Utente 555XXX
Lo scorso 1 luglio sono stato operato in regime di Day Surgery per la rimozione di emorroidi di 2 e 3 grado con diverse fastidiose marische di cui una discretamente grossa e ragadi anali.
L'emorroidi mi erano venute lo scorso gennaio dolorose con ricovero al PS
dopo le cure si erano manifestate queste marische
Il chirurgo mi ha convinto ad operarmi per migliorare la qualità della mia vita e considerando i possibili peggioramenti
In effetti le mie condizioni peggioravano.. .
L'intervento mi era poi stato presentato niente affatto complesso..
Dopo l'intervento non sono stato bene e mi hanno messo il catetere.
l'operazione, a detta del chirurgo è andata bene, e me lo ha confermato più volte anche nel foglio di dimissione
Il chirurgo ha una buona fama
Sino ad una settimana dopo non sono andato di corpo e sono stato costretto ad un altro ricovero al PS
Mi hanno somministrato Antidolorifici codamol che ora ho smesso
La mia condizione mi pare migliorata ma le marische sebbene ridotte molte mi pare siano rimaste!
Un altro chirurgo che si è definiti non ottimista ma realista mi ha detto che si tratta di residui cicatriziali e che scompariranno entro due mesi e mi ha diagnosticato un edema in regressione da gestire con igiene e creme TEVEX
Ho dubbi anche se tutti si mostrano fiduciosi.. .
Chiedo un parere
Le Marische rimosse sono davvero scomparse e quello che sento ora sono davvero residui cicatriziali destinate con il tempo a scomparire?
si tratta di una diagnosi sensata e realistica?
Grazie infinite per l'attenzione

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Concordo con la necessita' di attendere per esprimere un giudizio definitivo sul risultato.Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it