Utente 137XXX
Buongiorno, scrivo perché ho questo problema da novembre.

A metà gennaio mi è stata diagnosticata la candida nella zona anale-perianale e sul glande.
Ho fatto 20gg di lamisil crema dopo i quali i sintomi tipo pizzicore e bruciore si erano alleviati quasi fino a scomparire, ma permaneva il rossore della cute.
Dopo tale periodo si presenta, circa dopo 1 settimana, una macchia rossa sull'asta del pene, alla base, che si allarga velocemente in 2-3 giorni. Rivedo la dermatologa, che mi riprescrive nuovamente la cura con lamisil crema per 1 mese; Sono al 15° giorno, ma la pelle è ancora arrossata, a volte si arrossa di più(soprattutto dopo aver messo la crema idratante) e, dopo la masturbazione(successo due volte) ho visto che si screpolava letteralmente.

E' normale o dovrei chiedere qualche esame? Può non essere candida a questo punto?

(la mia ragazza non la ha presa, anche se lo abbiamo fatto molto senza preservativo prima che si sapesse e che notassi anomalie sul pene; anche nella settimana dopo la prima fase di cura;)




Non so se è utile dire come è sorto...praticamente tentando di mantenere l'igiene: in vacanza non avevo il bidet e usavo molta carta igienica; avevo un pochino di fastidi di emorroidi e a volte mi grattavo, col daflon poi erano spariti, ma -adesso- mi sa che mi ero irritato in quel modo;
inizialmente il curante mi ha trattato per emorroidi per circa un mese e mezzo, dopo il quale non risolvevo; sono andato da un proctologo(20 dicembre) il quale non vedeva nulla(anche se io sentivo un dolore allucinante durante l'esame interno, ho avuto l'emicrania per qualche ora dopo la visita); Con i tempi di prenotazione sono arrivato a circa i primi di gennaio prima di vedere il dermatologo che ha detto che nella zona anale, arrossata, c'erano ragadi in conseguenza della candida;


Il prurito applicando questa crema è quasi scomparso, lo avverto raramente(prima era costante); Prima avevo dolori lancinanti a fare il bidet ed ora no; Da quel punto di vista un miglioramento c'è stato, però non so se è normale e se questi sono i tempi fisiologici di guarigione o se dovrei chiedere al curante qualche approfondimento. Grazie, buon lavoro.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

pur dalla sede telematica posso dire una cosa:

una storia che dura da tutto questo tempo non può a mio avviso essere appannaggio di una candidosi genitale che non passa;

probabilmente esistono condizioni associate che vanno chiarite e per farlo non deve far altro che rivolgersi all'esperto dermatologo venereologo con il quale procedere ad un corretto iter diagnostico.

carissimi saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 137XXX

Grazie per la rapida risposta, sono un pò preoccupato.
Intende dire che potrebbe esserci una malattia (ad esempio sessualmente trasmissibile) su cui magari si è andata a stabilire una candida?


Contatterò un altro dermatologo venereologo nella mia città,
la ringrazio

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Non solo; piuttosto è facile che ci siano infezioni saprofitiche associate (es da batteri fecali restistenti) oppure ci sia una dermatosi infiammatoria cronica non infettiva che sostiene questa infiammazione ricorrente.

Saluti ancora
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 137XXX

A pensarci bene ogni tanto con la mia ragazza abbiamo fatto sesso anale senza preservativo (non in questo periodo in cui ho avuto il problema, ma prima sì).. Eh...



Veramente molto esaustivo e preciso. La ringrazio del chiarimento. Da solo non sapevo cosa pensare ^^

[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Molto bene, saluti!
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it