x

x

Dolore anale 9 mesi dopo intervento

A seguito di una ragade anale che non guariva e conseguente ipertono, dopo mesi la ragade ha provocato un ascesso con fistola semplice, mi sono sottoposto ad operazione di rimozione ragade, messa a piatto, sfinterotomia, anoplastica.


Il post intervento è stato lungo e doloroso ma ora dopo 9 mesi al ultima visita il chirurgo che mi ha visitato ha detto che le ferite sono completamente aposto, non c'è ipertono, i muscoli sono completamente ripresi.


Ho cambiato radicalmenete stile di vita, non vado più in bici, 5 giorni a settimana corsetta o camminata, bevo quasi 2 liri di acqua al giorno, verdure ad ogni pasto se non solo quelle, solo farine integrali, solo decaffeinato, zero spezie, poco sale, zero cioccolato, rari dolci, 3 birre al mese, zero super alcolici, zero sigarette, quasi sempre carne bianca, olio invece del burro, molti legumi, colazione con yogurt e avena, cicli costanti di fermenti lattici, calo massa grassa, se fuori a cena a via per lavoro integro con psyllogel

Tutto questo.
Mi ha portato ad una regolarità intestinale (non salto MAI) ed a feci formate ma molto morbide, sforzo il meno possibile, sul wc mi metto in posizione del pensatore, uso al minimo e con delicatezza carta igenica supersoft, resto seduto solo lo stretto indispensabile, bidet con acqua tiepida e pulizia con anonet, lavaggio accurato alle sera sotto la doccia e nel pomeriggio fuori casa pulizia con salvietta intima anonet.


Nonostante tutto questo ogni giorno, circa 2 ore dopo la defecazione iniza a sorgere un dolore/tensione crescente che dura dalle 2 alle 5 ore per poi sparire.
Faccio fatica aumenta camminando forse è meno intenso seduto, non sò più cosa fare

Ho provato con applicazioni di crema antrolin ma non fa nessun effetto.


Già durante operazione il chirurgo aveva visto delle emorroidi non trombizzate di 1 grado, al ultima visita erano ancora presenti.


Ho in programma ina visita sempre dal chirurgo fra 10 giorni.


Ma il mio dubbio è: possibile che le emorroidi persistano per 9 mesi nonostante tutte le attenzioni alimentari e cambio stile di vita?
Potrebbero essere loro la causa dei mie dolori quotidiani?
Al tatto e allo specchio non vedo nulla.


Sono molto sconfortato il dolore quotidiano mi sta' condizionando la vita e psicologicamente inizo ad avere momenti di sconforto sempre più lunghi.
[#1]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,9k 250 2
Gentile utente ritengo che possa essere una recidiva o persistenza della ragade dalla sintomatologia che descrive.
Saluti

Dr. Sergio Sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza/

Conosci l' endometriosi? Scoprilo con il nostro test