè aveva altre visite da fare,vorrei porvi le seguenti domande:
Cosa bisogna scoprire sulla proctite con la biopsia e cos'è la proctite?
Cosa comporta colopatia funzionale e prolasso emorroidario?
L'esito suddetto può escludere patologie gravi(tumori ecc) o bisogna aspettare l'esito della biopsia?
Ringrazio anticipatamente,cordiali saluti

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, la proctite è un processo infiammatorio della mucosa rettale per il quale la biopsia dà un maggiore approfondimento diagnostico e quindi una terapia più specifica. Non viene sospettato da quello che ci riferisce, alcuna forma tumorale. La colopatia funzionale ed il prolasso emorroidario sono problematiche concomitanti che al momento, per la sintomatologia da lei descritta, hanno minor interesse rispetto alla proctite.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la celere risposta.
Da quello che mi sembra di capire la biopsia servirà solo per individuare la natura e il tipo di infiammazione per iniziare una cura mirata..
Ma quindi dai risultati della colonscopia possiamo escludere altre gravi patologie intestinali?
Le microerosioni e la mucosa del retto intensamente iperemica e congesta sono conseguenze della proctite?
C'è da preoccuparsi osservando i risultati della colon?
Mi scuso se mi dilungo ma il mio dottore e gli infermieri non mi hanno fornito una chiara interpretazione dei risultati.
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Il risultato della colon non fa sospettare patologie tumorali, le lesioni descritte sembrano la manifestazione della proctite per la quale dopo aver ottenuto il risultato delle biopsie, potrà curarla in maniera più mirata.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza