Utente 429XXX
Cari dottori, apro questo post in dermatologia perchè avevo già scritto in precedenza in andrologia e lo specialista che mi ha risposto mi ha consigliato di rivolgermi a medici specialisti dermatologi per esporre il mio problema. Ormai da un anno soffro di arrossamenti e prurito, in alcune sere molto fastidioso, al prepuzio e talvolta pelle molto secca anche al glande. Durante questo anno ho fatto diverse visite specialistiche sia di dermatologia sia di urologia. Buona parte dei dermatologi che ho consultato hanno diagnosticato una dermatite senza sapere però la causa, mentre i due urologi che mi hanno visitato sonopropensi per una balanopostite, anche in questo caso, con causa ignota. Ho provato a cambiare i detergenti intimi, provandone 3, 4 senza alcun effetto e spesso tutti mi causano dei pizzichi, dei fastidi sulla punta del glande. L'unico con cui posso lavarmida un anno senza alcun disagio è il Ducray Sensinol. In merito alle terapie date dai dermatologi ho provato con cortisone (Bidien) che ha avuto effetto fin quando l'ho usato e poi dopo un pò è ritornato tutto infuocato come prima, ho continuato con Protopic Unguento 0,03% associato a Vitamono EF, senza alcun risultato dopo più di due mesi di terapia. Ho effettuato dei tamponi balanoprepuziali e uretrale con esito in entrambi i casi: Abbondante crescita di E.coli, strafilocco aureo ed Enterococco spp. A seguito di abg il medico di base mi ha fatto fare una cura con Ciprofloxacina Zentiva per 10 giorni. A seguito di un ulteriore tampone balanoprepuziale è saltata fuori: Negativo per ricerca di Batteri Patogeni e positivo per miceti con discreta produzione di Candida Albicans. Anche in questo caso a seguito di Abg il medico mi sta facendo fare 15 giorni di Pevaryl crema e polvere cutanea, abbinati. Sono ormai quasi al 12 giorno, ma la parte è sempre rossa e soffro di pruriti. Tra l'altro segnalo che da quando metto questa crema la pelle è molto secca, screpolata e ruvida e spesso si desquama. A fine terapia, dopo 10 giorni, mi è stato detto di rifare nuovamente il tampone ma vedo che la situazione non è per niente migliorata. Ho anche effettuato uno spermiogramma e spermiocultura, con esito Negativo. Per ultimo segnalo che vengo da un anno di forte stress emotivo/psicologico a causa di uno stato di malessere generale e astenia che hanno notevolmente cambiato le mie abitudini quotidiane e relazionali, provocato da una brucellosi diagnosticata dopo 6/7mesi dall'inizio del malessere e curata con esito positivo con 6 settimane di Bassado e Rifadin. Può essere che ci sia qualcosa che non vada nelle mie difese immunitarie e che quindi questa infiammazione del prepuzio/glande non passi per questo? può essere una conseguenza di uno stato depressivo che fa si che i medicinali non abbiano effetto su quella zona?Il medico di base non riesce a capire a fronte delle analisi fatte, oltre tutte quelle del sangue che non denotano alcun problema di rilievo se nasca tutto da un disagio psicologico o meno.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Lo specialista dermovenereologo è in grado di capire di cosa si tratti: la diagnosi non può mancare in questa sede.

Lei dice di aver effettuato tante visite: qual è quindi la diagnosi che le hanno composto?

Il termine Balanopostite da solo non dice nulla: esistono decine di balanopostiti o balaniti di natura diversa e dissimile veda come esempio il mio articolo:

https://www.medicitalia.it/minforma/dermatologia-e-venereologia/206-balanopostite-balanite-conosciamole-meglio-curarle.html

Per il resto, se parliamo di disagi psicologici che possono essere correlati ad uno stato di errata percezione di segni sul glande e prepuzio, oltre a sintomi (pur esistenti) dettati dall'ansia, beh apriamo un grande fronte che di certo non può essere chiarito in questa sede.

Saluti!
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 429XXX

Gentilissimo Dottore Laino, prima di tutto la ringrazio per avermi risposto cosi rapidamente. In merito a ciò che mi chiede, le diagnosi sono per quanto riguarda i dermatologi, dermatite ma nessuno ha mai aggiunto altro, nè se è di forma batterica o micotica,o se nasce da forma di stress somatizzato o di altra natura, anzi pensi che non volevano farmi fare neanche i tamponi, che ho fatto solo perchè consigliati dopo tanti mesi dal medico di base. Le parlo di dottori presso il reparto di dermatologia di Torvergata e un medico dell'ospedale Papardo di Messina. Da questi tamponi, come le ho già scritto, viene fuori prima una infezione batterica, forse causata dai troppi antibiotici per la brucellosi, e poi per ultimo, di due settimane fa, una infezione micotica da candida, per la quale domani finirò la terapia col pevaryl senza alcun beneficio, anzi, ho tutta la parte più esterna del prepuzio che mi prude, desquamata, ruvida e se la tocco a causa di rapporto sessuale o semplice masturbazione si spacca tutta e vengono a crearsi microferite. In merito al consulto urologico, anche in questa sede la diagnosi è stata generica di balanopostite. Nessun medico suo collega ha mai aggiunto altro nè al termine dermatite, nè al termine balanopostite. Capisce bene che avendo raccolto più pareri di vari specialisti e speso un sacco di soldi senza aver alcun beneficio, anzi adesso sto pure peggio, onestamente non so più a chi rivolgermi per capire di cosa si tratti. Anzi le segnalo che adesso la desquamazione della pelle riguarda in parte anche i testicoli che soprattutto alla sera diventano molto secchi e spellano, come anche la parte interna delle cosce, quella più vicina ai testicoli e tutta la zona tra scroto e ano, notevolmente secca, desquamata e fonte di forti pruriti. Cosa mi consiglia di fare? Temo che con un'altra visita la situazione resti sempre bloccata quale ora è.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
>>Cosa mi consiglia di fare? Temo che con un'altra visita la situazione resti sempre bloccata quale ora è.<<

Non abbiamo altre chance da qui:
raccomandiamo la visita dermovenereologica. Il termine di "dermatite" è ancora più generico di "balanopostite" e pertanto, il suo stato (anche psicologico da quello che leggo) merita sicuramente un nuovo controllo nella sede che reputerà opportuna.

cari saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 429XXX

Va bene. La ringrazio per questo consiglio. Mi sa che non c'è altra strada. Come già consigliato dal medico di base, finita questa cura, aspetterò 10 giorni per rifare il tampone balanoprepuziale per la ricerca di batteri e miceti e vedremo come andrà. Nel frattempo, terrò le parti in osservazione. E' mia intenzione fare dopo l'esito del nuovo tampone una visita specialistica all'IDI e vedere cosa mi dicono e qualora dovesse andare male anche questa possibilità, rivolgermi a uno specialista privatamente. La terrò aggionato. A questo proposito, anche se non so se potrà rispondermi, volevo chiederle se lei lavora presso qualche struttura pubblica o meno per poterla rintracciare più facilmente....Veda lei se può dare questo tipo di risposta o meno....
Una sola domanda mi resta da farle, stante questa situazione di tutta la parte sopra descritta, mi consiglia di evitare sia la masturbazione sia i rapporti sessuali? potrebbe essere contagioso? La ringrazio ancora.

[#5] dopo  
Utente 429XXX

Gentili dottori, in attesa di ulteriori controlli e visite dermatologiche, non avendo più ricevuto alcuna risposta, sono a chiedervi di nuovo se una balanopostite di qualsiasi natura possa essere sia contagiosa tanto da dover evitare ogni rapporto sessuale e la masturbaziome per evitare arrossamenti o peggioramenti o lesioni cutanee. Grazie mille.

[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Le Balanopostiti sono sia infettive che non infettive.

Nel capitolo delle infettive, il grado di infettività stessa varia in base al tipo di agente causale.

Ovviamente se si è infetti si evitano i rapporti e se l'area è infiammata si evitano i traumatismi suppletivi.

saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#7] dopo  
Utente 429XXX

La ringrazio dottore. La terrò aggiornata.

[#8] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Saluti!
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#9] dopo  
Utente 429XXX

Gentile dottor Laino, le scrivo per avere un suo parere in attesa della visita col dermatologo che farò la settimana prossima. La domanda è in riferimento alla balanopostite di cui sopra le ho spiegato sintomi, periodo e terapie già effettuate nel corso degli ultimi 12 mesi. Da analisi delle feci fatte recentemente causa intenso prurito anale e perianale, debolezza, stato di malessere generale con tosse, brividi e problemi intestinali è venuta fuori una pregressa presenza di blastocistis hominis e cisti di ameba dispar. La domanda è: possono questi parassiti secondo lei essere la causa oltre che di vari sintomi che ho da settimane essere causa anchedi problemi dermatologici in sede genitale e anale e quindi provocare forme di balanopostiti o similari?
La ringrazio per il suo parere.

[#10] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Per me, anche in linea telematica, direi proprio di no!

Saluti ancora

Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#11] dopo  
Utente 429XXX

Gentilissimo Dottor Laino, le scrivo per aggiornarla sulla mia situazione a seguito delle visite fatte. Ho fatto una visita dermatologica presso l'Idi di Roma per i rossori nella zona prepuzio/glande e i pruriti zona anale e perianale. Il medico dermatologo che mi ha visitato non ha riscontrato alcun tipo di patologia a detta sua, nè dermatiti nè balanopostiti in atto al momento della visita. Ha solo notato estrema secchezza della pelle non solo nelle parti sopra citate, ma anche in zona ascellare e in generale su tutto il corpo, schiena e fianchi compresi e sostiene che il prurito, nonchè una particolare sensibilità della pelle anche in zone intime nelle mucose potrebbe essere causato dalla secchezza della pelle. Non mi ha dato una cura per il corpo ma mi ha prescritto Lipikar Baume AP+ per un mese solo nelle zone genitali/ano e ascelle e poi tornare al controllo. Cosa ne pensa? Ho anche fatto una visita proctologica e il dottore che mi ha visitato non ha riscontrato alcuna patologia, se non anche lui, secchezza della pelle. Il proctologo ha anche ipotizzato che i rossori, la secchezza della pelle un pò sparsa e i fastidi in zona anale, perianale e scrotale con pelle secca potrebbero essere causati dai parassiti intestinali (Blastocistis Hominis e Cisti di Amoeba Dispar) di cui le avevo parlato. Contemporaneamente a tutto ciò, ho fatto un tampone balano prepuziale ed è venuta fuori: Abbondante crescita di E.coli, Stafilococco aureo e H. parainfluenzae. Il medico di base però non è propenso a farmi fare terapia antibiotica al momento perchè anche lui sostiene che questo proliferare di batteri possa essere collegato alla parassitosi intestinale e a un non corretto funzionamento delle difese immunitarie. Si sente di darmi qualche consiglio in merito? Quale è il suo pensiero?
La ringrazio.

[#12] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
DI affidarsi al mio collega dermatologo, senza dubbio!

Saluti ancora!
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it