Utente 478XXX
Gentile Dottor Laino,

Le scrivo perché ci terrei molto ad avere la Sua opinione riguardo il mio caso. Nel 2014 una dermatologa mi ha rimosso un Nevo piano con il laser senza che io glielo chiedessi esplicitamente. (Il neo era sullo sterno e lo avevo da molto tempo) Il Nevo per lei era benigno ma lo ha tolto solo a scopo preventivo ! In seguito, leggendo ed informandomi in internet ho appreso che mai dei nevi piani devono essere asportati con il laser. Capirà la mia angoscia! Circa un anno e mezzo dopo noto una recidiva nella stessa area dove il Nevo era stato rimosso, vado da un altro dermatologo, il quale lo rimuove e fa l'istologico. Risultato: Nevo normale. Premetto che io vivo in Austria e non posso trascrivere il referto in tedesco, ad ogni modo il secondo dermatologo era tranquillo e non voleva neanche rimuoverlo perché dall'aspetto della recidiva non gli sembrava un Nevo pericoloso.
La mia domanda è la seguente: ora a distanza di 4 anni e dopo l'istologico del nevo ricorrente fatto successivamente, posso stare tranquilla che quel neo non fosse un melanoma ? Posso mettere una pietra sopra a questa faccenda che ancora oggi mi crea ansia e sconforto ?
La ringrazio sin d'ora per la Sua attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissima

sebbene siamo da una sede telematica che ricordo essere non vincolante rispondo alle sue domande:

La mia domanda è la seguente: ora a distanza di 4 anni e dopo l'istologico del nevo ricorrente fatto successivamente, posso stare tranquilla che quel neo non fosse un melanoma?

R: se la lesione recidivante era riferibile ad un "nevo ricorrente" o "pseudomelanoma di Ackermann" direi di si, poichè la natura cellulare della lesione melanocitaria è la medesima


Posso mettere una pietra sopra a questa faccenda che ancora oggi mi crea ansia e sconforto?

R: in riferimento a quanto dettole direi di si! Ovviamente i miei colleghi le potranno dire le stesse cose

saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 478XXX

Gentile Dottore,

La ringrazio molto per la Sua rassicurante risposta. Allora cercherò di non pensare più a questa storia che mi ha già creato non poche ansie.
Mi permetta di farle un'altra domanda: ho letto che la proteina S-100 serve a vedere se ci sono metastasi indotte da melanoma , so che non si tratta di un esame diagnostico/screening ma di monitoraggio per coloro i quali hanno ricevuto diagnosi di melanoma e/o eventuale terapia. Tuttavia ieri decisa più che mai a togliermi questo chiodo fisso dalla mente, ho fatto un prelievo per determinare la presenza di s100 e il risultato è stato 0, 13 mcg/l con i limiti di riferimento pari a 0,15 mcg/l. Come devo interpretare questo risultato ? La ringrazio ancora per la Sua cortese risposta.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Preso così è un dato privo di valore. Non faccia “cose a caso” ma si affidi solo allo Specialista!
Ancora saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 478XXX

Grazie mille dottore. Capisco perfettamente cosa intende. Per il momento mi sottoporrò ad un regolare controllo dei nei e appena verrò a Roma, mi piacerebbe prendere un appuntamento nel suo ambulatorio.

Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La saluto!
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it