Irritazione glande e fuoriuscita di pus

Buongiorno,
Vi contatto per un problema che sto riscontrando da molto tempo e vado a ritroso partendo da oggi.
Da ottobre sto riscontrando una sensibilità a livello del glande (e alla base del glande) con fuoriuscita di liquido biancastro (o incolore) che mi macchia le mutande.

Da circa 4 giorni ho sentito un forte fastidio come se la zona fosse irritata con fastidio come prurito e bruciore, non ho problemi durante la minzione e l'eiaculazione. Sento una sensibilità a livello dei testicoli e a livello del basso ventre.
Sul glande non ci sono macchie né protuberanze, solo in fase di erezione riscontro la formazione di punti rossi.
Sulla corona del glande ci sono dei piccoli puntini bianchi e questi ce li ho da un paio di anni.

Preciso che sono circonciso e mi sono operato 6 anni fa per fimosi.

Ho effettuato tutti i test per le malattie MTS, tampone per gonorrea e clamidia NEGATIVO
Esame urine NEGATIVO
Esame sperma NEGATIVO.

Ho fatto 2 visite dal dermatologo, e non ha riscontrato niente.

Un anno fa ho avuto un problema a livello dei testicoli, e il dermatologo mi ha detto che ho esagerato con l'utilizzo dei detergenti.

A voi la domanda:
Potrebbe trattarsi di un herpes genitale? Anche se non ci sono eruzioni cutanee né ferite. (ho avuto solo una eruzione un anno fa a seguito di una masturbazione molto vigorosa, che è sparita dopo qualche giorno senza cure. Non ho avuto né dolori né altri sintomi legati alla eruzione)
Potrebbe trattarsi di una balanite? I sintomi sono molto simili

Dato che tra dermatologi e andrologi nessuno è riuscito a darmi un riscontro, a chi potrei rivolgermi?
Rincorro il problema da ottobre e dato che ho una partner fissa, non so come comportarmi.
[#1]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 21,9k 463 493
Gentile utente,
Direi che un herpes genitale non sia paventabile nemmeno dalla sede telematica: orbene vanno escluse diverse condizioni muco cutanee e ricompresa una balanopostite di natura da identificare
Le consiglio di effettuare una visita di specialistica di venereologia.
Cari saluti.

Dr.Luigi Laino Dermovenereologo, Tricologo
Direttore Istituto Dermatologico Latuapelle
www.latuapelle.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore,
Sono andato dal medico di base e mi ha consigliato una visita da un urologo per sospetta uretrite.

L'urologo ha attribuito i fastidi e la fuoriuscita di liquido incolore ed inodore all'attività della prostata dicendo che soffro di prostatite.

Mi ha prescritto degli antibiotici, Suprax 400 mg per 10 gg e degli integratori Novixon per 30 gg.

Dato che ha ottenuto la diagnosi basandomi su sintomi e senza aver indagato con alcun esame specifico.
Dopo aver cominciato la terapia, le fuoriuscite sono diminuite vistosamente.

Visto che non ho eseguito una visita venereologica, dovrei comunque effettuarla?


Saluti
[#3]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 21,9k 463 493
Come le avevo detto difatti gentile utente, un liquido trasparente può essere sicuramente compatibile anche con un'uretrite infettiva non gonococcica fra cui una chlamidia o un micoplasma o ancora un thricomonas.

Per questo consigliavo il controllo venereologico

cari saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buonasera,
La contatto in merito alle cure effettuate.
Dopo il ciclo non è migliorata la situazione, è rimasta quasi inalterata.
Come sopra descritto ho effettuato nel mese di novembre (quando è nato il problema) l'esame del tampone (clamidia e gonorrea) e l'esame dello sperma e urine per batteri e microbi, con esito negativo.

Due giorni fa mi sono svegliato e ho notato uno sfogo rosso sulla base del prepuzio. Lo sfogo ha assunto una forma circolare (come se fosse una

coroncina) e una parte interna piatta. Preciso che non prude non punge e non da alcun effetto, è semplicemente rosso con una forma strana.

Ho effettuato una visita dal medico di base che mi ha diagnosticato una balanite micotica (ad occhio) prescrivendomi per una settimana l'applicazione della pevaryl crema e un farmaco (illeggibile dalla prescrizione).

Oggi invece mi ha visitato l'urologo (sia per la prostatite che per lo sfogo) dicendomi che lo sfogo è dovuta ad uno strofinio o un urto e che non è nulla di preoccupante. Però mi ha prescritto l'utilizzo del trovacort per 1 settimana. (perché se non ho niente? )

Lo sfogo in 3 giorni si è ridimensionato.

Ho subito due visite molto superficiali e i due medici mi hanno detto due cose discostanti. Vorrei chiedere se le terapie (che mi sembrano in linea, malgrado le due diagnosi discostanti), sono adeguate o se mi converrebbe aspettare la visita di un dermatologo?
Vi ringrazio in anticipo

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa