Utente
Spettabili dottori,

è da circa un mese che soffro di una ragade anale, inizialmente intorno il 18 dicembre previa esplorazione rettale mi è stata diagnosticata una profonda ragade anale, la cura iniziale che mi è stata data è stata basata su un preparato galenico con Diltiazem idroclorito mattina sera e i ibuprofene 600 mg due volte al giorno, e tre bustine di Movicol 13.8g 3 volte al di.
Dopo circa un mese di cura ancora oggi non riesco a venire fuori da questo problema anzi nell'ultima settimana mi succedere che dopo l'evacuazione inizia un fortissimo dolore lancinante nel bordo esterno dell'ano come se come se la superficie anale iniziasse a tirare fortemente la pelle facendomi sentire un dolore lancinante per il quale sono costretto a ricorrere al pronto soccorso.
Il dolore si calma solo quando il dottore al pronto soccorso preme sul bordo anale (facendomi urlare dal dolore) , e solo in questo modo comincio a sentire sollievo.
Sono stato dal proctologo stamattina, il quale mi ha detto che vede un miglioramento, e di continuare la cura associando qualche antidolorifico, premesso che sono un soggetto ansiosissimo con tantissimi distrubi psicosomati come mancanza del respiro, contratture muscolari involontarie, colon irritabile, e disturbi gastointestinali, ma e' normale che senta questo dolore allucinate dopo aver evacuato? Come se mi si stesse stracciando la pelle sul bordo anale ? Di cosa si tratta ? Spasmi dello sfintere che stirano la pelle?

Distinti Saluti
Domenico

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si! è normale, è la ferita(ragade) che si distende e si apre.
Sicuramente partecipa al dolore il muscolo dello sfintere, questo sollecitato si contrare notevolmente(ipertono) e preme sulla ferita.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
Spett.le Dott. Doriano,

grazie per la pronta risposta, spero di poter guarire al piu presto, e' un dolore lancinante che non va via in nessun modo, se non facendo forte pressione sul bordo dell'ano dove e' dolorante, alcune posture che assumo, eliminano il dolore del tutto, ma non appena mi muovo e' terribile.
L'intervento chirurgico, non sempre e' raccomandabile ? O per le ragadi in ogni caso se non guariscono occorre operare?

Distinti Saluti
Domenico

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La terapia della ragade anale cronica è chirurgica! ma non prima di aver tentato di portarla a guarigione con terapia medica.
La manovra(pressione sul bordo dell'ano) che fa ed il risultato che ottiene è possibile eseguirla ed ottenerla con i dilatatori anali.
Ne parli con il suo curante.
Senza visitarla non posso esserle ulteriormente di aiuto.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente
Spett.le Dott. Doriano,

grazie per la pronta risposta, mi sento piu confortato di aver ricevuto supporto da un professionista come lei, spero di risolvere al piu presto, nel frattempo le auguro una buona giornata.

Cordiali Saluti
Domenico

[#5] dopo  
Utente
Salve Dott. Doriano,

volevo aggiornare la situazione e chiedere un altro parere.

Sono stato operato 5 giorni fa e dopo la dignosi fatta dal Colonproctologo, risultava una fistola intersfinterica a ore 6 con conseguente ragade e polipo sentinella, il dottore ha deciso di operarmi subito, e il giorno dopo ha eseguito l'operazione, anoplastica con asportazione del polipo sentinella + sfinterectomia laterale.
Tutto sembra sia andato bene, a parte una reazine allergica a qualcuno dei farmaci antidolorifici o forse (antibiotici fatti durante l'operazione) , le evacuazioni ora non sono piu dolorose e lancinati , ma sopportabilissime.
A distanza di 5 giorni, noto che intorno l'ano si crea come una sostanza giallastra con aspetto cremoso, e sento dei leggeri dolori in prossimita della zona coccigea, mi chiedevo se fa parte del decorso operatorio o se e' il caso di tornare dal dottore, premesso che ho la visita di controllo fissata per il 1 Febbraio.
Potrebbe essere una infezione? O si tratta di normali secrezioni post operatorie ?
Vorrei inoltre sapere se l'antistaminico che mi ha prescritto il dottore di casa per alleviare sia la reazione allergica che il forte prurito nella regione anale possa influenzare negativamente la guarigione della ferita o mascherare eventuali peggioramenti.

Cordiali Saluti
Domenico

[#6]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A distanza non posso esserle di aiuto.
Solo chi la controllerà potrà escludere la presenza di una infezione.
Può assumere tranquillamente l'antistaminico.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#7] dopo  
Utente
Spett.le Dottore,

a distanza di 9 giorni dall'operazione, ho potuto notare che nella regione anale (come continuo dell'ano) si e' formato un piccolo buco, dal quale fuoriesce materiale liquido di colore giallo , qualche volta misto a piccole quantita di feci, volevo chiedere se e normale che sia cosi, oppure occorre intraprendere qualche azione specifica, premetto che giovedi prossimo ho la prima visita di controllo, e sono ansioso che si tratti di incontinenza, e normale che sia cosi ?

Cordiali Saluti
Domenico

[#8]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Il piccolo buco è nella sede della ferita chirurgica? O in altra zona dove la cute era apparentemente indenne?
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#9] dopo  
Utente
Non e' proprio in corrispondenza, ma in prossimita' della ferita, non saprei dire se la fuoriuscita siano residui di feci o se ci sia anche pus insieme.

[#10]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Al controllo si chiarirà
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com