Utente
Due giorni fa, dopo aver consumato una cena fuori casa (devo ammettere di aver mangiato più alimenti fritti e un dolce, bevuto una birra e acqua gassata, ma non si tratta di una variazione alla mia usuale dieta), ho cominciato a sentire dopo qualche ora un'attività intestinale molto intensa, accompagnata dallo stimolo ad espellere flatulenze (si trattava quindi di gas nella pancia), che ho in un primo momento dovuto "trattenere". Successivamente, nonostante l'espulsione di feci (frequente anche il giorno dopo, sebbene ogni volta fossero feci piuttosto scarse), lo stimolo ad emettere le flatulenze (che sono inodore) ha continuato per tutta la notte e leggermente anche la mattina seguente; per paura che il problema continuasse, ho preso una enterogermina e durante tutta la giornata non ho mangiato altro che 3 fette di pane integrale con marmellata e un toast con una sottiletta, e difatti il problema, la sera, non si è presentato, anche se persisteva una sensazione di pesantezza al livello del retto. Oggi ho voluto provare a mangiare nuovamente nel mio modo usuale, e infatti trascorsa qualche ora dopo che avevo mangiato della pizza il problema si è ripresentato. Ho paura che diventi una cosa cronica, per cui devo sconfiggerla immediatamente, dato che è una situazione molto imbarazzante. Cosa mi consigliate di fare? È risolvibile o sarò costretta a conviverci come un disturbo cronico? E come è possibile che questa cosa sia iniziata così improvvisamente? Sono MOLTO preoccupata. Prima possibile mi recherò dal medico, ma vorrei anche un vostro parere. Vi ringrazio

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica


>> . Ho paura che diventi una cosa cronica, per cui devo sconfiggerla immediatamente <<

Gentilissima,

non vedo i motivi per cui possa diventare cronico tale disturbo. Evidentemente qualcosa che mangiato le ha procurato il disturbo intestinale. Continui con i fermenti lattici, assuma degli anti meteorici (carbone, vegetale, simeticone, tisane ai semi di finocchio) e soprattutto regolarizzi la dieta togliendo pizze, fritti, grassi, dolci per qualche tempo. Tutto tornerà nella norma.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta. Oggi ho assunto una tisana al finocchio, che sembra funzionare (anche se percepisco comunque bruciore nella parte alta dello stomaco e diversi movimenti e rumori addominali). Però ho notato che faccio fatica ad espellere le feci. Dato che gli alimenti che combattono il meteorismo sono quelli sconsigliati in caso di stitichezza, e quelli invece da assumere per combattere la costipazione sono viceversa vietati se si vuole eliminare il meteorismo (es. latte, molte fibre, prugne, verdure, ecc), come dovrei comportarmi?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissima,

può assumere eventualmente delle fibre tipo psyllium ed una bustina di polietilenglicole per ammorbidire le feci.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio molto per la sua risposta! Ma in quanto tempo dovrei guarire? Perché è già passata una settimana e mi preoccupo leggendo di gente che soffre di questi disturbi da anni e anni!

Comunque, per quanto riguarda gli alcoolici, quali sono i più dannosi in questi casi di meteorismo e quelli che invece vengono tollerati meglio?
E (so già in partenza che sarebbe meglio smettere, purtroppo) essendo una fumatrice, mi chiedo: è vero che è meglio evitare di fumare in prossimità dei pasti per non accentuare il problema?

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prima regola: stare tranquilli e non avere fretta ! Non si puo' stabilire una data per il termine i disturbi. Piu' c'è ansia e piu' il disturbo si protrae. Non ci sono alcolici meno dannosi ed il fumo non e' un buon amico dell' intestino. Si voglia bene !

Cordialmente.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Salve.
Torno a scrivere perché in questi giorni ho preso le tisane ai semi di finocchio e sembra che abbia funzionato, infatti sono sollevata di aver trovato un rimedio così naturale e immediato.
Solo che stasera, nonostante l'abbia presa, sembra che non sia stata utile, e ho comunque aria nella pancia.
Sto sbagliando modalità di assunzione? Non le ho assunte proprio quotidianamente, più o meno un giorno sì e uno no, solo una alla sera. Dovrei intensificare? In effetti non ho capito molto bene quando è più opportuno prenderle. Per adesso ne ho assunte solo a mezz'ora dalla fine della cena, con acqua di rubinetto (dato che tanto, poi, viene bollita). Sbaglio in qualcosa? Sarebbe meglio prenderla in un altro momento, per esempio a stomaco vuoto, o una dopo ogni pasto?
E cosa vuol dire il fatto che stasera non abbia funzionato? Devo cominciare a pensare che stia perdendo di efficacia e non funzionerà più o è solo un caso?

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ne può prendere un paio al giorno dopo i pasti. Rientra nella norma avere ugualmente qualche "intoppo".

Continui pure. Saluti.



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Salve, ritorno a scrivere qui perché noto che il problema dopo un periodo di apparente risoluzione è tornato, nonostante assuma regolarmente la tisana al finocchio calda dopo ogni pasto ed eviti la consumazione di cibo che forma aria. Non so più come riparare la questione; l'aria è presente anche al mattino, a stomaco vuoto, anche dopo l'espulsione delle feci, ed è accompagnata da dolori addominali e un senso di pesantezza anale che non mi lasciano mai. Può essere dovuto all'introduzione di altri medicinali per la cura di problemi ginecologici? Sul foglio illustrativo non è riportato nulla. Cosa posso fare adesso? Ringrazio in anticipo

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Conviene allora parlarne con un gastroentologo in quanto non è da escludere una intestinale.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Oggi ne ho parlato col medico...dice che potrebbe essere per via dell'infezione vaginale che ho avuto recentemente, dato che retto e vagina sono significativamente vicini sostiene possa essere per questo

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Grazie dell'aggiornamento e cordiali saluti.



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#12]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Grazie dell'aggiornamento e cordiali saluti.



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it