Utente 211XXX
Salve ho 41 anni e a Gennaio di quest'anno per la prima volta in vita mia sono stato sottoposto all'incisione di una fistola perianale, seguita da una serie di medicazioni quasi quotidiane che avevano portato alla guarigione della ferita, dopo 3 mesi ho fatto la visita proctologica di controllo ed era tutto nella norma a parte la ricomparsa di una lieve tumefazione non dolente nella zona dell'incisione che qualche giorno prima aveva spurgato spontaneamente un liquido trasparente e tramite l'anoscopia è stata riscontrata la presenza di emorroidi di II grado congeste, il proctologo quindi mi ha prescrito una cura a base di Daflon e una Ecoendoscopia inferiore (retto colon) che eseguirò la settimana prossima. Come funziona l'esame? (durata, eventuli sedazioni ecc.) So solo che dovrò effettuare 2 clisteri, uno la sera prima e uno la mattina dell'esame.
Grazie

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Introduzione di una sonda rotante ecografica del diametro poco più di quello del dito.
Dura da pochi secondi ad un minuto. Se è presente un tramite fistoloso esterno si potrà instillare, attraverso la fistola, dell' acqua ossigenata come contrasto per meglio evidenziare ascessi o fistole.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 211XXX

Grazie mille Dottore, gentilissimo.
Buona sera

[#3] dopo  
Utente 211XXX

Buongiorno, dimenticavo un'ultima domanda riguardo la Ecoendoscopia inferiore alla quale dovrò sottopormi: nella preparazione mi è stato prescritto Clisma Lax 133 ml uno la sera antecedente e uno la mattina dell'esame a digiuno da almeno 12 ore. La sera prima quando sarebbe consigliabile usarlo, appena dopo cena?
Grazie.