Utente 806XXX
buona sera,
vi scrivo per aggiornare un quadro clinico già esposto, al quale però si son aggiunte nuove informazioni.

Qualche mese fa noto la comparsa di zone con depressioni cutanee in prossimità degli arti ( una spalla e gambe ) e a livello addominale.
Tali depressioni, dopo analisi istologica, confermano la scomparsa pressochè totale di grasso ( area di circa 2 cm x 2 cm abbastanza rotondeggiante ) con alla base delle fibre di collagene ispessito.

Da esami ematici fatti ( anticorpi ANA, ENA, complemento C3 e C4... ) hanno escluso una malattia autoimmune.

Si è arrivati ad una possibile diagnosi di atrofodermia di Pasini e Pierini ( le zone però non sono iperpigmentate, ma di colore e consistenza più o meno paragonabile a quella della cute circostante )

Il problema è che pare che alcune si stiamo in qualche modo ingrandendo e non so a cosa pensare

Ho fiducia dei medici, ma nello stesso tempo pausa per quello che sta accadendo.

Leggevo in internet ( so che non sarebbe da fare, ma... ) che è una lipodistrofia, che di per se è gravissima ho letto

Vorrei chiedere che accertamenti si possono fare e come posso comportarmi ( centri specializzati ?) per capire meglio intanto anche come gestire questa patologia ( sperando nella correttezza della diagnosi, perchè in rete le foto sembrano diverse da quelle che compaiono nella mia pelle.

Ringrazio e spero possiate fornire qualche info utile.

Buona serata

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimo

ho già ampiamente risposto al suo consulto in passato.

Da qui non possiamo purtroppo aggiungere altri dati utili su una diagnosi di malattia rara.

Continuo a dirle di affidarsi ai miei colleghi che hanno postulato una così delicata e infrequente malattia.

carissimi saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 806XXX

buona serata, le scrivo dopo parecchi mesi per dirle come sta andando: la prima atrofia che mi era comparsa circa a gennaio 2018 è sparita. una recente ecografia comparativa tra le stesse posizioni nelle due gambe non mostra differenze. il medico che mi ha fatto l'ecografia dice che sembra essersi riformato tessuto adiposo. Qualche mese fa mi hanno fatto una seconda biopsia ad un'altra lipoatrofia che mostra una possibile sclerodermia localizzata. anche se il dermatologo di un centro universitario che mi segue non sembra convinto dato l'aspetto esterno della pelle.
In ogni caso la situazione sembra stazionaria, mi son rimaste 5 lipoatrofie che per il momento son li ferme.
Una sembra essersi risolta.

allo stato attuale i medici che mi hanno visto non sanno in pratica cosa possa aver scatenato e cosa sia . Cmq se la situazione rimane cosi bene.

vi auguro buone feste e vi saluto cordialmente

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Buon anno a Lei. Rimangono però i dubbi diagnostici che da qui non posso chiarire..
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it