Utente 371XXX
Buongiorno, venerdi (30 -01) ho iniziato a lamentare un forte prurito su tronco ,braccia, gambe,schiena e collo. Nella mattinata di domenica mi sono recata alla guardia medica che non ha riscontrato alcun tipo di eruzione cutanea . Diagnosi:presunta reazione allergica (nei giorni precedenti non ho mangiato nulla di nuovo ne preso farmaci) Mi è stata prescritta la seguente terapia: trofast 180 mg 1 al giorno per 4 giorni e deltacortene 25mg per 10 giorni a scalare ( 1 pasticca al giorno per i primi 3 giorni, mezza per altri 4 e un quarto per gli ultimi 3). Ad oggi (4-02) il prurito non è passato, diminuisce di intensità solo per qualche ora dopo aver assunto l'antistaminico . Vorrei avere un vostro parere in merito. La terapia con l'antistaminico posso continuarla ancora qualche giorno per avere qualche ora di sollievo? E normale che una reazione allergica non dia alcuna eruzione cutanea? E' normale che il prurito non sia ancora cessato dopo quasi una settimana? Grazie per l'ascolto

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissima,
Direi senza dubbio di effettuare una visita dermatologica finalizzata alla reperimento di una diagnosi precisa la quale a mio avviso non può assolutamente mancare. Ci informi dopo aver effettuato questa procedura diagnostica fondamentale.
Cari saluti.
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 371XXX

Gentile dottore,
La ringrazio per la risposta. Sono stata ieri dal mio medico di base visto che nonostante abbia continuato la terapia con l'antistaminico il prurito non è cessato e non sono comparsi esantemi. Mi ha consigliato di continuare con l'antistaminico fare dieta in bianco e prescritto esami del sangue quali: emocromo, tsh, aslo, IgE seriche totali,alt,gamma gt ,glicemia e esame urine. Secondo lei e meglio che aspetti gli esiti o il dermatologo riuscirebbe a fare una valutazione anche senza? Grazie

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
È preferibile attendere gli esiti, salvo fenomeni acuti che vanno subito rivalutati direttamente.
Saluti!
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 371XXX

Buongiorno dottore, le scrivo per aggiornarla sul mio stato di salute. Il prurito non è scomparso del tutto ma ad oggi si notano una miriade di piccoli puntini rossi vicini tra loro.Ho ritirato gli esiti degli esami ematologici : "IgE seriche totali <2.00 rif. <200 / esame urine ok/ titolo antistreptolisinico 225 rif. <200/emocromo nella norma / formula leucocitaria : granulociti neutrofili 36.5% rif 40-75% /2.89 rif. 1.7 -8.2linfociti 53.1% rif. 20-45% /4.2 rif.0.8-4.0 monociti 8% rif 0-10 /0.63 rif 0.0-1.1 granulociti eosinofili 2.1% rif 0-6% / 0.17 rif 0.0-0.7 granulociti basofili 0.3% rif 0-1 /0.02 rif 0.0-0.1. Commento : si consiglia lo studio dell'immunofenotipo linfocitario se la linfocitosi non fosse altrimenti giustificabile. Il mio medico di base mi ha prescritto antibiotico per lo streptococco dicendo che il prurito può essere giustificato da quest'ultimo è prescritto lo studio dell'immunofenotipo linfocitario per capire di che natura è' la linfocitosi; lui sospetta si tratti di mononucleosi ma io l'ho già contratta 10 anni fa. Vorrei avere un suo parere in merito. Grazie