Utente 127XXX
Gentili Dottori,

sono una donna di 34 anni gravida alla 24esima settimana. A seguito due aborti spontanei mi sono sottoposta ad una serie di esami genetici e non. Da questi è emerso:
Fattore V H1299R in eterozigosi
Beta Fibrinogeno 455 G>A in elerozogosi
MTHFR A1298C in omozigosi
ACE D/D
HPA 1 b/b
Omocisteina 3,2 (valori di riferimento 5-15)
Colinesterasi (3863 con valori di rif. 4650-10440)

Fino ad ora ho assunto:
cardioaspirina in fase preventiva (un mese prima di rimanere incinta)e fino alla fine del sesto mese, progesterone 200 (2 ovuli, per carenza progestinica) fino al quarto mese e seleparina 04 sin dal momento in cui ho scoperto di essere incinta.
Fino al del terzo mese la seleparina mi è stata somministrata tutti i gioni, esattamente fino alle 11 settimana, dopo di ciò mi è stata somministrata 20 giorni su 30, sempre con lo stesso dosaggio.
Gli ultimi esami della coagulazione sono ok (Test di Quick - attività protrombinica 120 con valori di rif. (70-120); INR 0,89; Fibrinogeno 331 con valori 200-450; APTT 23 con valori 18-36; Antitrombina 106 con valori di rif. 76-120.
Ora, il mio dubbio è, visto che fino a questo momento non ho avuto alcun problema, il bambino cresce bene ed è tutto ok, sospendendo la cardioaspirina, la seleparina 0,4 sempre 20 giorni su 30 sarà sufficiente? Il mio peso è ovviamente variato dall'inizio della gravidanza, sono passata da 46 Kg a 53 Kg.
Vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità e per il servizio offerto.
Cordialmente.

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Ritengo che la terapia sia corretta, però, riguardo al dosaggio , può modificarlo soltanto il suo ginecologo che la conosce direttamente, così come riguardo la prescrizione di altri eventuali farmaci. Questo per evidenti ragioni di deontologia medica.
Un saluto

A. Baraldi