Un alimentazione migliore

Buongiorno. Innanzitutto volevo ringraziarvi per il servizio che offrite. Vi racconto brevemente il mio caso. Ho 35 anni e da sempre ricordo di avere dei brevi periodi di diarrea associati a periodi di stress, qualche anno fa nel 2007 il mio medico di base mi fece fare il clisma opaco. Risultati : Tutto ok. Da due anni e precisamente in concomitanza con i periodi estivi sto soffrendo di diarrea più intensa e difficoltà ad evacuare. Soffro anche di emorroidi e lo scorso anno dopo una lunga cura per le emorroidi e sempre nel periodo estivo ho cominciato ad avere problemi di coliti. Avevo gonfiore lieve alla parte sinistra dell’ addome e crampi intestinali con meteorismo che mi portavano ad avere scariche di diarrea. A volte anche 3 o 4 volte di seguito dovevo correre in bagno. Sono stato a novembre scorso da un gastroenterologo il quale mi ha fatto fare tutte le prove di intolleranze alimentari risultate tutte negative e anche un ecografia generale anch’ essa risultata nella norma. Ancora esami del sangue vari tutti negativi e in regola. Mi ha diagnosticato colon irritabile dicendomi di avere un alimentazione migliore e un tenore di vita più tranquillo e mi ha dato da prendere il Lexil, nei periodi di diarrea. Infatti devo dire che faccio una vita troppo di corsa e stressante. Ho un carattere molto apprensivo, nervoso e a causa del mio lavoro non sto un attimo fermo. Mangio a pranzo in 5 minuti e scappo via da casa. Insomma non sto un attimo tranquillo. Ritornando a prima devo dire che durante l’inverno sono stato meglio fino a Giugno scorso quando e cominciato il gran caldo di questa estate. Forse un po per l’ alimentazione estiva sempre tanto ricca di acqua, un po di stress a causa del fatto che sto ristrutturando casa, si è scatenata di nuovo la diarrea, quest’anno senza crampi addominali ma con episodi strani. Sento un po gonfio il lato sinistro del colon e quando vado in bagno la mattina e evacuo feci più o meno dure poi dopo qualche minuto mi viene ancora di andare in bagno con feci liquide e poi ancora qualche scarica di diarrea con feci non formate, molli e di varie forme. Poi si tranquillizza tutto fino a quando il giorno dopo ricomincia la solita storia. Sempre dopo aver mangiato qualcosa. Insomma sono un po stanco di queste situazioni e vorrei qualche vostro consiglio. Saluti e grazie ancora
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Gentile utente,
purtroppo va detto che il colon irritabile
è sindrome benigna ma di difficile trattamento clinico.

Dato che le cause dell'intestino irritabile sono legate a stili di vita,
anche i rimedi per l'intestino ed il colon irritabile sono legati al cambiamento di alcuni stili di vita.
Maggiore attenzione alla dieta e al momento del pasto, da consumare lentamente e con tranquillità, e un'attività fisica moderata possono spesso ridurre al minimo i sintomi.

Le forme ipercinetiche come le sue, ad esempio, non beneficiano delle verdure che, oltre a stimolare la peristalsi, possono agevolare il meteorismo.

Nel suo caso il controllo della motilità intestinale, con benzodiazepine (miorilassanti), con antispastici e con addensanti fecali (diosmectite), e quant'altro,
dovrà essere disposto dal suo medico e/o gastroenterologo di fiducia.

Cordialmente

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Ma questa patologia può provocare danni più seri al mio intestino? e vi chiedo ancora : con gli anni questa disfunzione potrà scomparire o sarò costretto a convivere per sempre? grazie ancora
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Non è stata dimostrato alcun legame tra l’IBS e patologie più gravi.

E' una patologia cronica con cui, in genere, occorre convivere, tra alti e bassi.

Inoltre non è sempre semplice trovare i giusti rimedi (anche di tipo psicologico),
pertanto va messo in conto un percorso di lunga durata e, soprattutto, individuale.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Ma può sparire nel corso degli anni?
[#5]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Diciamo che ci possono essere periodi,
più o meno lunghi, di "quiescenza".
[#6]
dopo
Utente
Utente
Quest' anno a differenza dell' anno scorso che avevo crampi all' intestino, non ho dolori tranne dei leggeri sintomi di gonfiore che vanno e vengono, ma quando vado in bagno e dopo aver avacuato feci non formate benissimo, semi-liquide sembra di aver terminato la defecazione, invece dopo qualche minuto devo correre di nuovo in bagno, questo almento per 2 o 3 volte, ma senza diarrea ma con evacuazioni di aria mista a feci. Secondo voi anche questo è riconducibile al colon irritabile? grazie ancora
[#7]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Direi di si.

Saluti

Mangiare in modo sano e corretto, alimenti, bevande e calorie, vitamine, integratori e valori nutrizionali: tutto quello che c'è da sapere sull'alimentazione.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test