Utente
Il reflusso faringo laringeo puo' dare difficolta' a deglutire?ho la sensazione di non riuscire ad iniziare a deglutire,di meno la mattina e peggiora durante il giorno. E sento pezzettini di cibo che rimangono in gola e' pericoloso?o sto tranquilla? Dato che ho solo 23 anni e ho fatto visita gastroenterologica, diagnosi reflusso e cura lansox e motilex, visita otorino, tutto ok e 7 visite neurologiche per questo problema alla gola, ed erano negative. Insomma posso mangiare tranquillamente o c'e' qualche rischio di soffocamento, cosa che mi e' successa 2 volte o 3 con l acqua ma mai con i solidi...? Quando passera' il reflusso passera' anche questo oppure devo continuare a preoccuparmi e fare altre visite per scoprire la causa del disturbo? Lo chiedo perche' negli anni piu' volte questo problema mi ha fatto venire l.ansia e ho dovuto prendere psicofarmaci... E ora non ci voglio piu' cadere anche perche' sono ancora giovane per rovinarmi la vita con le preoccupazioni... Allora e' un fastidio normale in chi ha un severo reflusso ed e' sicuro che si spieghi con questo? Molte grazie...

[#1]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
il reflusso esofageo può determinare - tra gli altri sintomi - disturbi alla deglutizione. Non si accompagna ad aumento del rischio di soffocamento.
Se la sintomatologia persiste nonostante la terapia farmacologica, è indicata l'indagine endoscopica per una completa valutazione.
Le allego per completezza l'articolo presente sul sito
https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1006-manifestazioni-atipiche-della-malattia-da-reflusso-esofageo-mrge.html
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente
Ho gia' fatto la gastroscopia e il risultato e' cardias beante con modesto reflusso. Cosa devo fare a parte continuare la terapia? Devo escludere altre cause o posso star certa che il problema e' tutto li?

[#3]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
l'esame endoscopico e la visita otorinolaringoiatrica.sono esaurienti.
E' necessario protrarre la terapia farmacologica e adottare alcuni accorgimenti sullo stile di vita secondo quanto esposto in
https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/61-il-reflusso-esofageo.html
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#4] dopo  
Utente
Grazie dott.Scuotto, quindi se ho capito bene, pur avendo queste difficolta' alla deglutizione( con sensazione di non riuscire a iniziare l' atto), e sensazione di corpo estraneo e muco in gola, posso state tranquilla che cio' non compromette una sicura deglutizione, e posso escludere altre cause di disfagia(neurologiche o altre)? E' da 6 anni che assumo lansoprazolo seppure non continuativamente, in particolare ora assumo lansox 30orodispersibile la mattina a digiuno da 2 anni, e motilex, 2,5ml prima di pranzo e cena. Puo' la persistenza dei sintomi essere spiegata dal fatto che fumo, non ho mai adottato le norme dietetiche, e fino a dicembre prendevo antidepressivi? Tra l' altro li prendevo proprio per il problema alla gola, perche' nessuno mi aveva mai detto che la causa e' il reflusso! Ora sapendolo mi sento finalmente capita!!ma allora posso star certa? Siccome per tanti anni ho cercato di capire che strana patologia potesse darmi questo problema alla gola che e' davvero fastidioso e quasi ossessionante, e mi convincevo di avere qualche disfunzione che i medici non riconoscevano! Ora per tutti questi aspetti ( stress causato dal sintomo, paura di avere una malattia o disfunzione grave)e per la paura di soffocare mi sto curando da pochi giorni con l' omeopatia, avendo smesso a dicembre con gli psicofarmaci, e sto abbastanza bene. Ora, mettero' in pratica le norme dietetiche, se lei mi dice che potrebbe aiutarmi con i sintomi alla gola smetto pure di fumare, e continuo la terapia oppure devo fare un' altra visita per aumentare le dosi o cambiare molecola di ipp?insomma si puo' risolvere questa sintomatologia? Ho visto che e' perfezionato in medicine non convenzionali, esiste una cura alternativa per il mio problema? A chi potrei rivolgermi nella zona di Catania? Grazie per la sua gentilezza e disponibilita'!

[#5] dopo  
Utente
Ho letto di persone con i miei sintomi che sono state meglio assumendo refalgin e non ho capito se e' uguale al gaviscon advance... E' un farmaco di automedicazione?puo' dare allergie o effetti collaterali?fa interazione con i farmaci che assumo?

[#6]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
la cosa più importante che lei possa fare per rendere efficace la terapia è smettere di fumare!
La maggior parte dei non-responders alla terapia per quel che riguarda le patologie dell'apparato digerente superiore sono fumatori.
Soltanto dopo potrà porsi il problema di alternative farmacologiche o di supporto.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#7] dopo  
Utente
Grazie dottore, una volta sono riuscita a smettere, ma sognavo futte le notti di fumare per i primi tempi e dopo due mesi ho ripreso! Nel frattempo sono ingrassata pure di 7 chili...ma la dipendenza da nicotina per quanto tempo rimane?perche' io seppure con difficolta' riesco a smettere, pero' mi da fastidio quel continuo desiderio e il nervosismo, comunque se lei dice che e' cosi' importante lo faro' senza dubbio e le faro' sapere. Ora, mi scusi se sono insistente, ma posso essere sicura che questo problema e' dato dal reflusso e non puo' essere dato da altro nel mio caso? perche' dopo tanti anni in cui nessuno prendeva in considerazione il reflusso( anche il gastroenterolo mi aveva detto che i problemi alla gola e alla deglutizione non centravano nulla con il reflusso e che potevo provare ad andare da un otorino, e gli otorini non trovavano nulla), io ho fatto varie ricerche e mi sono spaventata di varie patologie la cui descrizione ho trovato su internet, ma questo perche' i medici negavano il mio disturbo e non mi hanno mai detto che il reflusso,che io avevo e pure documentato, potesse essere la causa di tutti i miei problemi.mi chiedo perche' nessun medico i primi anni me lo ha mai detto!!!!non e' facile per una persona che e' entrata in questo circolo vizioso smettere di preoccuparsi, insomma posso dimenticarmi tutti i miei dubbi e tutte le patologie sulle quali mi sono informata?scusi se le chiedo rassicurazioni, ma ho tanta voglia di chiudere il capitolo " preoccupazione" e vorrei poter essere certa.. La ringrazio tantissimo

[#8]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
le consiglio di desistere dal porsi domande che la imprigionano in un circolo vizioso: non è importante sapere perché per tre anni non le abbiano spiegato il rapporto tra sintomi e reflusso, è importante che ORA lo sappia e che possa fare qualcosa di concreto per risolverli. In questo modo anziché preoccuparsi del problema si occuperà della soluzione.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#9] dopo  
Utente
Quindi e' sicuro che se passera' il reflusso io non avro' piu' problemi di deglutizione e questo senso di corpo estraneo? Ma e' troppo bello per essere vero! E io che mi sono creata mille problemi per tanti anni... Mi ha dato una informazione che mi rende davvero felice perche' ora so come fare per cercare di risolvere il problema,perche' ho capito che non devo preoccuparmi di altre cause.quindi anche se la terapia con lansox per adesso non ha risolto, e' verosimile che abolendo il fumo io possa migliorare di molto la possibilita' di risposta alla terapia? ovviamente non vedro' risultati immediati, ma in qualche mese pensa che potrebbe migliorare? ma anche se non si risolve del tutto sono gia' contenta di avere una spiegazione perche' questo mi permettera' di non preoccuparmi e quindi di farci meno caso..che dire?...GRAZIE!magari tra qualche tempo le diro' i risultati.

[#10] dopo  
Utente
Dottore, avendo il reflusso e' sicuro che ho fatto tutte le indagini possibili per capire la causa delle difficolta' a deglutire e il senso di corpo estraneo? E quindi se passera' il reflusso passera' tutto? Scusi se sono insistente ma come avra' capito ho brutte esperienze con la medicina e ora sono un po' "traumatizzata"oltre al fatto del reflusso che non mi e' stato spiegato e l'ho curato come se fosse un sintomo "mentale"una volta mi sono rotta un tendine e i dottori non se ne erano accorti, dicevano che non era vero, ho dovuto insistere per fare l rm e poi alcuni dicevano che era troppo tardi per operare, poi invece un altro mi ha operato..posso stare tranquilla? La prego mi risponda, non so come tranquillizzarmi, mi vengono tanti dubbi e pensieri brutti...sono ingiustificati?

[#11]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
il limite del rapporto virtuale (telematico) nel consulto medico è questo: io ho già cercato di tranquillizzarla!
Il mio compito ora si esaurisce. Se persiste lo stato di inquietudine, sarà utile consultare in modo diretto (non virtuale) un competente (psicologo o psichiatra).
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#12] dopo  
Utente
Grazie e' stato chiarissimo e ora sono molto piu' tranquilla. Volevo chiederle,il mio reflusso e' causato dal cardias beante? E il cardias beante normalmente da cosa e' causato? Puo' guarire con farmaci e stile di vita corretto? oppure se ha questo difetto rimane cosi'?

[#13] dopo  
Utente
Gentile dottore, sto continuando la terapia con lansox e motilex e il medico ha aggiunto il gaviscon. In effetti sto meglio con il senso did corpo estraneo, ma rimane quella sorta di disfagia orofaringea, cioé quando ho il cibo in bocca mi sembra di non riuscire a dare l' impulso di mandarlo giú, mi succede con liquidi e solidi e mi fa temere di soffocare, infatti ci sto piu' del doppio di tempo rispetto agli altri a mangiare. Devo preoccuparmi? Passerà anche questo?cosa posso fare ? Posso mangiare con tranquillità?

[#14] dopo  
Utente
per favore se può mi risponda, ho paura che non sia il reflusso ma qualcosa di più pericoloso...

[#15]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
la sintomatologia è compatibile con il reflusso, non c'è motivo di supporre <<qualcosa di più pericoloso>>
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#16] dopo  
Utente
Gentile dottore, io continuo ad avere difficolta' a mangiare,mangio una volta al giorno e molto lentamente,riduco tutto allo sato liquido e dopo jo sempre la sensazione che sia rimasto qualcosa in gola, inoltre sento dei rumorini e dei movimenti all'esofago, come dei movimenti di aria che pero' non esce. Come devo fare, gia' sono stata da 7 neurologi, l otorino che ha visto che ho il reflusso e mi ha dato la cura, e i miei genitori non mi fanno fare piu' visite perche' si sono stancati perche' hanno detto che se i medici dicono che non ho niente io devo mangiare e basta.poi questo disturbo di mattina e' molto minore, significa qualcosa?nel frattempo, visto che quasi non mangio cosa faccio prendo degli integratori,vado avanti a cosa liquide? Tra l'altro ho problemi anche con l'acqua nei momenti peggiori, ma e' sicuro che con questo problema non rischio di soffocare o che le cose mi vadano di traverso?

[#17]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
La rassicurazione per via telematica non è molto efficace, ma le ribadisco nuovamente che - alla luce di quanto esposto - non appare probabile il rischio di soffocamento.
Apprendo dalla sua richiesta in area di psicologia che ha intrapreso un percorso psicoterapeutico. Penso che questa sia la strada più adeguata per affrontare e risolvere la problematica in atto.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#18] dopo  
Utente
Quindi lei dice che se l'otorino mi ha detto che ho solo il reflusso e i neurologi che non ho nulla, vuol dire che ho le stesse probabilità di soffocare di una qualsiasi persona,cioè pari a quasi zero dato che ci faccio attenzione a masticare benissimo e a fare bocconi piccoli? la sensazione che sento non è per nulla pericolosa ed è dovuta semplicemente al reflusso? Scusi se sono insistente ma è veramente brutto avere paura di mangiare, e ho paura tra l'altro che se continuo a non mangiare mi viene qualche malattia davvero...

[#19]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
ha compreso.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.