Utente 481XXX
Salve, circa un anno fa mi è stato asportato un neo sul naso. Però dopo circa due settimane mi sono accorto che una piccola parte si era ripresentata. Allora per evitare di sottopormi a un ulteriore intervento ho pensato ingenuamente di ricorrere a "rimedi naturali" per rimuovere la parte rimasta del neo. Quindi ho applicato dell'aceto sul neo per diverse settimane senza ottenere alcun risulatato se non un'irritazione della pelle interessata. Perciò volevo chiedere se questo trattamento con l'aceto può aver provocato la trasformazione del neo in qualcosa di pericoloso (melanoma). Ad oggi sono passati circa 9-10 mesi da quando ho applicato l'aceto sul neo e la sua forma e il colore sono rimasti inalterati.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, eviti ulteriori terapie fai-da-te inutili e dannose, e si rivolga prontamente al medico specialista in dermatologia il quale potrà sicuramente effettuare una diagnosi accurata e valutare se esiste la possibilità di un nervo ricorrente (pseudo melanoma di Ackermann) oppure di altre condizioni cliniche.
Ci tenga pure aggiornati
Molti cari saluti
Dott.Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 481XXX

La ringrazio per la rapida risposta e mi sottoporrò al più presto a una visita dermatologica come da lei consigliato. Mi conferma quindi che l'applicazione prolungata di una sostanza acida come l'aceto non può trasformare il nevo in melanoma?

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Ovviamente!
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it