Utente 105XXX
Gentilissimi Dottori,
Sono una ragazza di 29 anni affetta da sindrome dell’ovaio policistico. Fino a qualche anno fa gli unici sintomi che lamentavo erano amenorrea o cicli molto scarsi. I dosaggi non hanno mai messo in evidenza uno squilibrio ormonale importante (a parte il rapporto quasi triplo tra FSH e LH e un leggerissimo aumento del testosterone).
Quasi 2 anni e mezzo fa, dopo un ennesimo periodo di amenorrea, ho effettuato nuovamente i dosaggi, anche perché cominciavo a lamentare un calo importante della libido. L’estrogeno è risultato basso.
Riporto qui i dosaggi e valori di riferimento
TSH 2.42 (0.32 – 5.00) FT3 2.10 (1.68 - 3.54)
FT4 1.02 (0.76 – 1.80)
FSH 6.59 (Fase Follicolare 3.0 – 12.0)
LH 18 (Fase Follicolare 1.8 – 13.4)
ACTH 75,12 (10 -80)
17-OH PROGESTERONE 1095 (Fase follicolare 100-1200)
D- 4 ANDROSTENEDIONE 2.72 (0.1- 3.5)
DEA SOLFATO 1275.93 (350 – 4300)
DIIDROTESTOSTERONE 28.50 (15-40)
ESTRADIOLO 35 (Fase follicolare 30-120)
TESTOSTERONE LIBERO 2.89 (0.30- 4.0)
TESTOSTERONE 0.98 (0.15 – 0.90)
GLOB.TRASP.ORMONE SESSUALE 60.56 (30-90)
PROLATTINA 15.91 (5-16)
A quel punto, sotto consiglio del ginecologo, ho assunto per un anno e mezzo la pillola. Ho poi fatto un’interruzione di qualche mese. Ho avuto spontaneamente un paio di cicli ovulatori, poi nuovamente alcuni mesi di amenorrea.
Ho ripetuto i dosaggi e l’E2 risultava sempre abbastanza basso.
L’unico sintomo che continuava a preoccuparmi, a parte l’amenorrea, era il netto calo della libido, che neanche la pillola sembrava risolvere.
Premetto che in passato, ho sempre avuto una libido forte e che l’estrogeno risultava sempre alto o nella norma.
Ultimamente ho provato un altro tipo di pillola, ma la situazione, per ciò che concerne la libido, non pare migliorare in nessun modo. Mi chiedo se il mio non sia dunque un problema di esaurimento ovarico, dato che la policistosi ovarica sembrerebbe portare ad un valore E2 superiore addirittura alla norma e non a una sua diminuzione.
Dagli ultimissimi dosaggi effettuati lo scorso mese emerge quanto segue:
E2 = 58.80
FSH = 7.90
LH = 10.97
PROLATTINA = 20
Inoltre l’ecografia mette in evidenza un endometrio piuttosto sottile, solo 4,1.
Ho assunto FARLUTAL per 6 giorni e durante la sospensione ho avuto mestruazioni abbastanza ridotte rispetto al passato (avevo già assunto FARLUTAL altre volte e le mestruazioni risultavano molto abbondanti).
Vorrei avere un Vostro parere e capire se ci può essere una relazione tra questo calo di estrogeni e il calo del desiderio e da cosa può dipendere (policistosi ovarica, disfunzioni dell’ipofisi, esaurimento ovarico etc.?), se sia necessario effettuare altri esami o assumere degli altri farmaci.
Ringrazio per il tempo e la disponibilità.

[#1] dopo  
Dr.ssa Paola Mossa

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Un esaurimento ovarico lo escludo in quanto LH e FSH sono nella norma, inoltre 58 di estrogeni non è certo un ipoestrogenismo. Credo che il calo della libido sia da ar risalire ad altri fattori non ormonali.
Dr.ssa Paola Mossa

[#2] dopo  
Utente 105XXX

Gentilissima Dott.ssa Mossa,
La ringrazio per la Sua risposta. In effetti è vero, l'estradiolo parrebbe nel range, anche se in passato era sempre sopra i 100 anche in fase follicolare. Allora come mai (mi domando)le mie mestruazioni risultano abbastanza scarse anche dopo l'assunzione di Farlutal? Non è questo indice di una bassa estrogenizzazione?
La ringrazio per la Sua attenzione
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr.ssa Paola Mossa

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Se il farlutal viene dato quando l'endometrio non è ispessito è ovvio che mestrui poco. Se i cicli a causa della policistosi sono irregolari non si sa quando avviene il picco estrogenico a seguito del quale l' endometrio che riveste l'utero si ispessisce. Solo in quel caso il farlutal funziona. Io direi che dovrebbe riprenedere il trattamento con pillola.Inoltre a parte quando lei ha le mestruazioni spontanee e limitatamente ai primi 5 giorni di ciclo è in grado di stabilire in quale momento si trova (tra l'altro la fase follicolare è quella in cui il livello di estrogeni è più basso in assoluto), negli altri periodi a causa della policistosi non è in grado di saperlo.
Dr.ssa Paola Mossa

[#4] dopo  
Utente 105XXX

Gentilissima Dott.ssa,
ho rifatto tutti i dosaggi e il mio quadro ormonale è risultato buono a parte i valori soliti della policisti ovarica (E2 73; FSH 7; LH 13 e livello di testosterone un pò sopra la media); ho provato a riprendere il farlutal per 5 giorni per indurre la mestruazione (l'endometrio risultava di 6,1)e poi iniziare un trattamento con la pillola. Il problema è che nuovamente il ciclo con farlutal è stato scarso;non capisco da cosa possa dipendere. In passato, come le ho già scritto in precedenza, con un endomentrio di tale spessore e farlutal avevo sempre mestruazioni abbondanti.
La ringrazio per la Sua attenzione

[#5] dopo  
Dr.ssa Paola Mossa

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Spero che abbia riniziato la pillola. Io al momento non mi preoccuperei di niente, il problema riguarda donne in amenorrea che hanno costantemente valori di estrogeni bassi in quanto dopo 6-8 mesi di tale condizione si iniziano a verificare problemi da carenza di estrogeni per il corpo; niente che abbia a che fare con lei, stia tranquilla e segua le indicazioni dello specialista
Dr.ssa Paola Mossa