Utente
Salve sono un ragazzo di 21 anni e fino ad ora non ho mai avuto nessuna malattia.
Il 30 Gennaio ho avvertito in mattina una fitta allo stomaco (come se mi pungessero con uno spillo) ed ho attribuito il tutto ad un mal di pancia.
Nel pomeriggio ho avuto febbre ed uno svenimento che in pronto soccorso hanno attribuito ad un abbassamento di pressione dovuto alla febbre ed al fatto che ero in bagno in quel momento che urinavo.
Dopo qualche giorno ho cominciato ad accusare senso di gonfiore dolore al tatto e non alla parte interna dei pettorali e questo continuo senso di punture allo stomaco.
Ho fatto RX allo stomaco e mi hanno detto che ho la gastrite ipersecretiva e mi hanno dato il NEXIUM che prendo da 10 giorni ed uno sciroppo.
Ora però a volte sento il cuore che batte più forte del solito (lo riesco a percepire al tatto con la mano al petto).
A cosa può essere dovuto?
Può la gastrite portare queste palpitazioni?

Cordialmente Bruno Nero.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
la gastrite non porta palpitazione.
La Malattia da reflusso gastroEsofageo invece può condizionare disturbi del ritmo.
Pertanto esegua una gastroscopia , per completezza, un ecg (magari un Holter-24ore).

Cordialità.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
cosa mi dice invece dei dolori al petto?

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Faccia verificare il suo torace al medico curante.

Un saluto.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
senta ma NEXIUM può causare l'abbassamento della pressione? stamattina ce l'avevo max 109 min 67 e non mi sentito molto in forze.

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Valuti la possibilità di avere una ipotensione ortostatica, in ogni caso, se è la prima volta, si faccia vedere dal suo curante.

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Salve, oggi ho eseguito una gastroscopia ed è emerso quanto segue:

Esofagite da reflusso.
Ernia iatale da scivolamento.
Gastropatia erosiva in sede antrale.

la mia ernia è di 2cm.

Ho le seguenti domande in merito:

posso praticare tutti i tipi di sport ? anche a livello agonistico?
questa ernia può aumentare di dimensioni?
se si quali sono le cause principali che possono fare aumentare le sue dimensioni?
seguendo una cura farmacologica è possibile eliminarla del tutto?

Grazie in anticipo, aspetto una risposta con ansia! :-)

[#7] dopo  
Utente
Salve, oggi ho eseguito una gastroscopia ed è emerso quanto segue:

Esofagite da reflusso.
Ernia iatale da scivolamento.
Gastropatia erosiva in sede antrale.

la mia ernia è di 2cm.

Ho le seguenti domande in merito:

posso praticare tutti i tipi di sport ? anche a livello agonistico?
questa ernia può aumentare di dimensioni?
se si quali sono le cause principali che possono fare aumentare le sue dimensioni?
seguendo una cura farmacologica è possibile eliminarla del tutto?

Grazie in anticipo, aspetto una risposta con ansia! :-)

[#8]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
Mi dispiace che non le abbiano detto che l'ernia iatale non guarisce, anzi può aumentare di volume negli anni.
La malattia da reflusso, ora documentata, che lei, ha va solo curata e seguita nel tempo.

Esistono rimedi igienico-comportamentali ed alimentari da seguire (consulti un buon gastroenterologo).

Lo sport nel momento in cui si hanno sollecitazioni del torchio addominale, ad es., può interferire con il reflusso.
Detto questo la cosa va condivisa con chi la seguirà.

Auguroni.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#9] dopo  
Utente
D'accordo.
Mi può fare un elenco delle principali cause che potrebbero fare aumentare l'ernia , tipo posture o movimenti scorretti?

[#10]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Mi limito a darle dei consigli dietetici con la premessa che, nel suo interesse, deve evitare il fai da te e ricorrere allo specialista, in ogni caso.
Chi soffre di ernia iatale dovrebbe consumare diversi pasti durante la giornata evitando il più possibile le abbuffate. Il consumo di alcol, caffè, cioccolato, frutta acidula (agrumi), cipolle ed alimenti piccanti in genere, andrebbe perlomeno limitato, in quanto tende ad aumentare l'acidità gastrica mettendo in pericolo l'integrità della muscosa esofagea.
Pasti abbondanti, specie se ricchi di grassi, allungano il tempo di permanenza del cibo all'interno dello stomaco aumentando la possibilità di reflussi gastrici.
Nelle due tre ore successive al pasto è bene evitare di coricarsi o compiere lavori pesanti. La posizione orizzontale o il temporaneo aumento della pressione addominale potrebbero infatti facilitare la risalita del contenuto gastrico.

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#11] dopo  
Utente
grazie mille per i suoi preziosi consigli...cercherò di limitare gli sforzi :-) ma un'ora di corsetta al giorno me la voglio concedere a costo di fare ingrandire questa ernia ... d'altra parte ho solo 21 anni.

[#12]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
OK, bisogna pur vivere!

Auguroni.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#13] dopo  
Utente
Salva dottori, Mi trovo a vienna e sto lavorando con un'azienda informatica.
Da ieri ho avuto un leggero mal di pancia con una specia di diarrea tutto il giorno si può dire, e mi sono sentito poco bene anche a livello fisico, direi debole.
Oggi la pancia non mi da più fastidio ma ho avuto questi sintomi in giornata mentre ero a lavoro ed adesso, formicolio alla cute della testa e alla nuca, sudorazione fredda (a volte), e una stanchezza generale.
COsa è? pressione bassa?
Aspetto una vostra risposta.

[#14]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Per sapere se ha la pressione bassa deve misurarla.
Probabilmente ci metta dentro anche un pò di stress.

Se continua a non star bene si faccia vedere da un medico.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#15] dopo  
Utente
Salve, ieri per caso ho toccato alla bocca dello stomaco ed ho sentito qualcosa come una pallina...tra i due muscoli addominali.
cosa può essere? l'ernia? devo preoccuparmi?

Grazie in anticipo.

[#16]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Penso proprio di no.

Penso che abbia "toccato" l'appendice xifoide dello sterno.

Ne parli con il curante.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#17] dopo  
Utente
é qualcosa di grave o è normale poterla toccare?

[#18]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Tutti noi abbiamo l'appendice xifoide dello sterno.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#19] dopo  
Utente
Salve gentilissimi dottori,

A distanza di 7 mesi ho fatto una nuova gastroscopia a Vienna questa volta.
Il risultato descrive la presenza di, ancora una volta, gastrite e reflusso.
questa volta il nome della gastrite nel referto risulta essere:
C-gastritis, devo preoccuparmi?
Come medicinale mi hanno ordinato una pillola da 20g al giorno di Pantoprazol.
Datemi il vostro parere.
Inoltre non è stato riscontrao helycobacter nella mini biopsia fattami.

Cordialmente
Bruno Nero

[#20]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Mi sento di concordare con quanto prescrittole.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#21] dopo  
Utente
E' questo un tipo di gastrite che può mutare in ulcera?
Mi pare di aver letto che il tipo C è piuttosto avanzato.
Ma posso anche sbagliarmi.
Inoltre vorrei chiedere, quando passerä questa gastrite?
I medici qui mi hanno detto, a differenza di quello che mi disse la dottoressa in Italia,
che non ho alcuna ernia iatale.
E' possibile che sia scomparsa?

[#22]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
La gastrite tipo C è causata da Fans, farmaci steroidei e da reflusso biliare,
non necessariamente esita in ulcera.
I tempi di guarigione sono variabili.
L'ernia iatale è una modifica anatomica non reversibile.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#23] dopo  
Utente
Ma io non ho alcun sintomo.
devo preoccuparmi?

[#24]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non mi sembra che una gastrite possa destare preoccupazioni particolari,
se non quella di doverla curare.

Si tranquillizzi.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it