Utente 510XXX
Gentili dottori,

Ho 24 anni e, all' incirca un 10 mesi fa mi è stata diagnosticata una forma precoce di alopecia androgenetica unita ad una leggera dermatite seborroica del cuoio capelluto e del viso. Mi rivolsi al dermatologo in quanto notavo una massiccia perdita di capelli durante lo shampoo e, ogni qual volta passavo la mano tra i capelli, notavo che ne perdevo un numero variabile tra i 3 ed i 10. Inoltre, iniziava ad esser visibile la stempiatura, mentre, sul resto del capo non c' era diradamento od altri sintomi.
Il dermatologo mi prescrisse un minoxidil galenico da utilizzare soltanto la sera dal lunedì al venerdi, escludendo dalla cura il sabato e la domenica. Trascorsi questi sei mesi, in cui il numero di capelli persi era diminuito di pochissimo, dato che mi trovavo per lavoro all' estero in un posto in cui era impossibile reperire il minoxidil, interruppi la cura per circa due mesi, notando un peggioramento in termini di densità dei capelli.
Ora, ho ripreso la cura con il minoxidil 5% da circa due mesi applicandolo, però, mattina e sera tutti i giorni, ma non noto alcun miglioramento e continuo a perdere un' ingente quantità di capelli ( un centinaio più o meno), ad ogni lavaggio. Essendo abbastanza sconfortato dalla mancanza di risultati del minoxidil, chiedo in che modo cambiare la terapia e se aggiungere la finasteride, nonostante le controindicazioni che spesso apporta questo farmaco mi "terrorizzino".

Spero di esser stato chiaro e vi ringrazio per l' attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Naturalmente i farmaci citati sono attivi ,con ampia letteratura a supporto e registrati ministerialmente con indicazione principale per alopecia androgenetica.
Vanno però inseriti in una strategia terapeutica che attenzioni anche altri fattori e cofattori inducenti la perdita. E certamente anche la dermatite seborroica va trattata.
il discorso sulla opportunità e il bilancio rischi benefici deve però farlo dal vivo dopo una attenta visita dermotricologica.
cordialmente Dott.G.Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
Utente 510XXX

Gentile Dott. Griselli,

La ringrazio per la risposta e per quanto indicatomi.

Cordiali saluti.