Utente 257XXX
GBuongiorno, in realtà avrei un'infinità di domande...
Sono un ragazzo di ventidue anni e da circa sette convivo con un bruciore perenne in gola. Non ho particolari problemi allo stomaco, solo rossore a livello della faringe e una sensazione di acidità in bocca. Il bruciore è forte e non mi lascia pace. Se mi concedo l'apertura necessaria, posso notare in fondo alla cavità orale delle bolle. Queste sono collocate nella parte destra, dove per altro la narice mi si presenta quasi sempre chiusa. Dopo aver considerato innumerevoli cause-fra le quali anche lo scolo retronasale- mi ritrovo a pensare che sia reflusso, perché solo con abbondanti dosi di LUCENi (2 pastiglie da 40 al dì) trovo un certo sollievo accompagnato da una recuperata freschezza su tutto il palato. Dunque : è normale che io debba prendere questi dosaggi? Se sì, per quanto tempo ancora?
Altra questione: navigando su internet vi sono persone che dicono di aver visutto casi come il mio e d'aver trovato la cura corregendo la simmetria del corpo e la postura. Non devo crederci,vero?

Ps: la gastro non ha evidenziato nulla mentre gli otorini convalidano il reflusso.

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Ha parlato con un gastroenterologo ? Il reflusso, se di questo si tratta, si cura con gli antisecretivi e non con la correzione della postura.

Cordialmente
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 257XXX

La ringrazio infinitamente per la pronta risposta.

Ho ricevuto il messaggio: devo prenotare una visita da un gastroenterologo. Io e il medico di base non abbiamo mai preso in considerazione l'ipotesi perché l'importante numero di otorini da cui sono stato ha sempre diagnosticato il reflusso e, pare, senza alcun dubbio.
Io però resto un po' scettico. Mi chiedo: ma è possibile che dopo un mese di LUCEN 40 mg assunto due volte al giorno, non abbia ottenuto significativi benefici? Vero è che adesso almeno riesco a dormire la notte (un mese fa avevo molto muco e un intensissimo bruciore che non mi dava pace, specie se mi trovavo coricato) però il bruciore persiste e dei dubbi mi assillano: non riesco a capire perché le bolle siano soprattutto nella parte destra della gola, così come non riesco a capire perché si tappi la narice...
Le faccio notare che è da anni che ho questo problema e che in passato ho assunto anche PARIET, NEXIUM e PANTORC. Forse non li ho mai associati ad un'adeguata dieta, per altro fumavo e bevevo molto. Fatto sta che ora non bevo e non fumo, ho alzato la testiera del letto di 10 cm e seguo con molta diligenza la terapia con LUCEN, tuttavia, come le dicevo, i risultati ci sono ma non sono risolutivi. Restano le bolle e un fastidio invadente nella parte dx della gola, resta anche la narice chiusa. Forse esagero, ma sento di poter dire che dopo sette anni il fastidio diventa un supplizio...

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
È importante, quindi, parlare con il gastroenterologo poiché potrebbe essere utile uno studio funzionale con la ph- impedenzometria esofagea:

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/951-reflusso-gastroesofageo-ottenere-diagnosi-perfetta.html

Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 257XXX

Buongiorno,
sono passati circa due mesi da quando ho inviato la prima richiesta di consulto. Nel tempo intercorso sono stato da un gastroenterologo che ha aggiunto un paio di medicinali alla terapia già in corso :al LUCEN e al GAVISCON ha associato anche il VAGOSTABIL e il PEGIDAL, tutto sommato senza risolvere un granché... dunque ho prenotato una ph metria con impedenzometria e sto attendendo il giorno dell'esame.

Nel frattempo vorrei porvi qualche domanda:
1) sento di tanto in tanto delle fitte nel basso addome; il mio medico di base ha ipotizzato siano effetti di un possibile "colon irritabile" e si è limitato a prescrivermi dei fermenti lattici. Può questa patologia influire col reflusso gastroesofageo?

2) spesso mi concedo pasti abbondanti (sempre rispettando la dieta propria del reflusso). So che non è corretto esagerare e che sarebbe meglio farne di piccoli e sparsi durante tutto l'arco della giornata, ma mi chiedo: " è possibile che sia solo questo sgarro a bloccare la buona riuscita di una terapia che dura da così tanto tempo?"

[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il colon irritabile e la patologia da reflusso gastroesofageo sono due patologie ben distinte. Il pasto abbondante, di tanto in tanto, non influenza la malattia da reflusso.

Mi comunichi l'esito della pH-impedenzometria.

Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 257XXX

Buogiorno,
finalmente ho eseguito la phmetria. I risultati li avrò fra un mese. Però i valori dell'apparecchio ho notato che oscillavano fra 6.5 e 8.5. Cosa posso dedurne?

[#7] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Bisogna solo andere il dato definitivo per meglio comprendere ...

Ci aggiorni.


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente 257XXX

Buongiorno,
ho i risultati.

MANOMETRIA: IPOCINESIA ESOFAGEA
PHMETRIA: REFLUSSI GASTROESOFAGEI NON ACIDI PATOLOGICI ORTOSTATICI, DISTALI E PROSSIMALI. SYMPTOM INDEX NEGATIVO.

Sarei più che grato se lei mi traducesse quanto sopra. Il medico non ha avuto l'accortezza di darmi spiegazioni. Ho ritirato solo i risultati dalla segreteria del reparto.

Ringrazio infinitamente!



[#9] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si tratta si reflussi di tipo biliare (= non acidi) importanti e non sembrano associati ai sintomi . Dovrebbe assumere dei farmaci per contrastare la bile come del magaldrato e dei procinetici per favorire lo svuotamento gastrico.

Saluti
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente 257XXX

Gentilissimo dottore,

ieri sono stato dal medico che ha eseguito la phmetria. Mi ha prescritto : PARIET 20mg (è già da un anno che lo assumo), LEVOPRAID prima dei pasti ed ESOXX ONE. Mi chiedo come mai non mi abbia prescritto dei magaldrati, è il caso che lo chiami e glielo chieda?

Lo stesso dottore ha per altro palesato che non prende in considerazione l'idea di un'operazione chirurgica (che io ho prontamente richiesto in quanto a questo punto la trovo una soluzione) essendo il mio sintomo un dolore collocato soprattutto in gola ed ha dunque avanzato l'ipotesi che possano esserci altre cause ad influire e sul reflusso e sul dolore faringeo.
Feci già tutti gli esami otorinolaringoiatrici di routine (test seni paranasali, tonsillectomia, etc) ed anche esami per allergie non alimentari, senza aver trovato nulla di particolare interesse e pertanto il medico m' ha prescritto, per individuare l'origine dei miei disturbi, i seguenti esami: IGE TOTALI, IGE SPEC. ALLERGOLOGICHE, ANTICORPI ANTI TRANSGLUTIMINASI, ANTICORPI ANTI ENDOMISIO.

Il PARIET e la dieta associata hanno su di me discreti risultati (anche se mai riescono a sanare del tutto il problema) e dunque prediligo l'ipotesi di un puro e semplice reflusso (per altro confermato dalla phmetria) ma questa è solo una mia opinione.


La ringrazio di nuovo e ringrazio anche MEDICITALIA.it per l'opportunità che mi offre, senza la quale sarei perennemente afflitto da una serie di dubbi.

[#11] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Se la ph-metria ha confermato il reflusso bisogna allora seguire i suggerimenti del gastroenterologo. Non pensi alla chirurgia. La soluzione si troverà.


Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente 257XXX

Abbia pazienza dottore, le chiedo soltanto come mai non mi è stato prescritto del magaldrato.

[#13] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008

Questa domanda dovrebbe rivolgerla al suo medico. Non è sempre categorico che il magaldrato venga prescritto in presenza di bile nello stomaco, ma sarebbe ragionevole farlo.

Saluti

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente 257XXX

Gentilissimo dottore,
Proprio oggi, avendo terminato la scorta di ESOXX ONE, ho deciso di farmi prescrivere il RIOPAN (magaldrato) che i miei medici non hanno mai preso in considerazione (le ricordo che soffro di reflusso non acido, nel caso non voglia rileggersi quanto precede questo messaggio.). Quello che mi è stato detto è, però, che il RIOPAN agisce sui sintomi senza che vada a risolvere l'origine del problema. In sintesi, nonostante il magaldrato, mi hanno detto che dovrò farmi operare se voglio una soluzione ai miei problemi che, nonostante le diverse cure protratte per diversi anni, persistono localizzati soprattutto laddove si trova la faringe . Devo solo fissare il giorno. io le confesso che anche questa soluzione non mi dispiace perché voglio che i miei problemi spariscano...lei cosa ne pensa?

[#15] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non sono molto convinto della soluzione chirurgica in quanto il dato che emerge dalla sua clinica e dagli accertamente ph-manometrici è un problema di svuotamento gastrico e questo non viene corretto dalla plastica antireflusso. Anzi, in questi casi, l'intervento chirurgico non è indicato.

Ovviamente è un discorso che stiamo facendo on line per cui ogni decisione dovrà essere presa nel contesto di una reale visita.

Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#16] dopo  
Utente 257XXX

Buongiorno,
infine ho optato per l'intervento chirurgico al quale mi sono sottoposto un paio di settimane fa. Ora sento diversi benefici ma ancora il mal di gola persiste, mi pare che si acuisca se mangio molti o determinati cibi. Dice che devo aspettare che il male si attenui o è anomalo il fatto che io senta ancora dolore? Il mio reflusso è ora cessato del tutto o qualche episodio, in caso di eccessi nell'alimentazione, può ancora capitare?

[#17] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si. Il disturbo, anche se minimo, potrebbe persistere.

Saluti

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#18] dopo  
Utente 257XXX

La ringrazio infinitamente.
Un' ultima domanda: posso ora sperimentare un po' con l'alimentazione per vedere se è quella a provocarmi il mal di gola, o comprometterei il risultato dell'operazione?

[#19] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Certamente. Tenga conto però degli alimenti a rischio:

https://www.medicitalia.it/minforma/scienza-dell-alimentazione/787-reflusso-gastro-esofageo-tavola.html

Saluti

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#20] dopo  
Utente 257XXX

A dire il vero la mia intenzione era proprio quella di introdurre qualche cibo che induca al reflusso, per vedere se è proprio quest'ultimo la causa del mio problema... la trova un'idea sbagliata?

[#21] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Provi puri. E' un test che non crea problemi tranne qualche sintomo ..... (se soffre di reflusso).

Saluti

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it