x

x

Reflusso e cardias incontinente

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Gentili Dottori, sono un ragazzo di 23 anni fumatore.

Circa un anno fa, dopo una gastroscopia, mi è stato riscontrato un disturbo da reflusso a causa del cardias "leggermente incontinente" (cito il referto). Mi è stato prescritto levopraid 25 prima dei pasti e pergastid 15mg la mattina a digiuno.

Per circa 10 mesi non ho avuto più problemi ma da un pò di tempo avverto un senso di "marcio" nello stomaco (mi dicono siano i succhi gastrici, e ciò mi causa anche nausea) e sembra che il mio stomaco non tenga più nulla: appena bevo un bicchiere d'acqua me lo ritrovo quasi in gola, per non parlare del fastidio che provo quando mi stendo a letto. Inoltre nonostante il lansoprazolo avverto nuovamente l'esofagite.

Il test per l'helicobacter è negativo, cosa posso fare? In particolare volevo qualche "consiglio" pratico visto che tra pochi giorni devo affrontare un viaggio in pullman di circa 15 ore. Ho già ridotto al minimo le sigarette, c'è qualcosa che posso fare?

Grazie mille per l'aiuto e buon lavoro.
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Gentile utente,
è probabile che sia da correggere la sua terapia, come pure invitarla a rispettare le norme igienico-alimentari anti-reflusso (ad es. il fumo facilita la beanza cardiale).

Le consiglio di rivolgersi pertanto al suo gastroenterologo di fiducia.

Cordialità

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio