Utente 221XXX
Buongiorno,
la mia compagna,in seguito a rigonfiamento della parte destra del collo e del viso e alla comparsa di due grossi herpes/eruzioni cutanee nella zona del naso,si è sottoposta a visita con conseguente ecografia al collo che ha riscontrato questa diagnosi:
"Iperplasia dei linfonodi latero-cervicali,sottomandibolari ed intraparotidei di destra,si segnala un linfonodo che mostra margini ondulati ed ecostruttura ipoecogena con ilo non definito,vascolarizzato,dai diametri di 13mm,meritevole di approfondimento diagnostico".
Si presuppone possa trattarsi di mononucleosi e le sono stati prescritti esami specifici per quella;potreste darmi qualche delucidazione ulteriore sul fatto che effettivamente possa trattarsi di un'infezione(di qualsiasi tipo)escludendo qualsiasi altra possibilità?
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentilissimo Utente,
come può facilmente comprendere questa cosa non è possibile farla senza una visita diretta del soggetto.
Le posso tuttavia confermare come genericamente dei processi infiammatori ed infettivi, quali quelli da lei descritti, possano determinare delle reazioni infiammatorie linfonodali loco regionali anche di notevole entità. Solitamente l'ecografia è in grado di distinguere questi linfonodi, detti reattivi, poiché presentano una parte centrale cosiddetta ipoecogena, cioè meno densa, corrispondente ad una struttura del linfonodo chiamata "ilo". Si tratta di una diagnostica molto suscettibile ad errate interpretazioni soprattutto durante le fasi acute delle malattie infiammatorie od infettive.
Raccomandandomi di seguire sempre con scrupolo i vostri specialisti, le consiglio per prudenza un ulteriore approfondimento diagnostico di quel linfonodo con ilo non definito appena il fatto acuto sarà risolto.
Con i più cordiali saluti
Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena

[#2] dopo  
Utente 221XXX

Grazie mille per il riscontro,
la mia attenzione si focalizzava proprio su quel linfonodo con ilo non definito e mi chiedevo a cosa possa essere dovuto se non all'infiammazione in atto,visto che prima del manifestarsi della stessa non aveva riscontrato nessun fastidio.
Per questo mi chiedo,questo ilo non definito può essere causato in ogni caso dal processo infiammatorio in atto che ha "scombussolato" un pò tutto oppure possono esserci altre motivazioni(che però mi sembrano strane visto che nasce proprio in concomitanza con l'infiammazione)?
Insomma,sapendo che può essere un'analisi limitata,posso ritenere che si tratti sicuramente di un'infiammazione o c'è preoccupazione per altro(malattie che si manifestano con ingrossamento dei linfonodi)?

Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Confermo le parole del collega ed aggiungo che e' sicuramente possibile che si tratti di un processo flogistico.

In queste situazione e' utilissima una cosa sola a mio avviso: la ripetizione della ecografia, con lo stesso operatore e con la stessa sonda al fine di verificare il ritorno alla normalità o il cambiamento del quadro ecografico.

Anche dopo un mese e a seguito di terapie può essere rieffettuata.

Parlate con il vostro medico.

Saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 221XXX

Grazie ancora,
un'ulteriore informazione se possibile..le sono stati prescritti danzen e augmentin 2 volte al dì,ma in caso di mononucleosi non è sconsigliabile l'assunzione di antibiotico(se ovviamente si trattasse di mononucleosi)?o comunque è il caso di procedere così fin quando non sai avrà il risultato della analisi?

Grazie mille per la gentilezza

[#5] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
le abbiamo fornito indicazioni generali sul problema della linfoadenoptia ma per nessun motivo possiamo entrare nel merito della cura prescritta dai Colleghi.
Di nuovo cordialissimi saluti

Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena

[#6] dopo  
Utente 221XXX

No no,non avevo intenzione di farvi entrare nel merito della cura,era solo un consulto perchè non essendo riuscito a rintracciare il medico curante mi rivolgevo a voi per avere questa informazione.

In ogni caso grazie ugualmente

Cordiali Saluti

[#7] dopo  
Utente 221XXX

Buonasera Dottori,

volevo aggiornarVi sull'esito delle analisi;tutto nei limiti se escludiamo questi valori:

-Neutrofili 80.5% (tra 45 e 70)
-Linfociti 14.9 (tra 22 e 49)

Per il resto tutto nella norma e test mononucleosi negativo.

Secondo voi quei valori di neutrofili e linfociti cosa potebbero indicare?

Grazie mille

Cordiali Saluti