x

x

Dolore addominale diffuso

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Buonasera,
ho 20 anni e peso 51 kg per 162. Richiedo un consulto perchè è da luglio 2012 che ho continui dolori alla pancia, mi spiego meglio: il 2 luglio dopo una corsa ho cominciato ad avere una strana nausea e subito ho pensato che mi fossi sforzata troppo e non ci ho dato troppo peso. Dopo 72 ore la nausea non mi era ancora passata così, dal momento che prendevo la pillola anticoncezionale lestronette (sospesa a dicembre) ho pensato che forse dopo un anno non la tolleravo più bene e per sicurezza ho fatto anche un test di gravidanza, risultato negativo. Dopo pochi giorni alla nausea si sono accompagnati vomito, diarrea, senso di costipamento e un forte dolore allo stomaco. Il primo agosto sono stata portata al pronto soccorso perchè avevo fortissimi dolori alla pancia e mi hanno fatto un eco addominale in cui risultava tutto normale, esami del sangue in cui risultava tutto normale più visita dal gastroenterologo che dopo una palpazione all'addome mi ha prescritto una terapia con omeprazolo 20 mg 1 volta al giorno e la sospensione di tutti i FANS che prendevo senza gastroprotettore (purtroppo non sapevo fossero gastrolesivi e per anni ne ho strabusato per le mie emicranie). Sono tornata 3 volte al PS per i fortissimi crampi che mi tranciavano il respiro e il gastroenterologo alla mia terapia ha aggiunto spasmodil in quanto oltre allo stomaco anche il resto della pancia mi faceva molto male e mi sentivo come se non riuscissi ad evacuare del tutto, anche dopo una scarica di diarrea. Devo ammettere che solo dopo lo spasmodil la situazione era un po migliorata. Il mio curante, inoltre, mi ha fatto fare gastroscopia con esito negativo all'Helycobacter e in cui il medico che me l'ha fatta non ha trovato neanche segni di lesioni e per quello che ho capito non ho mai avuto la gastrite. Ho anche fatto il test per le intolleranze alimentari in cui il valore per il lattosio era 0.10 quindi io ne sono sensibile. La mia ginecologa mi ha detto di sospendere la pillola e mi ha prescritto un eco transvaginale per escludere un endometriosi e sono in attesa di farla. Da 6 mesi ho continui dolori alla pancia e non riesco a mangiare niente senza avere fitte dolorose. Una volta stufa del riso ho azzardato un piatto di pasta con un pochino di burro e ho avuto crampi cosi forti che sono svenuta e non mi riuscivo a reggere in piedi. Bisogna anche dire che molto spesso in caso di dolori alla pancia, anche non fortissimi, svengo senza motivo, infatti non vengo lasciata sola. Ultimamente ho notato nelle feci una specie di muco giallognolo. La visita dal gastroenterologo ce l'avrò solo a marzo e vorrei arrivare a quella data già preparata con degli esami da mostrare per avere un quadro più completo su cui lavorare. Mia zia soffre di Crhon e mi ha suggerito una colonscopia perchè dice che potrei averlo anche io anche se non ho i suoi sintomi come febbre o diarrea continua anzi io alterno periodi di stipsi e diarrea.
Grazie a chiunque vorrà darmi un consiglio
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Lei dice
<<Devo ammettere che solo dopo lo spasmodil la situazione era un po migliorata.>>
<<non ho i suoi sintomi come febbre o diarrea continua anzi io alterno periodi di stipsi e diarrea. >>,
ho voluto sintetizzare due affermazioni che rendono molto verosimile una ipotesi diagnostica di Colon Irritabile.

Ne parli con il suo curante.

Cordiali Saluti

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,4k 2,2k 88
Non è facile dare una risposta senza una visita diretta. Ha effettuato anche gli accertamenti per la celiachia ?
Gli esami del sangue sono nella norma ? È stato considerato un colon irritabile ?

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Si ho già effettuato anche il test per la celiachia e per intolleranze degli alimenti più comunemente allergizzanti come crostacei olio ecc... e sono risultata solo intollerante al latte. Anche gli esami del sangue ripetuti più volte sono risultati nella norma. Purtroppo è da un po di tempo che per vari motivi non sono ancora riuscita a mettermi in contatto col mio curante in questo mese. Ho fatto, tuttavia una visita da un dietologo e anche lui riferitogli i miei sintomi aveva supposto il colon irritabile e mi ha prescritto ulteriori analisi del sangue. Vorrei porgere un'altra domanda, ultimamente da un mese il dolore dallo stomaco si è spostato più verso sinistra sempre nella parte alta della pancia, un mio conoscente mi ha detto che a volte il dolore si manifesta in una parte diversa dalla sede del problem, è vero? Con quale esame potrei verificare un eventuale colon irritabile?
Grazie per l'attenzione prestatami
[#4]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,4k 2,2k 88
La diagnosi del colon irritabile è solo su base clinica e non sono necessari accertamenti a meno che non si dubiti di qualche altra patologia. Dice di essere sensibile al latte allora sarebbe indicato il test per l'intolleranza al lattosio (breath test).


Saluti

[#5]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Il dolore che si manifesta nei vari settori dell'addome è legato al fatto che possono essere interessati da spasmi tutti i vari segmenti della cornice colica.

L'intolleranza al latte, che andrà dimostrata con l'unico test valido (Bretah Test), a mio modo did vedere non spiega quanto riferisce che, come le ho scritto in replica #1, richiama la Sindrome dell'Intestino Irritabile, la cui diagnosi è clinica.


Cordiali Saluti