Utente 239XXX
Buonasera e scusate il disturbo.
Da maggio dell'anno scorso , dopo terapia antibiotica ho cominciato a soffrire di diarrea giornaliera con 3/4 scariche al giorno con feci molli/liquide , appiccose e presenza di muco prevalentemente alla mattina appena sveglio e sporadicamente dopo i pasti il tutto accompagnato da dolori basso ventre che passano con l'evacuazione , flautolenza , meteorismo e borborigmi.
Premetto che ho sempre sofferto di casi di colite , ma adesso la cosa sembra cronicizzata.
su consiglio del medico di base ho porvato con il normix , valpinax , diosmectal , tutti i tipi di fermenti lattici ma nulla .
consultato I° gastroenterologo fatti esami culturali feci , sangue occulto , esami urine ,esami del sangue (compresa amilasi , lipasi , tsh , elettroforesi sieroproteine , pcr reattiva , immonoglobuline) ..risultato in piena forma probabile colon irritabile cura levopraid ma risultato nullo.
Eseguo colonscopia fino all'ileo terminale:il viscere esplorato e' nella norma , biopsia colon ascendete e discendete: lieve edema , lieve flogosi cronica aspecifica , inattiva...diagnosi probabile colon irritabile;
Consulto II° Gatroenterologo , a distanza di 7 mesi dall'esordio ripeto esami del sangue, convinto che qualcosa dopo cosi' tanto tempo fosse cambiato , come sopra , piu' tutti quelli per il fegato e la celiachia , eseguo eco addome completo e calprotecnina fecale , tutto nella norma tranne presenza di helicobacter( il medico mi dice che essendo asintomatico debellarlo lascia il tempo che trova) , provo a fare il test del lattulosio , ma al pre test all'hidrogeno il risultato era gia superiore al limite sebbene abbia eseguito la dieta, dunque impossibile eseguirlo ed il gastroenterologo mi fa la diagnosi di probabile colon irritabile con accentuato dismicrobismo cura con il fagyl per 10 gg + fermenti lattici per altri 10 gg. , dopo ripetere ciclo...rinasco le feci tornano formate ma non appena smetto la terapia i sintomi ritornano.Il medico mi dice che probabilmente il mio stato ansioso oltre ad accentuare i sintomi fa' ripresentare gli stessi dopo la terapia
Da allora non ho perso un grammo di peso , continuo ad avere appetito e faccio regolarmente attivita' fisca agonistica anche se la cosa mi sta' logorando a livello psicologico e mi domando puo' la mente condizionare cosi' il corpo?
Purtoppo alla fine sono diventato paranoico commettendo l'errore piu' grande quello dell'autodiagnosi su internet ed ecco che ho cominciato a pensare a qualcosa di brutto nascosto un po' ovunque tipo stomaco , intestino tenue fino ad arrivare ai tuomori neuroendocrini...insomma a cercare tutto cio' che potesse c'entrare con la mia sintomatologia cercando di fare piu' esami possibili per scongiurare il peggio , faccio caso a qualsiasi doloretto e spostamento a livello della pancia che oggi sembrano diventati enormi.Grazie per il tempo concessomi

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
I sintomi che riferisce potrebbero essere quelli della IBS ovvero della sindrome del colon irritabile. Sarebbe però importante escludere una colite microscopica. Se cerca nel mio sito potrà trovare un articolo appunto sulla colite microscopica che potrebbe interessarla.
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente 239XXX

Grazie innanzitutto per la celere risposta , ma volevo cheiderLE se la colonscopia con relative biopsie non avrebbero dovuto escluderla.
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
per quanto concerne la Colite Microscopica ha ragione lei: la diagnosi viene effettuata sulla biopsia del colon, che mostra linfocitosi intraepiteliale e un infiltrato infiammatorio misto nella lamina propria. Si accompagna spesso a dolore addominale e a perdita di peso.

La positivtà del BT al lattulosio, che lei riferisce, fa propendere per la SIBO (Small Intestinal Bacterial Overgrowth) una vera e propria malattia del tenue da sovrapproduzione batterica.
Alla base della SIBO si ha quindi un'invasione del piccolo intestino, dall'alto, di ceppi patogeni di provenienza oro-alimentare, dal basso, di ceppi patogeni colo-fecali attraverso una valvola di Bauhin incontinente.
Tali germi alterano le normali funzioni intestinali e danno luogo ad una sindrome diarroica.
Si rende, nei casi di specie, necessaria l'introduzione di una dieta adeguata, prebiotici, probiotici e antibiotici.

Non pensi al peggio e si faccia seguire dal suo gastroenterologo di fiducia.

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 239XXX

grazie per la cortese risposta

[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Si figuri,

ci tenga informati.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente 239XXX

Salve Dottore e scusi nuovamente per il disturbo ma vorrei sapere cosa significa
Biopsia colonscopia:-Lieve edema , lieve flogosi cronica aspecifica, inattiva.
Il Gastroenterologo che mi segue mi ha detto che il risultato della biopsia e' dovuta alla preparazione all'esame fatta nei giorni precedenti ed compatibile con colon irritabile. Possibile?
Grazie per la sua eventuale risposta , ma sa' , mi veniva il dubbio che trattavasi di qualche tipo di colite anche se gli indici di flogosi come la PCR reattiva e la calprotecnina fecale sono negativi.

[#7] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
il risultato istologico è di assoluta tranquillità e testimonia un lieve stato di flogosi (=infiammazione) dei tratti colici bioptizzati.

Per quanto riguarda il colon irritabile devo dirle che si tratta di un quadro funzionale e la diagnosi non viene fatta su prelievi bioptici.

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente 239XXX

salve dottore e scusi se abuso della sua gentilezza ho ricevuto il risultato delle analisi gastrina prolattina calcitonina serotonina urinaria creatinina urinaria tuyti nella norma solo il l acido 5 hiaa valoti normali tra 2 e 8 risultato 8.7. contattato il mio gastro mi ha detto che e' un risultato nella norma e secondo lui la norma e' inferiore a 10 mh/die e i parametri variano da laboratorio a laboratorio ossia il mio non e' un risultato patologico che indica sindrome da carcinoide.cosa ne pensa?

[#9] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Penso che lo specialista che la segue ha assolutamente ragione
Dr. Roberto Rossi

[#10] dopo  
Utente 239XXX

Salve buongiorno e scusate nuovamente por il disturbo ma non riesco a stare tranquillo .
Potrei sapere se , in base ai risultati sopra riportati in special modo quello del 5HIAA valori considerati normali tra 2 - 8 risultato 8.7 mg/die e serotonina urinaria risultata normale , entrambi su unico campione di urine raccolto nelle 24 h si puo' escludere una sindrome da carcinoide?Ho contattato il laboratorio analisi per sapere come mai non vi era l'asterisco vicino all'esame del 5hiaa che risultava fuori range e la d.ssa mi ha detto che i risultati sono molto soggettivi e variano anche in base al sesso , all'eta' , al peso ed all'alimentazione e che il risultato non e' ne preoccupante ne' patologico.
Anche il mio gastroenterologo dice che e' nella norma e secondo lui la norma e' inferiore a 10 mg/die e i parametri variano da laboratorio a laboratorio ossia il mio non e' un risultato patologico che indica sindrome da carcinoide in quanto tale sindrome da valori di riscontro molto piu' elevat e sempre secondo lui non e' necessario nemmeno ripetere l'esamei.cosa ne pensate?
Inoltre ho letto che alcuni alimenti che contengono tripofano possono interferire con il risultato ed anche se non riportato nella lista degli alimenti da evitare ho letto che alcuni formaggi come il gorgonzola sono ricchissimi di tripofano ed io l'ho mangiato durante l'esucuzione del test.questo potrebbe aver interferito?

[#11] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

deve stare più tranquillo ed avere fiducia almeno di "qualche medico", lei da solo non ha le competenze per essere di aiuto a se stesso!

Lei infatti dice,
<<Purtoppo alla fine sono diventato paranoico commettendo l'errore piu' grande quello dell'autodiagnosi su internet ed ecco che ho cominciato a pensare a qualcosa di brutto nascosto un po' ovunque>>

Allora per tranquillizzarla le dico che:
il dosaggio dell’acido 5 idrossi indoloacetico (5-HIAA) urinario è probabilmente il test diagnostico più affidabile nella valutazione diagnostica di un sospetto tumore carcinoide. L’escrezione urinaria normale è inferiore a 10 mg/24 ore; la maggior parte dei pazienti affetti da sindrome da carcinoide ha valori superiori a 50 mg/24 ore.

L’ingestione di cibi contenenti serotonina come le banane, ananas, noci e cioccolato o l’assunzione di alcuni farmaci (fenotiazine, mandelamina, reserpina) può determinare un falso incremento nel dosaggio di 5HIAA.

Oltretutto non ha riferito alcuna sintomatologia tipica.

Auguroni.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente 239XXX

salve dr grazie per la precedente risposta oggi mi e' arrivato anche il risultato della cromogranina a ed e' risultato 80.0 valori di riferimento normale inferiore a120.0.contattato il mio gastro ha detto che con questo risultato possiamo scartare anche l ipotesi di carcinoide/neuroendocrina.grazie

[#13] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Ero stato profetico.

Bene così!

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente 239XXX

salve dr e mi scusi se approfitto della sua cortesia.ho appena finito la cura per helycobacter e durante questa sono passati tutti i dolori e le eci sono normali.finita la cura tutto e" ritornato come prima.per la cura insieme agli altri antibiotici vi era anche il vaginel che ha lo sresso principio del flagyl che presi qualche mese fa e anche con questo durante la cura stavi bene.dunque la domanda e' possbile che il metronidazolo faccia sparire i sintomi?e come mai dopo l interruzione questi si ripresentano?

[#15] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Può senz'altro approfittare
ma credo che la risposta l'abbia già data lei quando dice

<<il gastroenterologo mi fa la diagnosi di probabile colon irritabile con accentuato dismicrobismo cura con il fagyl per 10 gg + fermenti lattici per altri 10 gg. , dopo ripetere ciclo...rinasco le feci tornano formate ma non appena smetto la terapia i sintomi ritornano.Il medico mi dice che probabilmente il mio stato ansioso oltre ad accentuare i sintomi fa' ripresentare gli stessi dopo la terapia>>.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it