Dolore cuoio capelluto dopo parrucchiere.... molta preoccupazione

Buongiorno, ieri dopo anni che non andavo dal parrucchiere, perché mi tagliavo i capelli da sola visto che ogni volta il parrucchiere è stato un trauma, ci sono andata. Vorrei non averlo fatto.. Il problema è questo: ho il cuoio capelluto sensibile, come tutta la pelle in generale, ho anche problemi di dermatite atopica (non sul cuoio capelluto, in viso), e la pelle in generale fragilissima come la carta velina. Ho anche un pò di problemi di caduta di capelli, a periodi, per cui sono stata già vista da una dermatologa anni fa e ho effettuato una cura che, tempo fa, aveva dato buoni risultati e che ora, visto che mi cadono di nuovo, ricomincerò (un integratore alimentare, delle fiale seboregolatrici e uno shampo al medecassoide). Ieri dopo che mi è stata fatta la piega dal parrucchiere, che purtroppo ha tirato molto forte i capelli con la spazzola e ha tenuto il phon bollente molto vicino ai capelli, cose a cui non sono abituata trattandoli di solito con molta delicatezza, da poco dopo ho avvertito un forte mal di testa, che a distanza di 24 ore ancora ho, anche se un pò attenuato oggi. Inutile dire che finché vivrò continuerò a tagliarmeli da sola e non tornerò mai più da nessun parrucchiere. Fino a ieri sera sentivo proprio la sensazione come se qualcosa me li stesse ancora tirando, ora solo dolore al cuoio capelluto. Vi chiedo: i bulbi dei capelli possono aver subito qualche danno per questo tirare così forte?? Aumenterà la caduta dei capelli a causa di questo?? Che cosa posso fare per attenuare il danno che forse c'è stato, visto che sento dolore? In generale cosa mi consigliate di fare (tranne una visita che al momento non riesco a fare)? Scusate la richiesta forse banale ma sono molto preoccupata perché mi fa male e ho già pochi capelli e non vorrei rimanere ancora più pelata... grazie mille siete gentilissimi......
[#1]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 21,9k 461 493
È impossibile definire una situazione patologica a fronte di quello che descrive. purtroppo da qui non possiamo aiutarla. Non escludiamo nulla comprese le situazioni irritative e anche psicologiche. Se il sintomo persiste contatti un dermatologo.
Carissimi saluti.

Dr.Luigi Laino Dermovenereologo, Tricologo
Direttore Istituto Dermatologico Latuapelle
www.latuapelle.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio